Il SudEst

Tuesday
Jan 16th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio Consumatori

Consumatori

L' appetito vien leggendo: alla (ri)scoperta dell'antico mangiare

L' appetito vien leggendo: alla (ri)scoperta dell'antico mangiare

di GIUSEPPE CARIELLO

L' aceto balsamico

Come è nato l’aceto balsamico? La risposta è nel caso:pare che un pò di mosto cotto d'uva, chiamato Saba, fu dimenticato in un vaso ritrovato quando già presentava segni di acetificazione.

La prima testimonianza scritta sull’aceto balsamico la si deve a Donizone, monaco benedettino vissuto fra XI ed il XII secolo.

Nella sua cronaca "Vita Mathildis", racconta come , in occasione di una sosta a Piacenza nell'anno 1046, il re e futuro imperatore Enrico II di Franconia mandasse un suo messaggero al marchese Bonifacio di Canossa, padre di Matilde, "poiché voleva di quell'aceto che gli era stato lodato e che si faceva nella rocca di Canossa”.

Ad Antonio Vallisnieri risale la testimonianza per cui pare che alla Corte estense venissero conservate botti di aceto già intorno al 1228, ai tempi di Obizzo II, signore di Ferrara, Modena e Reggio Emilia.

Nel 1598 Modena diventò capitale del Ducato e a questo periodo risalgono documenti che attestano ancora più esplicitamente l'interessamento della Corte ducale all’aceto.

In base alle testimonianze scritte, troviamo citato per la prima volta il termine "balsamico" soltanto in un registro della cantina ducale del 1747; in questo si predispone il trasloco dell'aceto da una cantina segreta alla camera del prato, luogo storico per il balsamico, situata nel torrione ad ovest della facciata del palazzo ducale.

Leggi tutto...
 

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

di ANGELICA LABIANCA

In giro per la Puglia, diversi e interessanti appuntamenti per arricchire il nostro bagaglio culturale e deliziare i nostri sensi.

Leggi tutto...

Almanacco della settimana

A cura di ANGELO GIANFRATE

Dal 22 al 28 Luglio  2017

26 Luglio 1937 Rinnovato il “patto d’unità d’azione” tra PSI e PCI.

23 Luglio 1957 Antonio Giolitti si dimette dal PCI . Aderirà al PSI.

22 Luglio 1967 Il terrorista Norbert Burger viene arrestato in Austria.

24 Luglio 1967 I negri in rivolta devastano alcuni quartieri a Detroit.

25 Luglio 1967 Incontro a Istambul tra Paolo VI e il capo della Chiesa Ortodossa.

Leggi tutto...

L' appetito vien leggendo: alla (ri)scoperta dell'antico mangiare

L' appetito vien leggendo: alla (ri)scoperta dell'antico mangiare

di GIUSEPPE CARIELLO

L' Insalata Russa

L'insalata russa è una nota  insalata, composta di verdure cotte o miste di cotte e crude.  Si sostanzia di tocchetti di verdure lessate e patate, il tutto condito con salsa maionese; ne esistono numerose varianti, a seconda delle tradizioni locali e familiari, in cui si prevede l'aggiunta di ulteriori ingredienti. È diffusa in numerosi paesi del mondo ed è un’ ottima farcitura per i panini e rappresenta l'unico contenuto di un sandwich.

Leggi tutto...

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

di ANGELICA LABIANCA

In giro per la Puglia, diversi e interessanti appuntamenti per arricchire il nostro bagaglio culturale e deliziare i nostri sensi.

Leggi tutto...

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

di ANGELICA LABIANCA

In giro per la Puglia, diversi e interessanti appuntamenti per arricchire il nostro bagaglio culturale e deliziare i nostri sensi.

Leggi tutto...

Almanacco della settimana

A cura di ANGELO GIANFRATE

Dal 15 al 21 Luglio  2017

20 Luglio 1937 Muore Guglielmo Marconi.

18 Luglio 1947 Navi da guerra inglesi catturano Exodus 1947, in rotta per la Palestina on 4554 emigranti clandestini a bordo. La vicenda si concluderà il 9 Settembre con lo sbarco forzato di quasi tutti i passeggeri ad Amburgo.

20 Luglio 1947 Truppe olandesi cominciano in Indonesia vaste operazioni militari contro i nazionalisti di Giava e Sumatra. Intervento dell’ONU.

19 Luglio 1957 Il Comitato Centrale del PSI decide di votare a favore dell’EURATOM e di astenersi sulla CEE.

15 Luglio 1967 Il sobborgo newyorkese di Newark in stato di assedio dopo tre giorni di tumulti nel qartiere negro. I morti sono una ventina.

.Fonti: “XX Secolo, dal 1900 al nuovo Millennio”, Ed. De Agostini;  Wikipedia;  S.Colarizi, Storia del Novecento italiano, Ed.BUR; “30 Anni della nostra storia”, ERI edizioni, Gruppo Flli Fabbri Editori; G.Bisiach, Un minuto di storia, Mondadori.

ACCADDE…OGGI: 15 Luglio 1945 “Il primo esperimento atomico”

Nella notte tra il 15 e il 16 Luglio viene allestito al Alamogordo, nel Nuovo Messico, un alto traliccio sul quale sarà collocata la prima bomba atomica: un grosso oggetto di forma sferica che contiene l’uranio radioattivo con un innesco per l’esplosione.

Attorno al traliccio lavorano il fisico Robert Oppenheimer con decine di collaboratori e tecnici, molto preoccupati perché non si sa  ancora quale sarà l’esito dell’esplosione. Esiste una possibilità che il processo di disintegrazione nucleare si propaghi illimitatamente. Questo teoricamente, potrebbe provocare la distruzione dell’intero pianeta.

Naturalmente esistono degli equilibri in natura, per cui nessun processo fisico-chimico può estendersi senza essere frenato. Ma l’esperimento è il primo nel suo genere, e solo la prova dei fatti potrà dare una risposta ai dubbi degli scienziati.

Quando la bomba esplode in cima al traliccio, gli osservatori che sono rinchiusi in un bunker sotterraneo tirano un sospiro di sollievo. Il limite della deflagrazione è di circa 2 km. Di diametro. Ora gli altri due esemplari potranno essere utilizzati per fermare la guerra nel Pacifico.

Esploderanno dopo 21 e 24 giorni sulle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki.

In breve

15 Luglio 1888 Il vulcano Bandai, in Giappone erutta per la prima volta in mille anni.

16 Luglio 1054   “Scisma d’Orienta” la rottura tra la Chiesa di Roma e quella di Costantinopoli.

17 Luglio 1918 Lo zar Nicola II Romanov viene condannato a morte con tutta la sua famiglia.

18 Luglio 1955 Nasce Disneyland.

19 Luglio 1374 Muore ad Arquà il poeta Francesco Petrarca.

20 Luglio 1951 Hussein di Giordania viene ucciso in un attentato a Gerusalemme.

21 Luglio 1969 Neil Armstrong è il primo uomo sulla luna.

(Fonte: Un minuto di storia di Gianni Bisiach – Mondadori)

Un pensiero per riflettere

“Solo la mano che cancella può scrivere il futuro”.

La buona lettura consigliati da: ilSudEst.it in collaborazione con EmmeEnne Libreria  Monopoli (BA)

Vertigine                                              Julien Green Nutrimenti

L’olimpo                                              Federico Fellini Sem

La Donna e la salvezza del mondo     Pavel Evdokimov Jaca Book

Lenin                                                   Victor Sebestyen Rizzoli

Diario di un parroco del lago                Gianni Clerici Mondadori

Album Novità in uscita Freesby D.J.

Grateful                         DJ Khaled

Eternal Vibes              Sud Sound System

4:44                             Jay-Z

Questa settimana:

15  Bonaventura

16  Beata Vergine del Carmine

17  Alessio

18  Calogero - Federico

19  Giusta - Simmaco

20  Elia

21  Lorenzo - Elio

ESTATE 2017 “falla…circolare”

In estate il sangue è ancora più importante. Prima di partire “DONA anche TU”.

Ed ora buone vacanze a tutti.

 

L' appetito vien leggendo: alla (ri)scoperta dell'antico mangiare

di GIUSEPPE CARIELLO

Il Clafoutis

L’amica Ketty, l’altro giorno, mi ha deliziato con una “dolcezza” che viene da terre oltre i nostri confini; infatti per la ricestoria di questa settimana ci spostiamo oltralpe, e precisamente nella regione del Limousin, ubicata quasi interamente sul Massiccio centrale, la seconda regione meno popolata della Francia dopo la Corsica.

Leggi tutto...

Almanacco della settimana

A cura di ANGELO GIANFRATE

Dal 8 al 14 Luglio  2017

8 Luglio 1947 Una circolare del Capo della Polizia italiana, a nome del Ministro degli Interni Mario Scelba, ordina a tutti i questori di proibire qualunque comizio o assembramento all’interno delle fabbriche.

8 Luglio 1967 Artiglierie arabe aprono il fuoco sugli israeliani dalle posizioni di Porto Said.

12 Luglio 1967 L’attrice Melina Mercuori privata dal governo greco della cittadinanza e dei beni perché “nemica del regime”.

13 Luglio 1967 Il corridore inglese Tom Simpson muore per abusi di eccitanti durante il Tour de France.

8 Luglio 1977 Un gruppo dell’Unità Combattenti Comuniste uccide per sbaglio un giovane che sta cenando in un ristorante. Il vero obbiettivo era un agente di custodia.

.Fonti: “XX Secolo, dal 1900 al nuovo Millennio”, Ed. De Agostini;  Wikipedia;  S.Colarizi, Storia del Novecento italiano, Ed.BUR; “30 Anni della nostra storia”, ERI edizioni, Gruppo Flli Fabbri Editori; G.Bisiach, Un minuto di storia, Mondadori.

Per Non dimenticare: 12 Luglio 1916 “Impiccati Battisti e Filzi”

Cesare Battisti e Fabio Filzi, irredentisti nati a Trento sotto il governo dell’Austria-Ungheria e arruolatisi nell’esercito italiano, vengono impiccati nel castello del Buonconsiglio. Il boia e i suoi aiutanti fanno scattare foto infami in cui deridono e fingono di strozzare i cadaveri.

Battisti e Filzi sono stati fatti prigionieri dagli austriaci due giorni prima, al termine di un’aspra battaglia combattuta sul monte Corn, in Vallarsa. Riconosciuti da un soldato nemico, sono stati consegnati alla giustizia militare, che li ha immediatamente trasferiti nelle retrovie per essere processati come “traditori”.

Accolti con disprezzo da Muck, il capo della Polizia di Trento, i due patrioti sono stati caricati su un carretto e portati in giro per la città. Lungo il percorso soldati e sottoufficiali austriaci li hanno schiaffeggiati; una scolaresca, incitata dal maestro, li ha coperti di insulti. Solo alcuni operai, che li conoscevano e ne ammiravano il coraggio, hanno mostrato compassione e solidarietà. La condanna a morte era già stata decisa a Vienna, come misura esemplare per scoraggiare ogni gesto di ribellione degli italiani dei territori occupati.

Prima di morire sul patibolo, Battisti dichiara di non rinnegare la sua militanza antiaustriaca e di esser fiero di morire per l’Italia unita. I due patrioti chiedono la grazia di venir fucilati come soldati, con le loro divise di alpini, ma le autorità austriache rifiutano.

Un attimo prima di finire impiccati, Battisti e Filzi gridano: “Viva Trento Italiana! Viva l’Italia”.

Leggi tutto...
Pagina 9 di 12