Il SudEst

Friday
Jan 19th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio Cultura

Cultura

Antica Roma, gli imperatori adottivi: Geda e Caracalla

Antica Roma, gli imperatori adottivi: Geda e Caracalla

di MARIA PACE

La morte inaspettata di Settimio Severo gettò la capitale in un clima di incertezza ed instabilità a causa della rivalità tra Caracalla e Geta,  i figli dell’Imperatore.

Leggi tutto...
 

Brenna

di MARIO GIANFRATE

Brenna è, oggi, una tranquilla località turistica dell’Alta Slesia, in Polonia. Immersa tra i boschi, conta poco più di diecimila abitanti. A una settantina di chilometri, a nord est, c’è Auschwitz, uno tra i più orrendi campi di sterminio nazisti che racchiude la memoria di storie note e meno note di tribolazioni, di torture, di sofferenze, di morte. E’ ad Auschwitz che il cuore di Anna Frank cessò di battere, come quello di milioni di ebrei ma, anche, di zingari e polacchi, di russi e soldati italiani, di zingari e di omosessuali.

Leggi tutto...

Corsi e ricorsi storici in Giambattista Vico

di MARIAPIA METALLO

Il noto filosofo napoletano Giambattista Vico, vissuto a cavallo fra il XVII e il XVIII secolo, elaborò una teoria sulla storia umana assai singolare.

 

Leggi tutto...

Beniamino di Tutela, un viaggiatore moderno

di MARIAPIA METALLO

Beniamino di Tudela, un viaggiatore moderno, che vedeva in una cultura, in una lingua, in una religione diversa motivo di confronto e di arricchimento, non di scontro e intolleranza. Un esempio, oggi più che mai, da tener presente…

Leggi tutto...

Gli imperatori adottivi: Commodo

di MARIA PACE

In realtà,  Commodo fu il primo Imperatore ad  aver ereditato  il trono per principio dinastico e non più per adozione: si interrompeva, dopo quasi un secolo,  quella forma di successione avviata da Nerva,  basata sul merito e non sul sangue.

Leggi tutto...

Esistenzialismo filosofico come neo-umanesimo dell’impegno sociale e civile

di MADDALENA CELANO

“Essere” e “nulla” erano già stati visti da Hegel come le due prime categorie della logica, dalla cui unione scaturiva poi il divenire come sintesi concreta dei due termini astratti.

 

Leggi tutto...

Per Puccini, Bari “una seconda patria”

di MARIO GIANFRATE

Giacomo Puccini fu a Bari per la prima della Manon, opera in quattro anni su libretto di Illica, Giacosa, Leoncavallo, Praga e Oliva, ispirata al romanzo di Antoine-Francois Prévost dal titolo “Storia del cavaliere Des Grieux e di Manon Lescaut”.  L’opera che consacrò Puccini come uno tra i più grandi compositori e musicisti di ogni tempo, fu rappresentata, nel capoluogo pugliese,   nel 1895, al teatro Comunale “Piccinni”.

Leggi tutto...

Scipione l'Africano

di MARIA PACE

S’intitola «La clemenza di Scipione» (1640) questo dipinto dell’artista francese Nicolas Poussin (1594-1665) conservato “ “Qui,  noi portiamo la guerra  e la pace. Scegliete voi quale delle due volete.”

Leggi tutto...

Il mondo artistico ne L’Opera di Zola

di MARIAPIA METALLO

“Vi racconto tutta la mia giovinezza, vi ho messo dentro tutti i miei amici, me stesso”.

 

Leggi tutto...
Pagina 2 di 23