Il SudEst

Friday
May 25th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio

attualità

Tourisma 2018 – Salone Archeologia e Turismo Culturale

Tourisma 2018 – Salone Archeologia e Turismo Culturale

 


di SILVIO VIVONE RUBENS*

Il Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Acordon, ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA, Salone del Turismo Archeologico inaugurato il 15 febbraio nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e svoltosi a Firenze presso il Palaffari nello scorso fine settimana. Si tratta della più importante kermesse dedicata all’archeologia e al turismo culturale organizzata dalla rivista Archeologia Viva, che nelle scorse edizioni ha registrato circa 12mila visitatori e anche quest’anno ha visto un sensibile incremento di visitatori tra addetti del settore, archeologi, agenti di viaggio, associazioni e curiosi. Presenti personalità della cultura come Mario Torelli (già professore di archeologia classica presso l’Università di Perugia), Fabio Martini (professore di paletnologia dell’Università di Firenze), Andrea Carandini (presidente FAI), ma anche personaggi noti ad un pubblico più vasto quali Alberto Angela, Philippe Daverio e Vittorio Sgarbi.


Leggi tutto...
 

La Regione Puglia e il Comune di Bari ritirino il patrocinio concesso all’iniziativa in onore di Almirante

 


Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Protesta dell’Anpi e del Pci

Leggi tutto...

Genitori nonni

 


di ROSA MANNETTA

La loro figlia è adottabile

Leggi tutto...

Verso una “primavera silenziosa”

 


di NICO CATALANO

In Italia presto asfalto e cemento al posto di boschi e foreste ?

 

Leggi tutto...

L'interprete, un libro di Angelo Pettofrezza

 


Redazionale

Ambientate negli anni Settanta tra la Germania e la Calabria, queste pagine accolgono due voci molto diverse, che si rincorrono una dopo l’altra per narrare una storia dura e dolorosa. La prima è quella di Francesco, un professionista in carriera, figlio di emigrati italiani a Bonn. Quest’uomo serio e sensibile è un interprete e riporta ai lettori in modo accorato una vicenda che lo ha visto protagonista. Si parte dal resoconto di un’esperienza di viaggio nel Sud Italia con i membri di una corte d’assise tedesca. La seconda voce narrante è Santina, una donna di Crotone, che racconta di sé e della sua disgraziata esistenza, fin dalla sua infanzia. Cresciuta nella miseria e nell’ignoranza, sposerà poco più che adolescente Michele, da cui avrà cinque figli, che tuttavia sarà costretta ad allevare da sola… Nel nucleo di questo romanzo c’è un omicidio, con un colpevole fin troppo facile da trovare e condannare. Ma a fare da contraltare c’è anche un’attenta, minuziosa e generosa ricerca della verità che restituisce speranza e fiducia nel tratteggiare un caso di reale ‘buona giustizia’.

Leggi tutto...

Legge sul Biotestamento

 


Associazione Luca Coscioni

La legge sul Testamento Biologico (L.219/2017) Dat approvata il 14 dicembre 2017, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 16 gennaio 2018, è in vigore dal 31 gennaio 2018.

Leggi tutto...

Patrizia ha scelto il biotestamento

 


di ROSA MANNETTA

Patrizia è morta pochi giorni fa nella sua casa di Nuoro.

Leggi tutto...

L'inchiesta nelle mense dei carabinieri: prodotti non corrispondenti ai bandi

 


Ufficio stampa UNSIC

Mamone (Unsic): “Per scoprire i raggiri basilari le certificazioni alimentari”

Leggi tutto...

TaTà Taranto, Cappuccetto e la Nonna teatro, arti visive e musica sulla "via del bosco" di Vania Pucci

 


di TORE SCURO*

(Di)segni particolari: agile e furba, cacciatrice di lupi, wondernonna. Per “favole&TAmburi”, la rassegna di teatro ragazzi del Crest, domenica 4 febbraio, alle ore 18 al TaTÀ di Taranto, in via Deledda ai Tamburi, va in scena “Cappuccetto e la Nonna”, testo e progetto drammaturgico Vania Pucci, regia Vania Pucci e Lucio Diana, con Vania Pucci e Adriana Zamboni, scenografia e luci Lucio Diana, oggetti Adriana Zamboni, disegni e lavagna luminosa Adriana Zamboni, produzione Giallo Mare Minimal Teatro (Empoli, FI). Durata: 60 minuti. Biglietto 6 euro. Dalle ore 17, lo staff dello Junior TaTÀ sarà ad attendere il giovane pubblico, per coinvolgerlo, gratuitamente, nell’animazione “Aspettando… gioco”. Info: 099.4725780 - 366.3473430.

Leggi tutto...
Pagina 4 di 5