Il SudEst

Sunday
Aug 09th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Consumatori

Consumatori

L’Agenda del SudEst.it

L’Agenda del SudEst.it

A cura di ANGELO GIANFRATE

Settimana dal 2 al 8 Maggio2020

#andràtuttobene

Quando Maggio è tutto in fiore il sorriso è in ogni cuore.

Sole Luna

1° sorge alle 05.56 – tramonta alle 19.59           sorge alle 12.41 – tramonta alle 02.46

11  sorge alle 05.44 – tramonta alle 20.10           sorge alle 00.45 – tramonta alle 10.00

21  sorge alle 05.34 – tramonta alle 20.20           sorge alle 05.05 – tramonta alle 19.06

Accadeva anni fa

8 Maggio 1910  Viene fondata a Torino la Confederazione Italiana dell’Industria che pone le basi della futura Confindustria.

8 Maggio 1920  Gramsci pubblica sull’Ordine Nuovo un articolo critico verso il PSI che deve essere al più presto trasformato in Partito del Proletariato Rivoluzionario.

2 Maggio 1960   Caryl Chessman condannato a morte nel 1948 per un reato di cui si è sempre dichiarato innocente viene giustiziato nella camera a gas del penitenziario di San Quentin (California) dopo 12 anni di rinvii.

7 Maggio 1960   Leonid Breznev sostituisce Vorosilov alla Presidenza dell’URSS.

4 Maggio 1970   Breznev a Praga per firmare il trattato di amicizia dell’URSS con la Cecoslovacchia.

6 Maggio 1970   Muore a Macerata l’assassino di Maria Goretti.

3 Maggio 1980   La mafia uccide un Capitano dei Carabinieri.

8 Maggio 1980  La FIAT mette in cassa integrazione 78 mila dipendenti.

2 Maggio 1990  Si conclude il processo Calabresi: Adriano Sofri, Ovidio Bompressi e Giorgio Pietrostefani sono condannati a 22 anni di carcere, il pentito Leonardo Marino a 11 anni.

5 Maggio 1990  L’Italia vince l’Eurovision Song Contest ospitato a Zagabria.

8 Maggio 1990  L’operazione Sundevil colpisce gli hacker degli USA.

8 Maggio 2010  In Siberia esplode una miniera a causa di una fuga di gas metano. Più di 100 le vittime.

Ed. De Agostini; Wikipedia; S.Colarizi, Storia del Novecento italiano,Ed.BUR;  “30 Anni della nostra storia”  ERI edizioni, Gruppo Flli Fabbri Editori; G.Bisiach, Un minuto di storia, Mondadori. Wikipedia.

__________________________________________________________________________________________________________

Citazione

“La qualità della vita dipende dalle scelte di qualità nella vita”. Sigfrido Ranucci

_______________________________________________________________________________________

La buona lettura  (consigliati dal SudEst)

Tutta quella brava gente         Marco Felder                  Rizzoli

The chain                                 Adrian McKinty              Longanesi

Insicure di successo               Cecilia Sardeo                Fabbri

Un’amica da salvare                Licia Troisi                     Mondadori

L’istituto                                  Stephen King                  Sperilg&Kupfer

Una domenica                         Fabio Geda                     Einaudi

Re dei Re                                 Wilbur Smith                  Harper Collins

Un buon libro per restare a casa

_______________________________________________________________________________________

Gli onomastici della settimana

2 Maggio – Attanasio

3 Maggio – Filippo - Giacomo

4 Maggio - Silvano

5 Maggio – Pellegrino

6 Maggio - Giuditta

7 Maggio - Flavia

8 Maggio - Vittore

Auguri!

Con la voglia di giocare

“Il bambino che non gioca non è un bambino ma l’adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che ha dentro di se”. Parole del poeta cileno Pablo Neruda, a cui aggiungere quelle del filosofo irlandese George Bernard Shaw: “l’uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare”.

Il gioco è importante a tutte le età. Tradizionalmente gli uomini giocano più delle Donne: che sia calcetto, tennis, scacchi, si prendono il tempo per stare con gli amici in modo rilassato. Molte Mamme giocano con i loro figli, ma poche Donne lo fanno con altre Donne. Ed è un peccato, perché è necessario per un pieno benessere. Da adulte a pallavolo non si salterà più come a vent’anni, forse a tennis si sarà più lente, ma il senso di sfida, l’eccitazione, le risate sono le stesse a tutte le età e tolgono dalle spalle i pesi della vita quotidiana. E… non è detto che a ping pong una Nonna allenata non possa battere il nipote!

[Fonte: Proverbi Italiani a cura di Stefano Benvenuti e Salvatore Di Rosa – Club degli Editori]

_______________________________________________________________________________________

Una sana abitudine

Frutta e verdura… sempre! “ Con la frutta e la verdura la salute è più sicura”

Mangiare 5 porzioni di verdure crude al giorno è presidio di salute e longevità, lo dice l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). Tanti sono i benefici reali. Se sono crude facciamo il pieno di Sali minerali e vitamine non alterate dal calore, e di enzimi vitali che danno energia, umore stabile e una migliore digestione. Se sono cotte forniscono fibre che migliorano lo svuotamento dell’intestino, riducono l’assorbimento dei grassi e aumentano il senso di sazietà e soddisfazione. Sia crude che cotte favoriscono l’idratazione, alcalinizzano i tessuti, apportano antiossidanti, depurano la pelle e sono amiche della linea.

_______________________________________________________________________________________

Memoria del mondo UNESCO – I 250 anni di Beethoven

Nasceva due secoli e mezzo fa Ludwig van Beethoven. La città era Bonn, il giorno 16 Dicembre 1770. Ma c’è un’altra data da ricordare. Il 7 Maggio 1824 al Theater am Karntnertor di Vienna si eseguiva per la prima volta la celeberrima “Sinfonia n. 9 in RE minore” per soli cori e orchestra Op 125, nota come Nona Sinfonia, l’ultima compiuta. Accolta nel 2001 nella memoria del mondo contiene nel 4° tempo “L’inno alla gioia” divenuto nel 1972 l’inno Europeo.

Riflettendo

Ai bambini, l’incontro con i gesti della tradizione donerà anche la gioia di un’attività manuale. Per gli adulti invece un risvolto inatteso: quello di approdare a saperi ed esperienze di contatto con la natura e con i cicli del tempo, dove ritrovare a volte, le radici, altre volte la scelta di un nuovo futuro.

[Fonte Almanacco di Barbanera - Editoriale Campi – Fondazione Barbanera 1762]

L’Italia delle meraviglie”

Museo Casa del Nespolo ad Aci Trezza (CT)

In una vecchia abitazione nel centro storico di Aci Trezza, con cortile, piccolo oro e l’ingresso caratterizzato da un arco in pietra lavica, si può visitare il Museo Casa del Nespolo. All’interno due stanze: la prima è la sala “La terra trema” e raccoglie fotografie, locandine e testimonianze dell’omonimo capolavoro cinematografico di Luchino Visconti, girato ad Aci Trezza nel 1947 con un cast di attori scelti interamente tra gli abitanti del borgo marinaro. La seconda, stanza de “I Malavoglia”, ospita testimonianze del mondo dei pescatori trezzoti della metà dell’Ottocento, con una raccolta di antichi strumenti da lavoro e oggetti della vita quotidiana dell’epoca. In mostra anche una raccota di foto scattate personalmente da Giovanni Verga.

Tesori nascosti tra sabbia e grotte – Perle da scoprire

Capo Mulini, poco più a Nord di Aci Trezza, è stata una rotta trafficata di navi e barche fin dall’antichità. Al museo di Giardini Naxos si possono ammirare ancore in piombo e in pietra recuperate lungo la costa del centro abitato. Nei magazzini della Soprintendenza sono custodite anfore databili tra il I e l VII secolo d.C. Molte di queste venivano utilizzate per il trasporto del “garum”, un condimento a base di pesce macerato, molto amato dagli antichi romani. Il mare ha restituito anche una “Testa di Minerva”  con l’elmo, ma i suo fondali conservano ancora moltissimi reperti, visitabili con il percorso archeologico subacqueo. Partendo dalla baita di Capo Mulini si possono ammirare 8 ancore antiche appartenenti ad un periodo compreso tra il I secolo a.C. e il XIX d.C., grazie al lavoro portato avanti dall’Area Marina Protetta  in collaborazione con il Dipartimento di Studi Archeologici, Filologici e Storici dell’Università di Catania.

Curiosando

Come in un romanzo

L’Ammiraglio inglese Horatio Nelson accettò il titolo di Duca di Bronte concesso dal Re Ferdinando  IV di Borbone utilizzato in tutti gli ufficiali. Un fatto che ebbe risonanza anche in patria; un estimatore di Nelson, il Pastore Patrick Prunty (o Brunty) cambiò il suo cognome in Bronte reso più famoso dalle figlie scrittrici: Charlotte, Emily e Anne.

L’inventore del gelato – Procopio Dei Coltelli

Aci Trezza potrebbe (il condizionale è d’obbligo perchè è ancora i corso la disfida con Palermo) aver dato i natali a Francesco Procopio Dei Coltelli (1651-1727). Personaggio sconosciuto ai più anche se stiamo parlando dell’inventore del “gelato”. Trasferitosi a Parigi nel 1686 fondò il Cafè Le Procope. Nel suo locale offriva acque gelate (l’odierna granita), gelati di frutta, fiori di cannella, frangipane gelato al succo di limone e arancia. Voltaire, Napoleone, Balzac, Victor Hugo gustarono le prelibatezze di quel locale. Non più di un anno fa il Comune di Aci Castello ha deciso di intitolare il piazzale del porto nuovo all’inventore del gelato. Anche se Palermo continua a reclamare i natali.

Una poesia per Te!

Se le corse dei tuoi cavalli,

procurano le ali al tuo essere.

Se innalzano il tuo senso critico;con la

bellezza delle loro curve le femmine.

Tu non basti alla mia anima, mi basta lui

che è senza poesia.

Ma mi servo dei tuoi versi, per amarlo.

[A Bukowski]

Versi di Stefania Savini

#iorestoacasa

 

Aggiungi un posto a tavola

di ANGELO GIANFRATE

 

La storia della cucina italiana ha subito l’influenza di tutti i popoli che, nel corso dei secoli, hanno lasciato il loro segno, non solo artistico e culturale ma anche gastronomico. Romani, greci, arabi sono solo alcuni dei popoli che hanno contribuito a creare una tradizione culinaria che dura ormai da secoli.

Leggi tutto...

Aggiungi un posto a tavola

di ANGELO GIANFRATE

 

La storia della cucina italiana ha subito l’influenza di tutti i popoli che, nel corso dei secoli, hanno lasciato il loro segno, non solo artistico e culturale ma anche gastronomico. Romani, greci, arabi sono solo alcuni dei popoli che hanno contribuito a creare una tradizione culinaria che dura ormai da secoli.

Leggi tutto...

Aggiungi un posto a tavola

di ANGELO GIANFRATE

 

La storia della cucina italiana ha subito l’influenza di tutti i popoli che, nel corso dei secoli, hanno lasciato il loro segno, non solo artistico e culturale ma anche gastronomico. Romani, greci, arabi sono solo alcuni dei popoli che hanno contribuito a creare una tradizione culinaria che dura ormai da secoli.

Leggi tutto...

L’Agenda del SudEst.it

A cura di ANGELO GIANFRATE

Settimana dal 25 Aprile al 1 Maggio2020

Quando Maggio è tutto in fiore il sorriso è in ogni cuore.

Sole Luna

1° sorge alle 05.56 – tramonta alle 19.59           sorge alle 12.41 – tramonta alle 02.46

11  sorge alle 05.44 – tramonta alle 20.10           sorge alle 00.45 – tramonta alle 10.00

21  sorge alle 05.34 – tramonta alle 20.20           sorge alle 05.05 – tramonta alle 19.06

Accadeva anni fa

1 Maggio 1890  Si svolge, per la prima volta in Europa, la festa dei Lavoratori.

1 Maggio 1940  Il Presidente americano Roosevelt manda un messaggio a Mussolini, per persuaderlo a non intervenire nella guerra.

1 Maggio 1950  Viene costituita la CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) dalla fusione tra la LCCGL e una parte della UIL. -  Nazionalizzate in Gran Bretagna tutte le aziende produttrici di gas.

27  Aprile  1960   Indipendenza del Togo. – 20.000 persone partecipano in Inghilterra alla marci antinucleare di Aldermaston. – Al congresso nazionale della CGIL a Milano, importante svolta nella politica rivendicativa del sindacato che sceglie per l’avvenire la linea della contrattazione articolata.

29  Aprile  1960   Il Governo Tambroni ottiene la fiducia al Senato con l’appoggio della DC, del MSI  e con l’astensione di PLI, PRI e PSDI.

25  Aprile  1970   I cinesi mettono in orbita intorno alla terra il loro primo satellite spaziale.

30  Aprile  1970   A Washington, Nixon annuncia alla TV che gli americani interverranno in Cambogia. – In Italia il Consiglio dei Ministri approva la legge sull’amnistia.

1 Maggio 1980  Truppe americane e sudvietnamite sferrano l’attacco alla Cambogia preannunciato da Nixon. L’intervento diretto degli Stati Uniti si prolungherà fino al 1° Luglio. Violentissime reazioni dell’opinione pubblica americana.

29 Aprile 1990  La campagna elettorale per le elezioni amministrative è insanguinata in Campania da numerosi omicidi a opera della camorra.

1 Maggio 2010  Inizia l’EXPO 2010.

Ed. De Agostini; Wikipedia; S.Colarizi, Storia del Novecento italiano,Ed.BUR;  “30 Anni della nostra storia”  ERI edizioni, Gruppo Flli Fabbri Editori; G.Bisiach, Un minuto di storia, Mondadori. Wikipedia.

__________________________________________________________________________________________________________

Citazione

“Preferisco essere campione del Nord Africa piuttosto che mettermi a fare striscioni da Sud Africa”. Massimo Troisi

_______________________________________________________________________________________

La buona lettura  (consigliati dal SudEst)

Gli affamati e i sazi                 Timur Vermes                 Bompiani

Le conseguenze del cuore      Peter Cunningham          Sem

La metà del cielo                    Agnoli-Del Poggetto        La Viola

L’occhiale indiscreto              Ennio Flaiano                  Adelphi

Romanzo di Londra                 Milos Crnjanski               Mimesis

Il treno dei bambini                 Viola Ardone                   Einaudi

Un buon libro per restare a casa

_______________________________________________________________________________________

Gli onomastici della settimana

25 Aprile – Anniversario della Liberazione

26 Aprile – Marcellino

27 Aprile -  Zita

28 Aprile – Valentina

29  Aprile -  Caterina

30 Aprile – Mariano

1° Maggio – Festa del Lavoro

Auguri!

Proverbi Italiani

Su e giù per lo stivale – “Per San Bernardino!” Quando ancora la caccia era parte dell’economia delle famiglie, a Milano si diceva: A San Bernardinolassa stà i sparg emangia i passarin. Cioèper San Bernardino lascia stare gli asparagi e mangia i passerini con la polenta. Ma finito il tempo degli asparagi cominciavano a formarsi i baccelli delle fave: A Sante Livardine, vunghile chine chine, si li vunguli ssò bacante, Santa Liverdine non è Sante, si dice in Irpinia; ovvero a San Bernardino le fave sono piene, se son vuote San Bernardino non è Santo. In Sicilia invece le prime si mangiano crude con pane e pecorino, mentre a Maggio sono abbastanza grandi da poter essere cucinate: aprili favi chini, ‘ntra maiu li cucini. Le fave necessitano di fresco e di un po’ di pioggia, tant’è che si dice: fava e mela con l’acqua allega. Hanno cioè bisogno di acqua nel passaggio dal fiore al frutto. In Umbria addirittura: fave in fiore, acqua e rumore.

[Fonte: Proverbi Italiani a cura di Stefano Benvenuti e Salvatore Di Rosa – Club degli Editori]

_______________________________________________________________________________________

Mete e sapori - Nell’isola dei carciofi

Nel cuore della primavera la Sardegna può davvero rivelarsi terra delle tante piacevoli sorprese. Una sarà senz’altro la presenza in tavola del carciofo spinoso di Sardegna, una vera delizia DOP da mangiare anche crudo, affidato alle buone pratiche culturali della tradizione. Lo si potrà veder crescere nelle aeree costiere, dai microclimi particolari, nel fondo valle e nelle pianure centrli dell’isola, a fianco dei più importanti corsi di acqua.

_______________________________________________________________________________________

L’ingrediente del mese: l’eclettico Carciofo

Non ha certo la delicatezza di un giglio e nemmeno il profumo di una rosa, ma è un fiore anche il carciofo, seppur deciso e coriaceo. Cibo di lusso nel Rinascimento, epoca in cui si cominciò a coltivare. Amato dai buongustai di ieri e di oggi ci fu chi, come il poeta Pierre de Ronsard, gli dedicò dei versi celebrandolo come ben più appetibile di pregiate carni. Tipico piatto primaverile ha nelle varie regioni d’Italia nomi differenti: arti ciocca in Piemonte, ardisciocch in Friuli, mazza ferrata in Toscana, scarciofera in Abruzzo, sgalera in Puglia. E diverse sono le varietà, una quindicina, che nascono in tutta la penisola, con delle vere prelibatezze nel Lazio, Liguria e Sardegna.

In cucina si consuma anche crudo, in insalate o pinzimonio. Cotto si mangia caldo, tiepido o freddo, fritto, stufato o al forno.

Fa bene perche grazie alla cinarina, influisce sul metabolismo del colesterolo e sulla diuresi, protegge e disintossica il fegato. Per l’alto contenuto di ferro, poi, lo si consiglia negli anemici.

Un consiglio: per evitare che una volta pulisto si annerisca, immergete il carciofo in acqua acidula con limone e aceto, sconsigliato poi l’tilizzo per la cottura di tegami in alluminio o ferro che farebbero scurire il carciofo. Nel cuocerlo intero, sarà pronto solo quando le foglie interne centrali sistaccheranno con facilità.

Il buono che fa bene

I tarassaco è un’erba amara spontanea. Ma è anche uno dei migliori alleati della salute. Disintossica il fegato, è diuretico, combatte i calcoli della cistifellea, aiuta l’intestino e depura la pelle.

[Fonte Almanacco di Barbanera - Editoriale Campi – Fondazione Barbanera 1762]

L’Italia delle meraviglie”

Campomaggiore – La città utopica del Conte Rendina

Costruire un paese nel quale non esiste la povertà. E’ il 1741 eil Conte Teodoro Rendina per realizzare il suo sogno decide di puntare tutto sul villaggio di Campomaggiore, assegnato alla sua famiglia dal Re Filippo IV. Un piano ambizioso, visto che il borgo conta solo 80 abitanti, ma il Conte ci crede e affida la costruzione del paese a un allievo di Vivintelli. Rendina dona a tutte le famiglie che si trasferiscono lì belle case e terre da coltivare. Il progetto prevede vita dal 1885, la popolazione sfonda quota 1.500. In quell’anno però una frana distrugge tutto e oggi del sogno del Conte rimangono solo i ruderi.

Tesori nascosti tra sabbia e grotte – Perle da scoprire

Particolari e spesso dei veri e propri tesori nascosti: sono le spiagge della costa tirrenica. Come quella di Calaficarra di Maratea, divisa in tre parti da speroni rocciosi e caratterizzata da un lido di ghiaia e ciottoli. E’ detta anche spiaggia “d’a scala” perché si racconta che un tempo vi si accedesse tramite una scalinata scavata nella roccia, poi spazzata via da una mareggiata. Alla spiaggia “d’I Vranne” sempre a Maratea si arriva solo via mare. E’ circondata da un’alta scogliera. Si trova qui la Grotta di Giorgio, una tra le più belle d’Italia

Curiosando

La poetessa di Valsinni: Isabella Di Morra nasce intorno al 1520 a Valsinni (Potenza). Mante della poesia e della letteratura, passa le giornate tra i possedimenti terrieri e il castello di famiglia. Un giorno incontra il nobile don Diego Sandoval de Castro e se ne innamora perdutamente. Inizia una relazione travagliata e segreta dal momento che lo spagnolo non è gradito dalla famiglia.

La giovane viene presto costretta a rimanere chiusa nel castello, e riversa il suo dolore in lettere, sonetti e canzoni. L’epilogo è tragico. A 25 anni i fratelli la uccidono: la sua unica colpa è stata amare l’uomo sbagliato. Oltre che nelle sue opere, la vicenda della giovane poetessa rivive oggi nel Parco Letterario che il paese le ha dedicato.

Un albero… in fuga

Il “pino loricato” è l’emblema della “resilienza”; il suo aspetto tormentato e monumentale è conseguenza dell’habitat ad alta quota in cui è stato costretto a rifugiarsi dopo l’espansione del faggio, che gli ha sottratto spazio e risorse. Per le caratteristiche del suo legno, resistente agli attacchi dei tarli, veniva usato per la costruzione di bauli e casse da biancheria, fedele compagno di viaggio degli emigranti calabresi e lucani.

Una poesia per Te!

Di thè la tazzina su di un tavolino

di cedro emana il suo profumo,

ed aleggia nella stanza sul comodino

un fascio di rose profumate di color panna intenso.

Un libro aperto alla quarantaduesima pagina ancora da finire, ed un ritratto raffigurante una donna da un esile corporatura ed il viso grazioso.

Più in là fra i pensieri e la ricerca di uno spartito in un angolo un pianoforte.

Fra i ricordi delle fotografie in bianco e nero l'arte di un fotografo è posta sulla parete.

Versi di Stefania Savini

#iorestoacasa

"Il caso Carla Bley"

di ROSAMARIA FUMAROLA

La compositrice, pianista ed organista Carla Borg nasce in California nel 1938, ma giovanissima si trasferisce a New York dove entrerà in contatto con i più grandi musicisti jazz della scena internazionale dell'epoca.

 

Leggi tutto...

Aggiungi un posto a tavola

Aggiungi un posto a tavola

di ANGELO GIANFRATE

 

La storia della cucina italiana ha subito l’influenza di tutti i popoli che, nel corso dei secoli, hanno lasciato il loro segno, non solo artistico e culturale ma anche gastronomico. Romani, greci, arabi sono solo alcuni dei popoli che hanno contribuito a creare una tradizione culinaria che dura ormai da secoli.

Leggi tutto...
Pagina 7 di 12