Il SudEst

Wednesday
Aug 05th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sociale Sociale Estate senza ombrelloni

Estate senza ombrelloni

Email Stampa PDF

 

di EZIO FORSATO

I bollettini che vengono diramati puntualmente ogni giorno dovrebbero farci stare più sereni. Rispetto a qualche settimana fa, questo minuscolo e misterioso Virus sembra aver perso le sue forze, la sua pericolosità e molte cose sembrano tronare alla normalità. Parlare al condizionale è d’obbligo in questi casi visti i pregressi. La nostra Nazione come quasi tutti gli Stati invasi dalla pandemia, stanno tentando faticosamente di riprendersi da questa inaspettata catastrofe che ha generato vittime e il crollo drammatico dell’economia. Chi prima e chi dopo ne è stato travolto ed ogni Governo, molti impreparati a questo genere di emergenze, ha adottato le proprie strategie per fronteggiare una emergenza mai vissuti prima. Ci lasciamo alle spalle migliaia di vittime, molti di essi tra il personale medico e assistenziale. Lezioni durissime che avrebbero dovuto farci riflettere e che invece, dati alla mano, a poco sono servite. E’ stato sufficiente “riconsegnarci” la libertà che quanto appena accaduto fosse immediatamente dimenticato in un attimo. Le movide, le risse nei bar, e altre manifestazioni  ne sono state la dimostrazione più evidente. Non abbiamo imparato nulla da quanto vissuto fino a qualche settimana fa… Se poi a tutto ciò aggiungiamo la ripresa delle attività legate alla bella stagione, il quadro è completo. Ci viene ricordato, sempre dai Media e qualora lo avessimo dimenticato, che viviamo in uno dei Paesi più belli del mondo (forse il più bello n.d.r.), come ci viene “consigliato” di trascorrere, per chi potrà, le tanto sospirate vacanze tra i nostri naturali confini. Assistiamo quindi a servizi giornalistici dove ci vengono presentate località che fino a tre mesi fa sembravano sconosciute e che tali non sono. Il Governo centrale giustamente ha predisposto delle regole da seguire per chi vorrà godersi qualche ora al mare o in montagna.

Ma sarà una stagione indubbiamente diversa sotto tutti i punti di vista. Quello economico, visto che sicuramente i numeri delle presenze non saranno uguali a quelli degli altri anni. Ciò tristemente confortato anche da pessime campagne negative organizzate ad hoc da pseudo agenzie di viaggi spesso accompagnate da Governi complici e decisamente poco informati. Sarà una stagione dove molti si porteranno dietro il ricordo dei parenti deceduti per via del Virus. A poco servono i sorrisi e la finta felicità di quelli che esultano per l’arrivo dell’Estate. Sarà una stagione dove molte aziende saranno costrette a rimboccarsi le maniche per tentare di recuperare quanto perso nei mesi precedenti. Come sarà una stagione diversa dove credo in pochi potranno davvero godersi le meritate vacanze. Sarà una stagione di termo-scanner, di prodotti disinfettanti e di mascherine facoltative. Dove la musica e gli spettacoli all’aperto incontreranno difficoltà a farsi largo, tra preoccupazioni e disinformazione.

Non sarà la solita bella Estate italiana fatta di viaggi e spensieratezza. Per quanto essa bella sia, si porterà dietro mille pensieri. Non dimentichiamo che tornano a riafforare focolai epidemici che dovrebbero farci stare tutti all’erta. Avere mille precauzioni. Seguire le indicazioni che ci vengono consigliate.

Ma siamo italiani abituati a sottovalutare tutto e poi, vuoi mettere il gusto di ritrovarsi numerosi nei locali del centro, di notte?

L’Estate è arrivata, e seppur con qualche ombrellone in meno forse proveremo ad abbronzarci, magari a debita distanza se possibile. Ma state tranquilli, non abbiamo imparato nulla purtroppo…