Il SudEst

Tuesday
Sep 18th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sociale Sociale Zodiac è o e il mostro di Firenze?

Zodiac è o e il mostro di Firenze?

Email Stampa PDF

di PIERDOMENICO CORTE RUGGIERO

La notizia è recentissima. Un ex militare americano, per anni in sevizio in Italia e che ha testimoniato nel processo contro Pacciani, avrebbe confessato ad un giornalista, di essere sia Zodiac e sia il mostro di Firenze. Un solo uomo, dietro le gesta dei due sanguinari serial killer. Una rivelazione clamorosa. Ovviamente se confermata.  La magistratura indaga e attendiamo i risultati. Allo stato attuale, è possibile solo ragionare su elementi concreti, senza forzature. Il primo omicidio attribuito al mostro di Firenze, è del 21 agosto 1968. Il primo omicidio attribuito a Zodiac, è del 20 dicembre 1968. Quindi tra l'agosto e il dicembre 1968, negli Usa e in Italia, inizia l'attività di due serial killer. Esordio, che vede una vittimologia simile e l'uso di una pistola dello stesso calibro, 22. Zodiac uccide 5 persone, mentre due vittime riescono a salvarsi. Il suo ultimo omicidio confermato è del 11 ottobre 1969. Si sospetta che le vittime di Zodiac, possano essere molte di più. Nel corso della sua attività criminale, cambia la vittimologia ed inizia ad usare un coltello per uccidere. Ciò che più caratterizza Zodiac, sono le lettere di sfida che scrive alla stampa. Lettere datate fino al 1974. Lettere con una forte simbologia e con la presenza di messaggi cifrati. Precisamente 4, di cui tre rimasti senza soluzione. In due casi, Zodiac invia pezzi della camicia delle sue vittime. Zodiac è un serial killer che ha molto bisogno di “comunicare”, con forte senso di sfida e ironia. Nel 1974, Zodiac esce di scena, invece il mostro di Firenze torna ad uccidere. Dopo 6 anni. Il 14 settembre 1974, uccide Pasquale Gentilcore e Stefania Pettini. Prima spara alle vittime con un Beretta calibro 22, poi le sevizia con un coltello. Usa una violenza inaudita nel colpire la ragazza. Forse il segno di un bisogno di uccidere represso per anni. Passano altri 7 anni, il mostro di Firenze torna ad uccidere. Il 6 giugno 1981, uccide Giovanni Foggi e Carmela De Nuccio. Usa e userà sempre la stessa pistola e il coltello. Questa volta asporta il pube della ragazza. Il mostro torna ad uccidere nel ottobre 1981, nel giugno 1982, nel settembre 1983, nel luglio 1984 e nel settembre 1985. In 4 casi asporta il pube. In due anche il seno sinistro. Nel settembre 1985, il mostro di Firenze invia un pezzo del seno della sua ultima vittima, al sostituto procuratore della Repubblica Silvia Della Monica, che si era occupata del caso. Per i delitti del 1982, 1983,1984 e 1985, vengono condannati i “compagni di merende “. Ma i dubbi sono rimasti. I “compagni di merende “risultano poco credibili nei panni, lucidi e fisicamente prestanti, del mostro di Firenze. Le indagini non sono mai state chiuse. Ora si indaga sul collegamento tra Zodiac e il mostro di Firenze. Ci sono certamente spunti interessanti. Sia Zodiac che il mostro iniziano ad uccidere nel 1968. Entrambi usano la pistola per poi affiancare anche il coltello. Entrambi inviano alle autorità “trofei “ presi dalle vittime. Zodiac interrompe ogni attività nel 1974, il mostro di Firenze ricomincia ad uccidere nel 1974. Ci sono anche elementi di apparente differenza. Zodiac cambia la vittimologia e la pistola usata, il mostro no. Zodiac minaccia di amputare le vittime, il mostro invece compie le mutilazioni ma questa potrebbe essere una evoluzione e non una differenza. Zodiac scrive molte lettere, il mostro ha meno bisogno di comunicare, almeno non con la forma scritta. Il mostro compie un maggior numero di omicidi, tenendo conto delle vittime accertate. Zodiac appare più istrionico, il mostro più cupo. Resta il fatto che il mostro di Firenze ha carattere di unicità nella storia criminale italiana. Restando nel campo delle ipotesi, è da vagliare un possibile rapporto allievo maestro. L'unico modo per confermare o escludere il collegamento è lo studio incrociato dei reperti legati a Zodiac e al mostro di Firenze. Specialmente lo studio del materiale grafico prodotto dai due serial killer. Il DNA e le impronte digitali, possono degradarsi. La scrittura mantiene intatto il suo valore probatorio. Per ora non abbiamo nessuna certezza. O meglio, abbiamo la certezza che sono stati il nostro incubo peggiore. L'essenza del male. Ombre senza volto che hanno tormentato le nostre vite. Sono riusciti a sfuggire alla cattura, tanto da far credere di essere maligne entità invincibili. Abbiamo bisogno di vederli, di guardarli finire in carcere. Abbiamo bisogno di vedere il marchio di infamia che li rende diversi da noi, perché non possiamo accettare di appartenere allo stesso genere. Abbiamo bisogno dell'alba, dopo una notte di sangue durata 50 anni.


Credit foto www.youtube.com