Il SudEst

Monday
Nov 18th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sociale Sociale

The News

Salviamo le scuole delle isole minori

Salviamo le scuole delle isole minori

Redazionale

Questa petizione, indirizzata a Lorenzo Fioramonti,ha L’OBIETTIVO di chiedere una normativa adeguata ad affrontare i disagi quotidiani delle piccole isole per tutelare e garantire uno dei Diritti fondamentali della nostra Costituzione: IL DIRITTO ALLO STUDIO.  Vuole dar voce a tutti i genitori creando un clima di sano confronto per individuare SOLUZIONI.

Ustica è una piccola isola nel Mar Tirreno distante 36 miglia marine dal nostro capoluogo Palermo. Siamo privi di un cinema, di una struttura polisportiva, di un parco giochi funzionante, per non parlare di scuole di danza, scuola di musica, palestra; tutto ciò insomma che serve a sviluppare un’adeguata crescita fisica e psichica, stimolando e potenziando le attitudini personali di ciascuno. L’unico punto di riferimento che abbiamo è la scuola che dovrebbe garantire il diritto allo studio. Oggi questo diritto ci viene negato.

Da genitori non possiamo e non vogliamo che i nostri figli siano trattati come studenti di serie B per colpa di un sistema scolastico nazionale che non si cala nelle problematiche del territorio.

Le scuole isolane sono costantemente in emergenza per il reperimento di personale e ingarbugliate in una serie di paradossi che determinano disservizi continui.

Docenti non del luogo che a volte vengono nominati tardi e che cambiano annualmente, docenti nominati con completamento di cattedra in provincia, soggetti quindi a svolgere la didattica quando e se le condizioni meteo marine lo permettono, graduatorie d’istituto a cui non si può attingere per chiamare i supplenti finché il Provveditorato non termina le nomine, e nel caso specifico di quest’anno, personale ATA mancante a causa delle graduatorie esaurite e dell’impotenza da parte del Dirigente scolastico di poter ottemperare al disagio viste le attuali normative vigenti.

L’isolamento geografico è un deterrente fortissimo che determina la scelta delle scuole isolane,  da parte dei docenti e del personale ATA. Visto i disagi connessi soprattutto alla stagione invernale e alla mancanza di vantaggi rispetto alle scuole della terraferma, le scuole isolane rimangono le ultime della lista.

Chiediamo con questo appello un sistema di norme che si basi sui seguenti punti cardine che garantirebbero una costanza del personale scolastico. In particolare:

  1. la priorità all’interno delle graduatorie a chi risiede stabilmente nelle isole
  2. un assegnazione minima triennale per gli incarichi non di ruolo
  3. un sistema di incentivi, primo fra tutti la reintroduzione del doppio punteggio

 

E’ attualmente in discussione al parlamento un DDL sulle isole minori che prevede un articolo dedicato alla scuola, attualmente troppo generico e che abbiamo chiesto di emendare inserendo i punti precedenti. Sarà poi cura del MIUR intervenire nel dettaglio con un decreto attuativo.

Leggi tutto...
 

Regione Puglia. Antimafia sociale: 1,5 milioni di euro per Enti Locali e Terzo Settore

Regione Puglia. Antimafia sociale: 1,5 milioni di euro per Enti Locali e Terzo Settore

 

Ufficio stampa

Al via la consultazione on line sul Piano Triennale Prevenzione della criminalità e rafforzamento responsabilità sociale

Leggi tutto...

Gheddafi e la tragica estate del 1980

Gheddafi e la tragica estate del 1980

di PIERDOMENICO CORTE RUGGIERO

I rapporti tra l'Italia e Gheddafi, sono stati sempre complessi e controversi.

Leggi tutto...

Puglia & Aerospazio. L’aeroporto di Festival di Napoli 2019, Luca Maris conferma, ci saròdiventerà il primo spazio-porto d’Italia

Puglia & Aerospazio. L’aeroporto di Festival di Napoli 2019, Luca Maris conferma, ci saròdiventerà il primo spazio-porto d’Italia

 

di INES DIAZ*

Luca Maris, è un cantautore e produttore discografico italiano, personaggio pubblico, e da anni è una delle voci in Italia e nel mondo dell’hinterland napol...

Leggi tutto...

L'omicidio di Ines Orsaia, una storia persa

L'omicidio di Ines Orsaia, una storia persa

di PIERDOMENICO CORTE RUGGIERO

Nel lungo cammino della vita, capita che si perdono le persone, che si perdono le storie.

 

Leggi tutto...

Basta all’anonimato per offendere! Solidarietà per Liliana Segre

Basta all’anonimato per offendere! Solidarietà per Liliana Segre

Redazionale

Liliana Segre all’età di 14 anni è stata deportata nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, perché ebrea. Nel 2018 è stata nominata Senatrice ed ha p...

Leggi tutto...

Conferenza / "Eredità di un'ingiustizia"

Conferenza /

Redazionale

Tra le iniziative che aprono la ricorrenza del cinquantenario dalla strage di Piazza Fontana e dall'assassinio di Giuseppe Pinelli, segnaliamo questa ...

Leggi tutto...
Pagina 1 di 17