Il SudEst

Tuesday
May 22nd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Legalità Caporalato, Ferma condanna dichiarazioni tv consigliere comune Rutigliano

Caporalato, Ferma condanna dichiarazioni tv consigliere comune Rutigliano

Email Stampa PDF

Unione italiana dei lavoratori alimentari

Dichiarazione congiunta di Stefano Mantegazza, segretario generale Uila-Uil, e di Pietro Buongiorno, segretario regionale Uila Puglia

“Condanniamo le dichiarazioni rilasciate dal Consigliere del Municipio di Rutigliano, Vincenzo D’Amato e auspichiamo una netta presa di distanza da parte dell’intero Consiglio Comunale. Le parole di D’amato, infatti, oltre ad essere prive di qualsiasi rispetto del lavoratore in quanto essere umano e del lavoro svolto dai nostri braccianti nelle campagne di raccolta, sono ancor più gravi perché rilasciate non come aderente al Movimento Agricoltori, che stava protestando in Piazza Prefettura a Bari, ma nella sua veste politica di Consigliere del Comune”.

E’ quanto affermano Stefano Mantegazza, segretario generale Uila Uil e Pietro Buongiorno, segretario regionale Uila Puglia in seguito alla messa in onda, nella serata di ieri, alla trasmissione La Gabbia alla LA7del servizio giornalistico 'Il caporalato è la nostra fortuna!' l’affermazione choc dell’imprenditore pugliese".

“Paragonare il lavoro sotto il sole cocente e a temperature elevate, senza pensare al lavoro nelle serre dove le temperature diventano quasi inumane, alla “sauna ….per cui la gente paga" è veramente una sconfitta per chi ascolta e soprattutto per chi, come la Uila, crede, nella tutela dei lavoratori e da sempre lotta al loro fianco per farne rispettare i diritti” proseguono Mantegazza e Buongiorno. “Protestare contro una legge che si ritiene iniqua è assolutamente legittimo, seppur per noi della Uila non condivisibile. Ma canzonare lavoratori che affrontano anche centinaia di chilometri per raggiungere le nostre campagne, è da considerarsi ignobile”.