Il SudEst

Thursday
Dec 13th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Legalità “Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

Email Stampa PDF

di ANGELICA LABIANCA

In giro per la Puglia, diversi e interessanti appuntamenti per arricchire il nostro bagaglio culturale e deliziare i nostri sensi.


  • Polignano, Red Bull Cliff Diving

sabato 22 e 23 settembre

I campioni della stagione 2018 verranno incoronati nella casa del cliff diving europeo

L'evento verrà trasmesso in DIRETTA il 23 settembre alle 13:10 su www.redbullcliffdiving.com, Red Bull TV, Facebook, Youtube e Twitch.

Non c'è posto migliore di Polignano a Mare per il gran finale di questa decima stagione. Questa location, che ospiterà la World Series per la sesta volta in dieci anni, è forse la più inusuale: il punto da dove si tuffano gli atleti, sia uomini che donne, è infatti una terrazza privata, e per salire sulle due piattaforme, poste rispettivamente a 27 e a 21 metri dal Mar Adriatico, devono passare attraverso il salotto di un cittadino.

Fino alla prima vittoria della wildcard Alessandro De Rose, lo scorso anno, il primo posto in questo tipico paesino del Sud Italia era riservato a campioni del calibro di Duque, Silchenko e Hunt, che hanno preceduto il giovane e promettente tuffatore italiano.

Migliaia e migliaia di spettatori di tutte le età non perderanno nemmeno un secondo di azione, stregati dagli epici tuffi dei cliff diver, ma attratti anche dalle meraviglie culinarie del posto, dalla mozzarella al gelato, passando per il delizioso pesce crudo. Qui, del resto, le scogliere fanno parte della vita di tutti I giorni.

Luogo di nascita di Domenico Modugno, autore e interprete della celebre "Volare", è in provincia di Bari, Puglia, e conta poco più di 16000 abitanti. La suggestiva costa della regione si estende per oltre 750 km, e il capoluogo, Bari, è custode di musei, chiese, monumenti e un castello svevo, ed è dotato di strutture moderne come un aeroporto internazionale e un porto turistico e industriale, oltre a collegamenti ferroviari ad alta velocità.

Il clima estremamente piacevole rende questa regione il luogo ideale per sport e attività all'aria aperta tutto l'anno, grazie a percorsi per escursioni, piste ciclabili, maneggi, campi da golf, piscine, spiagge attrezzate per il windsurf, il kite surfing e la navigazione, che sono il fiore all'occhiello della proposta turistica e sportiva della Puglia. Scopri quanto è facile raggiungere la Puglia su www.weareinpuglia.it.

  • Bitonto, Programma settimanale della Libreria del Teatro

Dal 13 luglio al 28 settembre ogni venerdì

- Alle ore 20.00 e ore 21.30 Porta Baresana (partenza tour di 90 minuti)

“Bitonto Open Days”, visite guidate alla scoperta della bellezza della città.

A cura delle Coop Ulixes, Re Artù e Argo Puglia. Info ai numeri 080 3743487 e 333 4927688

  • Bitonto, Programma settimanale della Libreria del Teatro

SABATO 22 SETTEMBRE

- Alle 19.00 presso la Biblioteca Comunale a Palazzo Rogadeo - Via Giandonato Rogadeo, 52, Bitonto

Per il "Parco delle Arti" - PROGETTO COMUNALE BITONTO CITTA' DEI FESTIVAL: VIAGGI LETTERARI NEL BORGO - VII EDIZIONE

ALESSANDRO COBIANCHI presenterà il suo libro:

"Di versi diversi", Edizioni di Pagina

IL LIBRO:

“L’umorismo è la tenerezza della paura”. Nelle parole del disegnatore Mordillo l’intento di chi ha scritto questo libro. La diversità è il filo conduttore dei racconti che da di versi son diventati diversi. Una passeggiata fra i vicoli della vita con la voglia, nonostante tutto, di conservare leggerezza e ironia.

L'AUTORE:

Alessandro Cobianchi, è nato a Brindisi, vive tra Bari e il viaggio. Avvocato e formatore. Una vita nell’associazionismo e nelle forme organizzate della partecipazione. Impegnato da sempre sui temi della legalità democratica, delle migrazioni e dei diritti. Mantiene un approccio curioso e appassionato alle vite che incontra. Ha pubblicato saggi, articoli e ricerche sui temi dell’antimafia sociale, dei rifugiati, del carcere, e il racconto Primavera nella raccolta Non a caso (2017).

Ingresso libero

A cura del "Circolo dei lettori"

  • Conversano, "Artemisia e i pittori del Conte", la collezione di Giangirolamo II Acquaviva d'Aragaona

dal 14 aprile al 30 settembre

Si apre sabato prossimo 14 aprile a Conversano (Castello Normanno e Chiesa di San Giuseppe) la mostra “Artemisia e i pittori del Conte”. Organizzata dalla cooperativa Armida, a cura di Viviana Farina e Giacomo Lanzilotta con la collaborazione di Nicola Cleopazzo, Medaglia del Presidente della Repubblica, la mostra gode del sostegno di Regione Puglia, Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, Teatro Pubblico Pugliese - Consorzio per le Arti e la Cultura e il patrocinio della Città di Conversano, Città Metropolitana di Bari, FAI - Delegazione Puglia Italia Nostra - Delegazione Puglia; in collaborazione con Polo Biblio-Museale Salentino - Museo Sigismondo Castromediano di Lecce e la partecipazione di MIBACT, Direzione Generale Musei, Polo Museale della Puglia, SABAP-BA, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari , MIBACT, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e della Basilicata.

Una mostra molto attesa di sessanta (60) tele che celebra la collezione di Giangirolamo II Acquaviva d'Aragona anche con il ritorno in Puglia di opere provenienti da Musei e collezioni private; tra queste, Il Trionfo di Bacco, di Finoglio, conservato al Museo Nacional del Prado e un inedito dipinto di Artemisia Gentileschi (Caritas Romana), un quadro di stile caravaggesco di grande fascino, di cui si trova traccia nella collezione del conte. Si espone anche, nella prima sala del percorso, Fortitudine Pares, opera che giunge in Italia per la prima volta. E’ stata appositamente sottoposta ad un’attenta pulitura prima di lasciare il Museo della Cattedrale di Malta. Ancora di autore anonimo, è al momento oggetto di ricerca, come già in passato da parte di John Gash e Catherine Puglisi, della restauratrice e studiosa Roberta Lapucci, che ne valuta l’opportunità di attribuzione a Michelangelo Merisi il Caravaggio.

Aperta da sabato 14 sino al 30 settembre prossimo, la mostra è occasione straordinaria per scoprire i fasti della corte di Giangirolamo e di sua moglie Isabella Filomarino e momento di spessore per via di collaborazioni d’eccellenza con grandi Musei internazionali come il Muza di Malta e il Prado di Madrid. I responsabili preposti alla conservazione e tutela delle opere sono parte del comitato scientifico della mostra e hanno dunque partecipato all'ideazione scientifica del progetto. La dispersione storica della raccolta ha obbligato a lunghe ricerche. L'asta del 1978 ha disperso forse in modo irreparabile il nucleo superstite della raccolta Acquaviva-Ramunni, o per lo meno la buona parte del nucleo. Pur a conoscenza dell'ubicazione di almeno un paio di opere afferenti a questo ultimo gruppo, i curatori hanno puntato, piuttosto, al ritrovamento di pezzi non inclusi nel nucleo Acquaviva-Ramunni. Si è riusciti a rintracciare ben 5 opere acquisite in origine dal conte di Conversano. Si tratta di tele mai uscite dalla discendenza di Giangirolamo II e dunque di primaria importanza. ​Lo pensarono già gli eredi del conte tra 600 e 700, visto che i quadri non furono lasciati nella sede originale.

La collezione era in origine costituita da circa 500 oggetti, molti presumibilmente dispersi pochi anni dopo la morte di Giangirolamo II. Sino al 1938 nel Castello risultavano conservate solo 70 opere superstiti. Queste furono vendute a un privato dall'allora proprietario dell'immobile e del suo contenuto, il prof. Domenico Ramunni. Il professore tentò per circa trent’anni di far acquisire allo Stato le opere Acquaviva da lui intanto fatte restaurare oltre che custodite, ma le trattative non andarono mai a buon fine. La vendita fu conclusa con un privato di Roma e lo Stato non esercitò il diritto di prelazione, nonostante la formale, quanto corretta segnalazione agli uffici competenti inviata a firma del medesimo Ramunni. Fu dunque così che, solo successivamente a un'asta Semenzato del 1978, il Comune di Conversano ​ ​ebbe la lungimiranza di acquisire almeno le 10 Storie della Gerusalemme Liberata di Paolo Finoglio, da allora esposte nel Castello.

Il Castello ospiterà la maggiorparte degli oggetti prescelti, utili a riambientare i nomi degli artisti e i temi prescelti dall'originario proprietario. ​La Chiesa di San Giuseppe esporrà invece ​in tutto nove dipinti di grande formato, due dei quali provenienti dalla collezione Acquaviva d'Aragona.  ​Il percorso al Castello si articola in otto sale tematiche: Simboli e Pentimento; Santi patroni: Giovanni Battista e Girolamo; La Fuga in Egitto del cavalier Guido; Maestri caravaggeschi; Massimo Stanzione; Artemisia Gentileschi e Onofrio Palumbo; Sante e nudi; Baccanali e Battaglie. In queste è incluso Fortitudine Pares (Cupido e la Morte), dipinto proveniente dalle collezioni del Museo della Cattedrale di Malta, conservato sotto il nome di Battistello Caracciolo.

La chiesa di San Giuseppe, luogo legato alla contessa Isabella Filomarino, a pochi passi dal Castello, è la sede espositiva complementare al maniero: qui sono stati radunati i dipinti di maggiore dimensione, tra cui il Trionfo di Bacco di Finoglio (Museo del Prado), che ritorna a Conversano, come si scriveva, dopo circa 400 anni, e la copia di Paolo Veronese citata nel documento del 1666, rintracciata in Abruzzo, nei feudi degli Acquaviva d’Atri, testimone d’eccellenza della passione nutrita dal conte per la pittura veneta del ’500.

A coronamento, si potrà in parallelo avvantaggiarsi della visita alla chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano, la ‘Cappella Sistina’ di Paolo Finoglio, anch’essa voluta e decorata a spese di Giangirolamo e Isabella Acquaviva; e di una quarta tappa al Castello di Marchione, la residenza di villeggiatura della famiglia, che ancora custodisce i ritratti dei conti.

Info: www.artemisiaconversano.it

Orari, Prenotazioni e Contatti

CASTELLO DI CONVERSANO (PIAZZA DELLA CONCILIAZIONE) E CHIESA DI SAN GIUSEPPE (VIA SAN GIUSEPPE)

Orari della mostra

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00.

Chiusura: il lunedì non festivo.

Eventuali variazioni, orari prolungati e/o giornate di apertura straordinaria saranno comunicate su questo sito e sui canali social.

INFO E PRENOTAZIONI

Cooperativa ARMIDA – Servizi per la valorizzazione e la fruizione dei beni culturali

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

VISITE GUIDATE PER SCUOLE

Info e prenotazioni:          Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

VISITE GUIDATE PER GRUPPI

Info e prenotazioni:          Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

In foto:  Giovinazzo (Ba)