Il SudEst

Sunday
Jan 21st
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Inchiesta Inchiesta Inchiesta Onu riporta violazioni dei diritti umani in Eritrea

Inchiesta Onu riporta violazioni dei diritti umani in Eritrea

Email Stampa PDF

 

alt

Ohchr.org

Il governo di Eritrea è responsabile di violazioni sistematiche, diffuse e dei diritti umani che hanno creato un clima di paura in cui il dissenso è soffocato, una gran parte della popolazione è sottoposta a lavori forzati e al carcere, e centinaia di migliaia di profughi sono fuggiti dal Paese, secondo un rapporto delle Nazioni Unite pubblicato nei giorni scorsi. Some of these violations may constitute crimes against humanity. Alcune di queste violazioni possono costituire crimini contro l'umanità.

Citing an array of human rights violations on a scope and scale seldom witnessed elsewhere, the report by the UN Commission of Inquiry on Human Rights in Eritrea describes a totalitarian state bent on controlling Eritreans through a vast security apparatus that has penetrated all levels of society. Citando una serie di violazioni dei diritti umani di una portata e di dimensioni a cui di rado si è assistito altrove, il rapporto della commissione d'inchiesta dell'ONU per i diritti umani in Eritrea descrive uno stato totalitario proiettato al controllo degli eritrei attraverso un vasto apparato di sicurezza che si è insinuato in tutti i livelli della società.

“Information gathered through the pervasive control system is used in absolute arbitrariness to keep the population in a state of permanent anxiety,” the 500-page report says. "Le informazioni raccolte attraverso il sistema di controllo pervasivo sono usate arbitrariamente per mantenere la popolazione in uno stato di ansia permanente": nel rapporto di 500 pagine si legge: “It is not law that rules Eritreans – but fear.” "Non è la legge che governa gli eritrei, ma la paura"

The release of the report comes as the international community, particularly governments in Europe, North Africa and the Middle East, struggles to cope with a growing exodus of refugees, asylum seekers and migrants across the Mediterranean and along other irregular routes. I risultati del rapporto si presentano alla comunità internazionale, in particolare i governi in Europa, Nord Africa e del Medio Oriente, per far fronte a un esodo crescente di rifugiati, richiedenti asilo e migranti attraverso il Mediterraneo e lungo altre vie irregolari. Many of them are Eritreans, a significant proportion of whom fall victim to human traffickers while trying to reach Europe. Molti di loro sono eritrei, una parte significativa dei quali sono vittime di trafficanti di esseri umani nel tentativo di raggiungere l'Europa. The UN refugee agency placed the number of Eritreans under its concern outside the country at more than 357,400 in mid-2014. L'UNHCR posto il numero di eritrei sotto la sua preoccupazione al di fuori del paese a più di 357.400 a metà del 2014.

The report strongly urges continued international protection for Eritrean refugees fleeing human rights violations, and warns against sending them back to danger in a country that punishes anyone who tries to leave without permission. Il rapporto sollecita fortemente la protezione internazionale dei rifugiati eritrei in fuga da violazioni dei diritti umani, e mette in guardia contro il rimpatrio nel paese di origine perché sussiste il pericolo che, quei paesi, puniscano chiunque cerchi di lasciarlo senza permesso.

“Faced with a seemingly hopeless situation they feel powerless to change, hundreds of thousands of Eritreans are fleeing their country,” the report says. "Di fronte a una situazione apparentemente senza speranza si sentono impotenti a cambiare, centinaia di migliaia di eritrei fuggono il loro paese", dice il rapporto. “In desperation, they resort to deadly escape routes through deserts and neighbouring war-torn countries and across dangerous seas in search of safety. "In preda alla disperazione, ricorrono a vie di fuga mortali attraverso deserti e paesi in guerra vicini e per mari pericolosi in cerca di sicurezza. They risk capture, torture and death at the hands of ruthless human traffickers. Rischiano la cattura, la tortura e la morte per mano dei trafficanti di esseri umani senza scrupoli. To ascribe their decision to leave solely to economic reasons is to ignore the dire situation of human rights in Eritrea and the very real suffering of its people. Per attribuire la loro decisione di lasciare alla sola motivi economici è quello di ignorare la terribile situazione dei diritti umani in Eritrea e la reale sofferenza della sua gente. Eritreans are fleeing severe human rights violations in their country and are in need of international protection.” Eritrei fuggono da gravi violazioni dei diritti umani nel loro paese e hanno bisogno di protezione internazionale ".

The commission of inquiry was established by the UN Human Rights Council in June 2014 to conduct an investigation of all alleged violations of human rights in Eritrea, including: extrajudicial killings; La commissione d'inchiesta è stata istituita dal Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite del giugno 2014 per condurre un'indagine di tutte le presunte violazioni dei diritti umani in Eritrea, tra cui: esecuzioni extragiudiziali; enforced disappearances; sparizioni forzate; arbitrary arrest and detention; arresti arbitrari e la detenzione; torture and inhumane prison conditions; torture e inumane condizioni carcerarie; violations of freedom of expression and opinion; violazioni della libertà di espressione e di opinione; freedom of association and assembly; libertà di associazione e di riunione; freedom of religion and belief; la libertà di religione e di credo; freedom of movement; libertà di circolazione; and forced military conscription. e costretto coscrizione militare.

The three-member commission is chaired by Mr. Mike Smith (Australia), with Mr. Victor Dankwa (Ghana), and Ms. Sheila B. Keetharuth (Mauritius), who also serves as the UN Special Rapporteur on the situation of human rights in Eritrea, as commissioners. La commissione di tre membri è presieduta dal Sig Mike Smith (Australia), con il signor Victor Dankwa (Ghana), e la signora Sheila B. Keetharuth (Mauritius), che serve anche come il Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani in Eritrea, come commissari.

Announcing the release of the report Monday, Ms. Keetharuth urged renewed commitment from the international community to help end the climate of fear in Eritrea. Annunciando il rilascio del rapporto Lunedi scorso, la signora Keetharuth ha sollecitato un rinnovato impegno della comunità internazionale per aiutare a porre fine al clima di paura in Eritrea.

“With the end of the commission's investigations and the publication of this report detailing our findings on human rights violations in Eritrea, I look forward to a renewed commitment by the international community to address the justice deficit and to support our call for a restoration of the rule of law,” she said. "Con la fine delle indagini della commissione e la pubblicazione di questo rapporto dettagliato i nostri risultati sulle violazioni dei diritti umani in Eritrea, ci auguriamo un rinnovato impegno della comunità internazionale per affrontare il deficit di giustizia e di sostenere la nostra richiesta di un ripristino della Stato di diritto ", ha detto. “Rule by fear – fear of indefinite conscription, of arbitrary and incommunicado detention, of torture and other human rights violations – must end.” "Regola dalla paura - la paura di arruolamento a tempo indeterminato, di violazioni arbitrarie e detenzione in isolamento, di tortura e di altri diritti umani - deve finire."

The commission is scheduled to formally present its report to the UN Human Rights Council on June 23 in Geneva. La commissione è prevista per presentare ufficialmente la sua relazione al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite il 23 giugno a Ginevra.

Eritrean authorities ignored repeated requests by the commission for direct access to the country as well as for information. Le Autorità eritree hanno ignorato le ripetute richieste da parte della commissione per l'accesso diretto al paese, nonché la richiesta di informazioni. The commission travelled to eight other countries and carried out some 550 confidential interviews with Eritrean witnesses who had fled the Horn of Africa nation. La commissione si è recata in altri otto paesi e ha effettuato circa 550 interviste confidenziali con i testimoni eritrei fuggiti del Corno d'Africa. In addition, it received some 160 written submissions. Inoltre, ha ricevuto circa 160 contributi scritti.

The report says fear of reprisals, even among witnesses now in third countries, was a major challenge. Secondo il rapporto, il timore di rappresaglie, anche tra i testimoni ora nei paesi terzi, è stata una grande sfida.

“Many potential witnesses residing outside Eritrea were afraid to testify, even on a confidential basis, because they assumed they were still being clandestinely monitored by the authorities and therefore feared for their safety and for family members back in Eritrea,” the report says. "Molti potenziali testimoni che risiedono al di fuori dell’Eritrea avevano paura di testimoniare, anche in via riservata, perché presumevano essere ancora clandestinamente monitorati da parte delle autorità e quindi temevano per la loro sicurezza e per i familiari in Eritrea", dice il rapporto.

The report notes that the initial promise of democracy and rule of law that came with Eritrea's independence in 1991 has been extinguished by the Government under the pretext of national defence. La relazione rileva che la promessa iniziale di democrazia e Stato di diritto che è venuto con l'indipendenza dell'Eritrea, nel 1991 è stata spenta dal Governo con il pretesto della difesa nazionale.

“The commission finds that systematic, widespread and gross human rights violations have been and are being committed by the Government of Eritrea and that there is no accountability for them,” it says. "La Commissione ritiene che le violazioni sistematiche, diffuse e dei diritti umani sono stati e vengono commessi dal governo di Eritrea e che non vi è alcuna responsabilità per loro", dice. “The enjoyment of rights and freedoms are severely curtailed in an overall context of a total lack of rule of law. "Il godimento dei diritti e delle libertà sono gravemente ridotte in un contesto globale di una totale mancanza di stato di diritto. The commission also finds that the violations in the areas of extrajudicial executions, torture (including sexual torture), national service and forced labour may constitute crimes against humanity. La Commissione rileva inoltre che le violazioni in materia di esecuzioni extragiudiziali, torture (comprese la tortura sessuale), il servizio nazionale e del lavoro forzato possono costituire crimini contro l'umanità. The commission emphasizes that its present findings should not be interpreted as a conclusion that international crimes have not been committed in other areas.” La Commissione sottolinea che i suoi risultati attuali non devono essere interpretate come una conclusione che i crimini internazionali non sono stati commessi in altri settori. "

The report lists the main perpetrators of these violations as the Eritrean Defence Forces, in particular the Eritrean Army; Il rapporto elenca i principali responsabili di tali violazioni, come le Forze di Difesa eritrei, in particolare l'esercito eritreo; the National Security Office; il servizio di sicurezza nazionale; the Eritrean Police Forces; Forze di Polizia eritrei; the Ministry of Information; il Ministero dell'Informazione; the Ministry of Justice; il Ministero della Giustizia; the Ministry of Defence; il Ministero della Difesa; the People's Front for Democracy and Justice (PFDJ); il Fronte Popolare per la Democrazia e la Giustizia (PFDJ); the Office of the President; l'Ufficio del Presidente; and the President. e il presidente.

The report describes the repressive systems used by the Government to control, silence and isolate individuals, including a pervasive domestic surveillance network in which neighbours spy on neighbours and even family members mistrust each other. La relazione descrive i sistemi repressivi utilizzati dal governo per il controllo, il silenzio e isolare gli individui, tra cui una rete pervasiva di sorveglianza nazionale in cui i vicini spiano i vicini e anche i membri della famiglia diffidano l'uno dall'altro.

“As a result of this mass surveillance, Eritreans live in constant fear that their conduct is or may be monitored by security agents and that information gathered may be used against them, leading to arbitrary arrest, detention, torture, disappearance or death,” it says. "Come risultato di questa sorveglianza di massa, eritrei vivono nella paura costante che il loro comportamento sia o possa essere monitorato da agenti della sicurezza e che le informazioni raccolte possono essere utilizzate contro di loro, portando ad arresti arbitrari, detenzione, la tortura, la scomparsa o la morte", si dice.

The judicial system in the country lacks independence and the administration of justice is “completely deficient,” the report says. Il sistema giudiziario del paese manca di indipendenza e l'amministrazione della giustizia è "del tutto carente", dice il rapporto. Arbitrary detention is ubiquitous and conditions of detention in the country's vast network of jails are extremely harsh. Detenzione arbitraria è onnipresente e le condizioni di detenzione nella vasta rete del paese di prigioni sono estremamente dure. Holding prisoners incommunicado is a widespread practice, and many detainees simply disappear. Tenendo detenuti incommunicado è una pratica molto diffusa, e molti detenuti semplicemente scompaiono. In addition, many detainees have no idea why they are being held, nor of the length of their imprisonment. Inoltre, molti detenuti hanno alcuna idea del perché essi sono detenuti, né dalla durata della loro detenzione.

“The commission finds that the use of torture is so widespread that it can only conclude it is a policy of the Government to encourage its use for the punishment of individuals perceived as opponents to its rule and for the extraction of confessions,” the report says. "La Commissione ritiene che l'uso della tortura è talmente diffuso che si può concludere solo si tratta di una politica del governo per incoraggiare il suo utilizzo per la punizione di individui percepiti come oppositori alla sua regola e per l'estrazione di confessioni", afferma la relazione . “Monitoring of detention centres is non-existent and perpetrators are never brought to justice.” "Monitoraggio dei centri di detenzione è inesistente e gli autori non sono mai assicurati alla giustizia."

The report also describes how the Government, under the pretext of defending the integrity of the State and ensuring national self-sufficiency, has subjected much of the population to open-ended national service, either in the army or through the civil service. Il rapporto descrive inoltre come il governo, con il pretesto di difendere l'integrità dello Stato e garantire autosufficienza nazionale, ha sottoposto gran parte della popolazione a tempo indeterminato servizio nazionale, sia nell'esercito o attraverso il servizio civile. When they turn 18 or even before, all Eritreans are conscripted. Quando girano 18 o anche prima, tutti gli eritrei sono arruolati. While national service is supposed to last 18 months, in reality conscripts end up serving for an indefinite period, often for years in harsh and inhumane conditions. Mentre il servizio nazionale dovrebbe durare 18 mesi, in coscritti realtà finiscono per servire a tempo indeterminato, spesso per anni in condizioni difficili e disumane.

Thousands of conscripts are subjected to forced labour that effectively abuses, exploits and enslaves them for years. Migliaia di coscritti sono sottoposti al lavoro forzato che effettivamente abusi, exploit e li rende schiavo per anni. Women conscripts are at extreme risk of sexual violence during national service. Coscritti donne sono a rischio estremo di violenza sessuale durante il servizio militare.

Many others – detainees, students, members of the militia - are also subjected to forced labour: “The use of forced labour is so prevalent in Eritrea that all sectors of the economy rely on it and all Eritreans are likely to be subject to it at one point in their lives,” the report says. Molti altri - detenuti, studenti, membri della milizia - vengono sottoposti a lavoro forzato: "L'uso del lavoro forzato è così prevalente in Eritrea che tutti i settori dell'economia si basano su di esso e tutti gli eritrei sono suscettibili di essere soggette ad essa a un certo punto della loro vita ", dice il rapporto.

“The commission concludes that forced labour in this context is a practice similar to slavery in its effects and, as such, is prohibited under international human rights law.” "La Commissione ha concluso che il lavoro forzato in questo contesto è una pratica simile alla schiavitù nei suoi effetti e, come tale, è vietato dal diritto internazionale dei diritti umani." (tradotto da gt)

Il aura été le seul à le dire aussi nettement. Samedi après midi, il est déjà bien tard quand Emmanuel Maurel dit son refus de voir le congrès de Poitiers se terminer « sans un mot, une déclaration de solidarité par rapport au peuple grec durement éprouvé par des politiques d'austérité et qui souffre dans sa chair, rançonné par le FMI et la Troïka » . Sarà stato l'unico a dirlo chiaramente. Sabato pomeriggio, è già molto tardi, quando Emmanuel Maurel ha affermato di bocciare l’idea che il Congresso di Poitiers si è concluso "senza dire una parola, una dichiarazione di solidarietà contro il duro colpo al popolo greco dalle politiche di austerità e che soffre nella sua carne, riattata dal FMI e dalla Troika ".

La veille, les congressistes avaient discuté d'une résolution sur l'Europe si insipide qu'elle ne comportait qu'une vague allusion à la Grèce. Il giorno precedente, i delegati avevano discusso una risoluzione sull’ Europa, in modo blando che conteneva solo una vaga allusione alla Grecia. Et Georges Papandreou, l'ancien Premier ministre grec et à ce titre l'un des principaux responsables de la « situation terrible et inacceptable » faite aux Grecs, figuraient parmi les invités d'honneur d'un dîner de gala organisé à la mairie de Poitiers. E George Papandreou, ex primo ministro greco e uno dei principali responsabili della "situazione terribile e inaccettabile" contro i greci, sono stati tra gli ospiti d'onore alla cena di gala tenutasi presso il Padiglione Poitiers. Le (toujours) président l'Internationale socialiste s'en était même vanté sur son compte Twitter... Là (ancora) il presidente socialista è stato anche vantato sul suo account Twitter ...

C'est donc sous un tonnerre d'applaudissements, qui claquent comme autant de défis à Solferino et au gouvernement, qu'Emmanuel Maurel lance à la fin de son intervention : « Soyons socialiste, soutenons Syriza, soutenons les Grecs qui luttent pour leur liberté. Quindi sotto un tuono di applausi, applausi le sfide a Solferino e al governo, lanciata alla fine del suo discorso da Emmanuel Maurel: «Cerchiamo di essere socialisti, sosteniamo Syriza, sosteniamo i greci in lotta per la loro libertà . » "

Le 77eme congrès du PS ronronnait avant que l'ancien candidat de l'aile gauche au congrès de Toulouse (novembre 2012) monte à la tribune. Il congresso 77a del fusa PS prima l'ex candidato della sinistra al congresso di Tolosa (Novembre 2012) è salito alla tribuna. A midi, Manuel Valls avait lu pendant 54 minutes un discours évitant soigneusement les sujets qui fâchent. A mezzogiorno, Manuel Valls aveva letto per 54 minuti un discorso evitando accuratamente temi sensibili. Ignorando anche Ignorant aussi la désaffection des électeurs.la disaffezione degli elettori al voto e alla politica socialista. Son oraison s'était achevée par une Marseillaise au garde-à-vous. L’intervento si è concluso con la Marsigliese . Après la pause déjeuner, les orateurs des différentes motion avaient repris leur ballet avec 1h15 de retard sur l'horaire prévu, mais parvenir à arracher plus quelquees mouvements d'une salle qui se vidait progressivement. Dopo la pausa pranzo, i relatori delle diverse mozioni hanno ripresero i loro interventi con 1:15 di ritardo sui tempi previsti, parlando in un’aula che andava progressivamente svuotandosi. Et c'est à 17h30 passé qu'Emmanuel Maurel croisait sur scène François Rebsamen. Ed è a 17.30 che appare Emmanuel Maurel sul ​​palco.

D'un ton posé mais ferme , Emmanuel Maurel note que le congrès manque complètement « les urgences » économique et sociales, politique et démocratique. Con un tono calmo ma fermo, Emmanuel Maurel constata che dal Congresso è completamente assente ogni riferimento alla "emergenza" economica e sociale, politica e democratica. Il ironise sur ceux qui depuis le début du congrès relativisent les quatre défaites électorales successives « en disant à chaque fois que c'est mieux que si c'était pire » . Egli deride coloro che fin dall'inizio del congresso relativizzano quattro sconfitte elettorali consecutive ", dicendo ogni volta è meglio se si stava peggio". Il dit son désaccord avec « ceux qui disent que le cap est bon, le problème c'est que les Français ne voient pas les résultats » . Ha detto che non era d'accordo con "quelli che dicono che il corso è buono, il problema è che i francesi non vedono i risultati."

Surtout, seul de tous les orateurs, il s'étonne de n'entendre discuter que réforme fiscale et non du niveau des salaires, un vrai « problème » : « Oui il faut agir sur les salaires, agir sur le Smic, lever le gel du point d'indice sur les salaires des fonctionnaires, qui ne sont pas des nantis. In particolare, solo tra tutti gli oratori, si dichiara sorpreso di sentire discutere di riforma fiscale e non del livello dei salari, il vero e proprio "problema", "Si dobbiamo agire sui salari agire sul salario minimo, sollevare il blocco al punto indice sugli stipendi dei funzionari che non sono ricchi. » Il ironise encore sur un passage du discours du Premier ministre, allant jusqu'à pointer le double discours de la direction du PS : "Ha anche scherzato su un passaggio del discorso del presidente del Consiglio, fino a puntare il doppio discorso del PS:

« Manuel Valls a dit être très attentif à ce que disent les socialistes.

Citing an array of human rights violations on a scope and scale seldom witnessed elsewhere, the report by the UN Commission of Inquiry on Human Rights in Eritrea describes a totalitarian state bent on controlling Eritreans through a vast security apparatus that has penetrated all levels of society. Citando una serie di violazioni dei diritti umani di una portata e di dimensioni a cui di rado si è assistito altrove, il rapporto della commissione d'inchiesta dell'ONU per i diritti umani in Eritrea descrive uno stato totalitario proiettato al controllo degli eritrei attraverso un vasto apparato di sicurezza che si è insinuato in tutti i livelli della società.

“Information gathered through the pervasive control system is used in absolute arbitrariness to keep the population in a state of permanent anxiety,” the 500-page report says. "Le informazioni raccolte attraverso il sistema di controllo pervasivo sono usate arbitrariamente per mantenere la popolazione in uno stato di ansia permanente": nel rapporto di 500 pagine si legge: “It is not law that rules Eritreans – but fear.” "Non è la legge che governa gli eritrei, ma la paura"

The release of the report comes as the international community, particularly governments in Europe, North Africa and the Middle East, struggles to cope with a growing exodus of refugees, asylum seekers and migrants across the Mediterranean and along other irregular routes. I risultati del rapporto si presentano alla comunità internazionale, in particolare i governi in Europa, Nord Africa e del Medio Oriente, per far fronte a un esodo crescente di rifugiati, richiedenti asilo e migranti attraverso il Mediterraneo e lungo altre vie irregolari. Many of them are Eritreans, a significant proportion of whom fall victim to human traffickers while trying to reach Europe. Molti di loro sono eritrei, una parte significativa dei quali sono vittime di trafficanti di esseri umani nel tentativo di raggiungere l'Europa. The UN refugee agency placed the number of Eritreans under its concern outside the country at more than 357,400 in mid-2014. L'UNHCR posto il numero di eritrei sotto la sua preoccupazione al di fuori del paese a più di 357.400 a metà del 2014.

The report strongly urges continued international protection for Eritrean refugees fleeing human rights violations, and warns against sending them back to danger in a country that punishes anyone who tries to leave without permission. Il rapporto sollecita fortemente la protezione internazionale dei rifugiati eritrei in fuga da violazioni dei diritti umani, e mette in guardia contro il rimpatrio nel paese di origine perché sussiste il pericolo che, quei paesi, puniscano chiunque cerchi di lasciarlo senza permesso.

“Faced with a seemingly hopeless situation they feel powerless to change, hundreds of thousands of Eritreans are fleeing their country,” the report says. "Di fronte a una situazione apparentemente senza speranza si sentono impotenti a cambiare, centinaia di migliaia di eritrei fuggono il loro paese", dice il rapporto. “In desperation, they resort to deadly escape routes through deserts and neighbouring war-torn countries and across dangerous seas in search of safety. "In preda alla disperazione, ricorrono a vie di fuga mortali attraverso deserti e paesi in guerra vicini e per mari pericolosi in cerca di sicurezza. They risk capture, torture and death at the hands of ruthless human traffickers. Rischiano la cattura, la tortura e la morte per mano dei trafficanti di esseri umani senza scrupoli. To ascribe their decision to leave solely to economic reasons is to ignore the dire situation of human rights in Eritrea and the very real suffering of its people. Per attribuire la loro decisione di lasciare alla sola motivi economici è quello di ignorare la terribile situazione dei diritti umani in Eritrea e la reale sofferenza della sua gente. Eritreans are fleeing severe human rights violations in their country and are in need of international protection.” Eritrei fuggono da gravi violazioni dei diritti umani nel loro paese e hanno bisogno di protezione internazionale ".

The commission of inquiry was established by the UN Human Rights Council in June 2014 to conduct an investigation of all alleged violations of human rights in Eritrea, including: extrajudicial killings; La commissione d'inchiesta è stata istituita dal Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite del giugno 2014 per condurre un'indagine di tutte le presunte violazioni dei diritti umani in Eritrea, tra cui: esecuzioni extragiudiziali; enforced disappearances; sparizioni forzate; arbitrary arrest and detention; arresti arbitrari e la detenzione; torture and inhumane prison conditions; torture e inumane condizioni carcerarie; violations of freedom of expression and opinion; violazioni della libertà di espressione e di opinione; freedom of association and assembly; libertà di associazione e di riunione; freedom of religion and belief; la libertà di religione e di credo; freedom of movement; libertà di circolazione; and forced military conscription. e costretto coscrizione militare.

The three-member commission is chaired by Mr. Mike Smith (Australia), with Mr. Victor Dankwa (Ghana), and Ms. Sheila B. Keetharuth (Mauritius), who also serves as the UN Special Rapporteur on the situation of human rights in Eritrea, as commissioners. La commissione di tre membri è presieduta dal Sig Mike Smith (Australia), con il signor Victor Dankwa (Ghana), e la signora Sheila B. Keetharuth (Mauritius), che serve anche come il Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani in Eritrea, come commissari.

Announcing the release of the report Monday, Ms. Keetharuth urged renewed commitment from the international community to help end the climate of fear in Eritrea. Annunciando il rilascio del rapporto Lunedi scorso, la signora Keetharuth ha sollecitato un rinnovato impegno della comunità internazionale per aiutare a porre fine al clima di paura in Eritrea.

“With the end of the commission's investigations and the publication of this report detailing our findings on human rights violations in Eritrea, I look forward to a renewed commitment by the international community to address the justice deficit and to support our call for a restoration of the rule of law,” she said. "Con la fine delle indagini della commissione e la pubblicazione di questo rapporto dettagliato i nostri risultati sulle violazioni dei diritti umani in Eritrea, ci auguriamo un rinnovato impegno della comunità internazionale per affrontare il deficit di giustizia e di sostenere la nostra richiesta di un ripristino della Stato di diritto ", ha detto. “Rule by fear – fear of indefinite conscription, of arbitrary and incommunicado detention, of torture and other human rights violations – must end.” "Regola dalla paura - la paura di arruolamento a tempo indeterminato, di violazioni arbitrarie e detenzione in isolamento, di tortura e di altri diritti umani - deve finire."

The commission is scheduled to formally present its report to the UN Human Rights Council on June 23 in Geneva. La commissione è prevista per presentare ufficialmente la sua relazione al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite il 23 giugno a Ginevra.

Eritrean authorities ignored repeated requests by the commission for direct access to the country as well as for information. Le Autorità eritree hanno ignorato le ripetute richieste da parte della commissione per l'accesso diretto al paese, nonché la richiesta di informazioni. The commission travelled to eight other countries and carried out some 550 confidential interviews with Eritrean witnesses who had fled the Horn of Africa nation. La commissione si è recata in altri otto paesi e ha effettuato circa 550 interviste confidenziali con i testimoni eritrei fuggiti del Corno d'Africa. In addition, it received some 160 written submissions. Inoltre, ha ricevuto circa 160 contributi scritti.

The report says fear of reprisals, even among witnesses now in third countries, was a major challenge. Secondo il rapporto, il timore di rappresaglie, anche tra i testimoni ora nei paesi terzi, è stata una grande sfida.

“Many potential witnesses residing outside Eritrea were afraid to testify, even on a confidential basis, because they assumed they were still being clandestinely monitored by the authorities and therefore feared for their safety and for family members back in Eritrea,” the report says. "Molti potenziali testimoni che risiedono al di fuori dell’Eritrea avevano paura di testimoniare, anche in via riservata, perché presumevano essere ancora clandestinamente monitorati da parte delle autorità e quindi temevano per la loro sicurezza e per i familiari in Eritrea", dice il rapporto.

The report notes that the initial promise of democracy and rule of law that came with Eritrea's independence in 1991 has been extinguished by the Government under the pretext of national defence. La relazione rileva che la promessa iniziale di democrazia e Stato di diritto che è venuto con l'indipendenza dell'Eritrea, nel 1991 è stata spenta dal Governo con il pretesto della difesa nazionale.

“The commission finds that systematic, widespread and gross human rights violations have been and are being committed by the Government of Eritrea and that there is no accountability for them,” it says. "La Commissione ritiene che le violazioni sistematiche, diffuse e dei diritti umani sono stati e vengono commessi dal governo di Eritrea e che non vi è alcuna responsabilità per loro", dice. “The enjoyment of rights and freedoms are severely curtailed in an overall context of a total lack of rule of law. "Il godimento dei diritti e delle libertà sono gravemente ridotte in un contesto globale di una totale mancanza di stato di diritto. The commission also finds that the violations in the areas of extrajudicial executions, torture (including sexual torture), national service and forced labour may constitute crimes against humanity. La Commissione rileva inoltre che le violazioni in materia di esecuzioni extragiudiziali, torture (comprese la tortura sessuale), il servizio nazionale e del lavoro forzato possono costituire crimini contro l'umanità. The commission emphasizes that its present findings should not be interpreted as a conclusion that international crimes have not been committed in other areas.” La Commissione sottolinea che i suoi risultati attuali non devono essere interpretate come una conclusione che i crimini internazionali non sono stati commessi in altri settori. "

The report lists the main perpetrators of these violations as the Eritrean Defence Forces, in particular the Eritrean Army; Il rapporto elenca i principali responsabili di tali violazioni, come le Forze di Difesa eritrei, in particolare l'esercito eritreo; the National Security Office; il servizio di sicurezza nazionale; the Eritrean Police Forces; Forze di Polizia eritrei; the Ministry of Information; il Ministero dell'Informazione; the Ministry of Justice; il Ministero della Giustizia; the Ministry of Defence; il Ministero della Difesa; the People's Front for Democracy and Justice (PFDJ); il Fronte Popolare per la Democrazia e la Giustizia (PFDJ); the Office of the President; l'Ufficio del Presidente; and the President. e il presidente.

The report describes the repressive systems used by the Government to control, silence and isolate individuals, including a pervasive domestic surveillance network in which neighbours spy on neighbours and even family members mistrust each other. La relazione descrive i sistemi repressivi utilizzati dal governo per il controllo, il silenzio e isolare gli individui, tra cui una rete pervasiva di sorveglianza nazionale in cui i vicini spiano i vicini e anche i membri della famiglia diffidano l'uno dall'altro.

“As a result of this mass surveillance, Eritreans live in constant fear that their conduct is or may be monitored by security agents and that information gathered may be used against them, leading to arbitrary arrest, detention, torture, disappearance or death,” it says. "Come risultato di questa sorveglianza di massa, eritrei vivono nella paura costante che il loro comportamento sia o possa essere monitorato da agenti della sicurezza e che le informazioni raccolte possono essere utilizzate contro di loro, portando ad arresti arbitrari, detenzione, la tortura, la scomparsa o la morte", si dice.

The judicial system in the country lacks independence and the administration of justice is “completely deficient,” the report says. Il sistema giudiziario del paese manca di indipendenza e l'amministrazione della giustizia è "del tutto carente", dice il rapporto. Arbitrary detention is ubiquitous and conditions of detention in the country's vast network of jails are extremely harsh. Detenzione arbitraria è onnipresente e le condizioni di detenzione nella vasta rete del paese di prigioni sono estremamente dure. Holding prisoners incommunicado is a widespread practice, and many detainees simply disappear. Tenendo detenuti incommunicado è una pratica molto diffusa, e molti detenuti semplicemente scompaiono. In addition, many detainees have no idea why they are being held, nor of the length of their imprisonment. Inoltre, molti detenuti hanno alcuna idea del perché essi sono detenuti, né dalla durata della loro detenzione.

“The commission finds that the use of torture is so widespread that it can only conclude it is a policy of the Government to encourage its use for the punishment of individuals perceived as opponents to its rule and for the extraction of confessions,” the report says. "La Commissione ritiene che l'uso della tortura è talmente diffuso che si può concludere solo si tratta di una politica del governo per incoraggiare il suo utilizzo per la punizione di individui percepiti come oppositori alla sua regola e per l'estrazione di confessioni", afferma la relazione . “Monitoring of detention centres is non-existent and perpetrators are never brought to justice.” "Monitoraggio dei centri di detenzione è inesistente e gli autori non sono mai assicurati alla giustizia."

The report also describes how the Government, under the pretext of defending the integrity of the State and ensuring national self-sufficiency, has subjected much of the population to open-ended national service, either in the army or through the civil service. Il rapporto descrive inoltre come il governo, con il pretesto di difendere l'integrità dello Stato e garantire autosufficienza nazionale, ha sottoposto gran parte della popolazione a tempo indeterminato servizio nazionale, sia nell'esercito o attraverso il servizio civile. When they turn 18 or even before, all Eritreans are conscripted. Quando girano 18 o anche prima, tutti gli eritrei sono arruolati. While national service is supposed to last 18 months, in reality conscripts end up serving for an indefinite period, often for years in harsh and inhumane conditions. Mentre il servizio nazionale dovrebbe durare 18 mesi, in coscritti realtà finiscono per servire a tempo indeterminato, spesso per anni in condizioni difficili e disumane.

Thousands of conscripts are subjected to forced labour that effectively abuses, exploits and enslaves them for years. Migliaia di coscritti sono sottoposti al lavoro forzato che effettivamente abusi, exploit e li rende schiavo per anni. Women conscripts are at extreme risk of sexual violence during national service. Coscritti donne sono a rischio estremo di violenza sessuale durante il servizio militare.

Many others – detainees, students, members of the militia - are also subjected to forced labour: “The use of forced labour is so prevalent in Eritrea that all sectors of the economy rely on it and all Eritreans are likely to be subject to it at one point in their lives,” the report says. Molti altri - detenuti, studenti, membri della milizia - vengono sottoposti a lavoro forzato: "L'uso del lavoro forzato è così prevalente in Eritrea che tutti i settori dell'economia si basano su di esso e tutti gli eritrei sono suscettibili di essere soggette ad essa a un certo punto della loro vita ", dice il rapporto.

“The commission concludes that forced labour in this context is a practice similar to slavery in its effects and, as such, is prohibited under international human rights law.” "La Commissione ha concluso che il lavoro forzato in questo contesto è una pratica simile alla schiavitù nei suoi effetti e, come tale, è vietato dal diritto internazionale dei diritti umani." (tradotto da gt)