Il SudEst

Thursday
Dec 12th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Inchiesta Inchiesta Bolivia: gli squadristi a caccia dei socialisti

Bolivia: gli squadristi a caccia dei socialisti

Email Stampa PDF

 


Rete solidarietà Rivoluzione Boliviana

La estrema destra ha sferrato una offensiva fatta di violenza e caos contro il presidente socialista Evo Morales per tentare un golpe violento.

 


Squadracce in moto e a piedi agiscono armate di bastoni e armi da fuoco in molte località del paese a caccia di militanti socialisti ed indigeni.

 

Oltre a diversi morti e feriti molto gravi già negli ospedali, il caso di ieri ha fatto scalpore.
Un gruppo a volto coperto ha attaccato la sindaca socialista di Vinto gettandola a terra, malmenandola, tagliandole i capelli e cospargendola di vernice.


Successivamente è stata portata in giro per coprirla di insulti.

Nella prima parte del video la sindaca afferma: "se volete potete anche uccidermi, ma non mi tapperete la bocca. Come ho detto già in passato, per questo processo rivoluzionario sono disposta a dare la vita".

Il leader di questo movimento violento è tale Camacho, formatosi nei gruppi della Gioventú Cruzegna (di Santa Cruz), un movimento razzista e parafascista con tanto di saluti romani e ronde armate di bastoni, che gode dell'appoggio (anche economico) della ambasciata statunitense e che vuole la secessione dello stato di Santa Cruz dalla Bolivia e la cacciata dalla regione degli indigeni provenienti dalle Ande.

Nel link il video completo

https://www.facebook.com/BTVMultimedia/videos/2506824816067201/