Il SudEst

Sunday
Dec 15th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Inchiesta Inchiesta

Inchiesta

Avviata indagine contro Leyla Güven

Avviata indagine contro Leyla Güven


Rete Kurdistan Italia

Contro la deputata curda Leyla Güven è stato avviato un procedimento di indagine per „propaganda per un’organizzazione terroristica“.Contro la deputata HDP Leyla Güven è stato avviato un procedimento di indagine per „propaganda per un’organizzazione terroristica“. In un intervento si è pronunciata sulle madri che protestano davanti alla sede del Partito Democratico dei Popoli (HDP) a Amed (Diyarbakir) e sedute lì da giorni perché non vogliono che i loro figli adulti combattano con la guerriglia. Le madri e le loro richieste vengono strumentalizzate dallo Stato turco.

Leggi tutto...
 

Hong Kong, torna il Trattato di Nanchi

 


#nonato#guerra Manlio di Nucci

Centinaia di giovani cinesi, davanti al Consolato britannico a Hong Kong, cantano «Dio Salvi la Regina» e gridano «Gran Bretagna salva Hong Kong», appello raccolto a Londra da 130 parlamentari che chiedono di dare la cittadinanza britannica ai residenti dell’ex colonia.

Leggi tutto...

Aree di crisi nel mondo n.16 del 20 settembre 2019


di STEFANO ORSI

Oggi ci occuperemo maggiormente dell'Arabia Saudita, ma inizieremo come d'abitudine con la Siria.

Leggi tutto...

Ahmet Türk: Gli elettori mi hanno scelto come sindaco


Rete Kurdistan Italia

Il presidente Erdogan aveva altre idee

Leggi tutto...

L’America ricorda i caduti dell’11 Settembre

L’America ricorda i caduti dell’11 Settembre


di MICHELE PETTINATO

Mentre l’America si ferma per ricordare l’attacco alle torri gemelle dell’11 Settembre 2001, il leader di al Qaeda Ayman al Zawahiri è ritornato in video con un messaggio dal titolo “continueremo a combattere” rivolto agli Usa. Secondo quanto affermato dalla direttrice del sito di monitoraggio del Jihadismo Rita Katz, Zawahiri utilizza Israele come uno strumento per invocare attacchi contro gli alleati Usa, Francia, Gran Bretagna e altri paesi occidentali.

Leggi tutto...

Aree di crisi nel mondo n. 15 del 12-9-2019


di STEFANO ORSI

In questo nuovo articolo andremo a fare il punto su alcune aree di crisi che abbiamo già trattato in passato e alcune invece nuove, iniziamo intanto con la Siria e poi procederemo.

Leggi tutto...

Amazzonia, gli incendiari gridano al fuoco


#noguerra #nonato

Di fronte al dilagare degli incendi in Amazzonia, il vertice del G7 ha cambiato la sua agenda per «affrontare l’emergenza». I Sette – Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Giappone, Canada e Stati uniti – hanno assunto, insieme all’Unione europea, il ruolo di vigili del fuoco planetari. Il presidente Macron, in veste di capo pompiere, ha lanciato l’allarme «la nostra casa è in fiamme». Il presidente Trump ha promesso il massimo impegno statunitense  nell’opera di spegnimento.

Leggi tutto...

Colombia: assassinata Karina Garcìa Sierra

Colombia: assassinata Karina Garcìa Sierra

Rete solidarietà boliviana

In Colombia Karina García Sierra, candidata a sindaco di Suárez, nel dipartimento di Cauca, è stata uccisa insieme ad altre 5 persone, mentre viaggiava in un

Leggi tutto...

Aree di crisi nel mondo del 6-9-2019

Aree di crisi nel mondo del 6-9-2019


di STEFANO ORSI



Ricominciamo a seguire le varie aree di crisi nel mondo una volta sospesa la fase di attivitàelevata nella guerra in Siria e vediamo quali siano le zone di maggiore tensione.

Leggi tutto...
Pagina 4 di 50