Il SudEst

Tuesday
Oct 23rd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cultura Consumatori “Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

Email Stampa PDF

di ANGELICA LABIANCA

In giro per la Puglia, diversi e interessanti appuntamenti per arricchire il nostro bagaglio culturale e deliziare i nostri sensi.


  • Bitonto, Eventi della settimana

SABATO 15 SETTEMBRE

- Alle 19 presso la Biblioteca Comunale a Palazzo Rogadeo - Via Giandonato Rogadeo, 52, Bitonto

Per il "Parco delle Arti" - PROGETTO COMUNALE BITONTO CITTA' DEI FESTIVAL: VIAGGI LETTERARI NEL BORGO - VII EDIZIONE

GIANNI STANO presenterà il suo libro:

"Le avventure di John Herr", Booksprint Edizioni

IL LIBRO:

In un'epoca remota, un giovane ragazzo dalle spiccate qualità canore e musicali si allontana dal suo villaggio intraprendendo un viaggio, durante il quale incontra due amici con i quali formerà un trio musicale. Il protagonista scopre di avere un dono sovrannaturale nel riuscire a coinvolgere intere piazze e nel risvegliare nel cuore della gente sentimenti nascosti con l'ausilio della musica e doti canore magiche. Nel frattempo, nel suo villaggio accade qualcosa di strano...

L'AUTORE:

Sono nato il 24/02/1976 e vivo da sempre a Santeramo in Colle. Ho conseguito il diploma di tecnico industriale, mi piace lo sport e soprattutto il calcio che ho praticato amatorialmente. Mi piace la buona compagnia e amo coloro che non si prendono troppo seriamente.

Ingresso libero

A cura del "Circolo dei lettori"

DOMENICA 16 SETTEMBRE

- A partire dalle 10.30 presso la Masseria Carrara (Via delle Rose, Modugno)

Drammaturgia a "filecenza!"

Nell’arco della mattina di Domenica 16 Settembre e sotto l’arco protettivo degli ulivi secolari del parco di pertinenza di Masseria Carrara gli autori, coadiuvati dal Direttore artistico del Festival Andrea Cramarossa, presentano i propri libri.

Alcuni attori del Teatro delle Bambole leggeranno dei brani.

IL FESTIVAL È LIBERO E GRATUITO.

A conclusione: pranzo conviviale in Masseria.

L'Edizione di quest'anno è dedicata alla Drammaturgia con la presentazione dei seguenti lavori:

"La merda" ed. Gallucci di Cristian Ceresoli,

"Paso", ed. Gelsorosso di Lino De Venuto,

"Malagrazia", ed. Caracò. di Michelangelo Zeno.

Saranno presenti gli autori e Giuseppe Isgrò della compagnia teatrale Phoebe Zeitgeist.

Progetto "Lo Sguardo Bianco".

Il Festival è in collaborazione con la Libreria del Teatro di Bitonto che sarà presente con un banchetto (per l'eventuale acquisto dei libri presentati).

Per informazioni:

Cell.: 347 3003359

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Nei giorni precedenti al Festival si svolgerà una Masterclass di scrittura condotta da Cristian Ceresoli.

In particolare la Masterlass si svolgerà Venerdì 14 e Sabato 15 Settembre.

Tutte le informazioni su:

www.teatrodellebambole.it

https://www.facebook.com/events/802563513467534/

https://www.viaggiareinpuglia.it/evento/53133/it

Per informazioni:

Cell.: 347 3003359

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

  • Gravina in Puglia, Raduno dei cortei storici

Sabato 15 settembre e domenica 16, ore 10

PROGRAMMA

SABATO 15 SETTEMBRE
PUER APULIAE IN URBS OPULENTA - La città imperiale " Giardino delle delizie "

• ORE 10: 
PINETA COMUNALE 
- Corteo dei fanciulli - Rappresentazione storica dal Medioevo al Risorgimento - Percorso: via Lettieri - C.so A. Moro - via Garibaldi – P.zza Scacchi – Via Matteotti – P.zza Benedetto XIII

• ORE 11.30: 
PIAZZA BENEDETTO XIII 
Spettacolo " Festum est " 

• ORE 17: 
Centro storico Historia viva: Accampamenti, Mercato Medievale, Didattica Naturalistica 

• ORE 18.30: 
PONTE ACQUEDOTTO DELLA GRAVINA 
L'imperatore Cesare Augusto Federico II si presenta alla città
- Bastione medievale - Raduno della Corte Federiciana
- Partenza Corteo Storico 
- Percorso: via Fontana la Stella – Via G. Garibaldi - P.zza Scacchi - via Matteotti – P.zza Benedetto XIII

• ORE 20: 
P.zza Bendetto XIII 
- Spettacolo " Fuoco e Falchi " 
- Concerto medievale 
- Esibizioni itineranti per tutte le piazze e le vie del borgo antico
P.zza della Repubblica
- Spettacolo acrobatico “Malefica” 
- Esibizioni itineranti per tutte le piazze e le vie del borgo antico

DOMENICA 16 SETTEMBRE
“ GRAVINA IN PUGLIA – CITTA’ DELLA RIEVOCAZIONE STORICA “
• ORE 10: 
CHIOSTRO S. SEBASTIANO
- Raduno dei Gruppi Storici 
- Partenza Corteo Storico
- Percorso: via S. Sebastiano - via Marconi - via Matteotti – via Incannamorte – via V.Veneto – Palazzo Municipale; 

• ORE 11: 
PALAZZO MUNICIPALE 
- Cerimonia ufficiale e accoglienza gruppi storici partecipanti 
- Partenza Corteo Storico 
- Percorso: via V. Veneto – c.so A. Moro – via Garibaldi – p.zza Scacchi – via Matteotti – p.zza della Repubblica 
- Spettacolo di falconeria

• ORE 18:
AREA FIERA 
- Magnifica Parata delle Corti
- Percorso: via Spinazzola - c.so A. Moro - via Garibaldi - p.zza Scacchi - via Matteotti – p.zza Benedetto XIII;
- Villa Dina della famiglia Digiesi: Re Carlo II D’Angiò si presenta al popolo

• ORE 20: PIAZZA BENEDETTO XIII
CARLO II D’ANGIO` E L`EDITTO REGIO “ Constitutio de Feudis “ Gli Angioini e la città feudale 
- Cerimoniale Nundinae 
- Spettacolo conclusivo;
- Esibizioni itineranti per tutte le piazze e le vie del borgo antico


4° CONTEST FOTOGRAFICO 
Il Centro Studi Nundinae, organizza nell’ambito dell’evento, il 4° Concorso Fotografico 
“ Dettagli, colori e simboli medievali “

IL TEMA
Istantanee dei DETTAGLI (abiti, volti, accessori), COLORI e SIMBOLI MEDIEVALI presenti esclusivamente al XVI Raduno dei Cortei Storici Medievali che si svolge a Gravina in Puglia (Ba) il 15-16 settembre 2018.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:
L’iscrizione al concorso è completamente gratuita (è obbligatoria la pre-registrazione dei fotografi da comunicare agli organizzatori nei giorni che precedono l’evento). 
La partecipazione al concorso, prevede la consegna di massimo N. 5 foto (colore o b/n) nel formato elettronico (alta risoluzione 300 dpi, dimensioni minime 35x50) inviate a mezzo e-mail, accompagnate dalle schede allegate al bando a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , da consegnare tassativamente entro il 15 ottobre 2018;
Info bando: http://www.nundinae.it/concorso-fotografico-2018.html

Presenta l'evento l'attrice: Daniela Rubini

info: www.nundinae.it

  • Gravina in Puglia, WineArt in Piazza

15-16-22 settembre, ore 19.30

Pino Colonna e Pietro Amendolara
in collaborazione con - Botromagno Vigneti & Cantine-
Presenta: WINE ART. ----- L'arte scende in PIAZZA.
Mostre di Pittura di Pino Colonna e fotografie di Pietro Amendolara. 
Ospite d’eccezione che dominerà le serate nel mese di Settembre: il Vino della cantina BOTROMAGNO.
4 Mostre diverse
4 Week_end diversi
4 Vini diversi.

Incontri serali dalle ore 19:30 in Piazza Scacchi n. 13 con degustazione di vino nei giorni:
8 e 9 settembre serate dedicate alla “Natura”. Ospite d’onore: Rosè di Lulù
15 - 16 settembre serate dedicate al “Ritratto”. Ospite d’onore: Verdeca di Gravina
22 - 23 settembre serate dedicate all’ “Astratto”. Ospite d’onore : 5 Uve Rosse
29 - 30 settembre serate dedicate a la “Città”. Ospite d’onore: Gravina – doc 

Gravina in Puglia – Settembre 2018
Il progetto culturale propone ai visitatori un percorso attraverso l’Arte fotografica di Piero e pittorica di Pino e il gusto dei vini delle cantine Botromagno.
E’ importante conoscere ciò che caratterizza la nostra terra ricca e prosperosa, riscoprendola nelle sue molteplici forme di colori e sapori.
L’intento è quello di ritrovare la bellezza, riportando l’arte tra la gente, all’attenzione della piazza, affinchè tutti ne possano essere incuriositi.

. Questa iniziativa vuole riportare l’ Arte tra la gente, in piazza.

  • Altamura, 1^ sagra della pecora

15-15-16 settembre

Presso il Giardino del GAL si terrà la prima edizione della Sagra della pecora.

Sul filo di lana, in prospettiva di “Murgia 2030” e passando attraverso “Matera 2019”, AlGraMà ha confezionato il format della “Sagra della Pecora”. Una sorta di ringraziamento e festa alla conclusione dei lavori di trebbiatura e del raccolto. Un buon auspicio in prospettiva di una buona annata vitivinicola e olearia.

Un omaggio alla pecora, animale umile ed obbediente, di scarse pretese e fonte di ricchezza per un territorio votato alla pastorizia e che negli anni ’60 contava il gregge più popoloso di Italia.

La pecora aveva – e può avere – una valenza nell’ambito dell’economia locale, oltre ad un indotto. Pastori e Massari erano protagonisti di una filiera che vedeva coinvolti lattai e formaggiai, tosatori e conciatori, tessitori e materassai.

La Lana di pecora costituisce la materia prima per una economia tipicamente agricola. Il latte è la base di prodotti caseari di alto gradimento. Le carni, infine, sapientemente cotte dai nostri maestri macellai nelle grandi bocche di forni alimentati dal quercino e dal nocciolo, risultano – a dispetto del pregiudizio – gustose, tanto da far invidia alle ricette di alta cucina gourmet.

AlGraMà non propone solo sacrifici di pecore. Presenterà, tra una bracioletta al profumo di latte di santoreggia e lo stracotto al consommè di cipolle e verdure, laboratori, approfondimenti, spettacoli.

Per maggiori informazioni: http://www.algramamurgia.it/

  • Bitonto, Programma settimanale della Libreria del Teatro

Dal 13 luglio al 28 settembre ogni venerdì

- Alle ore 20.00 e ore 21.30 Porta Baresana (partenza tour di 90 minuti)

“Bitonto Open Days”, visite guidate alla scoperta della bellezza della città.

A cura delle Coop Ulixes, Re Artù e Argo Puglia. Info ai numeri 080 3743487 e 333 4927688

  • Ruvo di Puglia - Bosco Scoparello - Corato

15 set alle ore 09:30 - 16 set alle ore 17:30

Puglia Federiciana presenta il quarto raggio dei Cammini Federiciani.
La Via dei Casali.
Due giorni in cammino, si partirà la mattina del 1° giorno dalla Cattedrale di Ruvo di Puglia: costruita tra il XII e XIII secolo su rovine di più antichi edifici romani. La chiesa in stile romanico è tutt'oggi uno degli esempi più significativi di questa regione, inquietante e unica con la sua particolare facciata, molto slanciata rispetto agli schemi architettonici dello stesso periodo. Nel lato meridionale è possibile vedere una testa coronata, quasi sicuramente di #FedericoIIdiSvevia.
Raggiungeremo il Bosco Scoparello, 300 ettari dominati dalla presenza delle querce roverelle (alcune secolari), ma non solo.. rosa canina, biancospino, asfodeli, asparagi e numerosissime piante officinali a caratterizzare questo bosco parte integrante del territorio del Parco Nazionale Alta Murgia.
Lungo sentieri boschivi e attraversando il Ponte dell'Aquedotto Pugliese sbucheremo nella lama in cui è situato lo Jazzo del Demonio. 
Pranzo a sacco autogestito. 
Il suo nome è dovuto ad una leggenda che vi racconteremo in cammino ;)
Al termine del percorso Tenuta Tedone Consolini ci accoglierà per la cena di gruppo e per darci la possibilità di ricaricare le energie per il giorno dopo, in uno splendido bosco di querce, in un contesto inusuale e incontaminato, all’insegna della tranquillità, della bellezza e della buona cucina :)

2° giorno: una genuina colazione e ci rimetteremo in cammino, direzione Corato.
Lungo il tratturello che porta a Castel del Monte potremo visitare la Necropoli di San Magno dell'età del Bronzo e la sua chiesa neviera, del 1128.
Nel piano inferiore è presente la neviera, una profonda vasca simil piscina la quale in inverno veniva riempita di #neve che, ben pressata, si trasformava in #ghiaccio
Pranzo a sacco autogestito. 
Dopo aver attraversato il Bosco Cecibizzo ed esser giunti nella città di Corato, passeremo tra le vie del centro storico per arrivare alla fermata della Ferrotramviaria dove un bus di linea ci riporterà a Ruvo di Puglia per recuperare le nostre auto.

::::::::Informazioni utili::::::::
Appuntamento a Ruvo di Puglia 
ALLE ORE 09:30 E REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI

- Per chi è impossibilitato a raggiungere il punto d'incontro consigliamo di organizzare insieme un CAR SHARING. (creeremo un gruppo WhatsApp dedicato)

Percorso non adatto ai bambini di età inferiore ai 12 anni. Sono benvenuti gli amici a 4 zampe se abituati a camminare.
COSA PORTARE: scarpe da trekking, abbigliamento comodo per camminare, maglia di ricambio, zaino ergonomico, giacca a vento/antipioggia, cappellino! 
Colazione a sacco e acqua a sufficienza. 

CARATTERISTICHE DEL PERCORSO LINEARE:

TAPPA: Ruvo di Puglia - Bosco Scoparello 
Distanza: 17 km
Difficoltà: Livello E
Dislivello: + 380 / - 225 m
Tempo di percorrenza: 5 ore 
Percorso: su sentieri boschivi, sterrati e asfalto

TAPPA: Bosco Scoparello - Corato
Distanza: 25 km
Difficoltà: Livello E
Dislivello: + 362 / - 551 m
Tempo di percorrenza: 6 ore 
Percorso: su sentieri boschivi, sterrati e asfalto

Durante il cammino si condivide, si parla con iI compagni o semplicemente si ascolta la natura. Importante seguire la guida e l'andatura senza avanzare o fermarsi. 

>Possibilità di Cena e pernottamento in Masseria
Affrettatevi! POSTI LIMITATI
> A fine cammino, domenica pomeriggio, c'è la possibilità di utilizzare il bus di linea delle Ferrovie Bari-Nord da Corato per raggiungere Ruvo di Puglia cosi da poter riprendere la propria auto. 

Le iscrizioni devono pervenire entro giovedì 13 settembre. 
Le attività sono riservate ai soci. 
> Tessera anno 2018 - 2019 di 10 €
Per partecipare occorre compilare il Modulo di adesione a Puglia Federiciana richiedendolo via email a:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

*Valida per un anno dalla data d'iscrizione.

> Previsto un contributo associativo di partecipazione di €10 a copertura dei costi organizzativi e accompagnamento con guida turistica ed escursionistica.

Per i 2 giorni l'associazione non gestisce i servizi di trasferimento, la cena del sabato, il pernottamento con colazione della domenica: sono costi a carico dei partecipanti che verranno corrisposti direttamente in struttura ospitante. 

Per costi e dettagli scrivere email oppure whatsapp: 3924626525; 3493669187.

  • Trani, I dialoghi di Trani

Martedì 18 settembre, ore 18

L'associazione culturale La Maria del Porto è lieta di presentare la XVII edizione de I Dialoghi di Trani.

Sei giorni di incontri, mostre, spettacoli, concerti e proiezioni legati alla parola che più contamina e influenza il presente: vi aspettiamo per "Paure", dal 18 al 23 settembre, a Trani, Andria, Barletta, Bisceglie e Corato.

Il programma online: bit.ly/DialoghiPaure

Sfoglia la brochure digitale: bit.ly/25agostoEremo

#dialoghipaure #WeareinPuglia

Dialokids -I Dialoghi di Trani per giovani lettori

Scopri l'evento ufficiale #DialoKids: bit.ly/DialoKids2018

Il programma: bit.ly/DialoKids18

La paura, con i suoi correlati ansia, angoscia, timore e orrore, sembra un elemento costante e necessario della nostra vita, perché ci spinge non solo a riconoscere i nostri limiti, ma anche a superarli.

Negli scenari contemporanei vogliamo quindi esplorare le forme di paura che attraversano la quotidianità – spesso ingigantite e deformate dai media – destabilizzandola e creando un senso costante di insicurezza o di perdita: paura radicale, chiusa e indistinta che rischia di bloccarci e indebolirci.

Quali sono allora i modi, le riflessioni, le azioni capaci di interpretare, analizzare, criticare le paure per mettere in moto nuove forme di (r)esistenza attiva?

Iniziativa cofinanziata dall'Assessorato all'industria turistica e culturale della Regione Puglia, PiiiL Cultura Puglia, dal Consiglio Regionale Puglia, e dai Comuni di Trani, Andria, Barletta, Bisceglie e Corato.

Main sponsor: Supermercati DOK.

Sponsor: Giuseppe Veronico Srl, GRANORO, Exprivia, Fondazione Puglia, Università Popolare Santa Sofia, Banca di Andria di Credito Cooperativo, UnipolSai Assicurazioni - Gramegna Srl, Borgobeltrani, Muragie del Castello, Rotary Club Trani, Palazzo San Giorgio, Camera di Commercio di Bari.

Sostenitori: Maré Resort - Trani, Alberto Corallo Boutique, Delizie Pugliesi, Corteinfiore - Ristorante & Residenze di Charme, Ristorante Il Melograno Trani, KaffeiN, Xiao Yan, Azienda Agricola Fratelli Papagni, Pachamama - NaturaSì Trani, ACS Trani.

In collaborazione con: Salone Internazionale del Libro, Superfestival.

Media Partner: Rai Cultura, Radio3 Rai, la Repubblica - Bari, Confronti, Tv2000, InBlu Radio

Sponsor tecnico: IBS.it

Sito ufficiale: www.idialoghiditrani.com

  • Foggia, XVI Festival della Letteratura Mediterranea

Dal 21 al 23 settembre

È stato presentato ufficialmente al Cineporto di Foggia il XVI Festival della Letteratura Mediterranea, che si terrà a Lucera dal 21 al 23 settembre. Un programma multidisciplinare e pensato per la comunità caratterizzerà la tre giorni, con performance poetiche, laboratori, contest di musica rap e arte urbana, incontri tra reporter ed esperti del mondo arabo, un reading teatrale.

Tutti gli appuntamenti saranno momenti di condivisione tra gli ospiti e ruoteranno intorno al tema “Segni di Ri-Conoscenza”.

«La scelta del tema è stata la naturale conseguenza dell’esperienza vissuta durante il festival dell’anno scorso, che ha visto la presenza di tanti ospiti giovani, tra i 30 e i 40 anni. Con loro ci siamo confrontati, condividendo vissuti e e pensieri. Quando sono ripartiti abbiamo avvertito una vera e propria mancanza. E abbiamo capito che quando hai la possibilità di stare con qualcuno che è diverso da te, questo muta il tuo essere», ha raccontato Maria Del Vecchio, responsabile della direzione artistica del Festival insieme ad Annarita Favilla.

«Riconoscersi significa imparare le diversità degli altri, conoscersi reciprocamente. Imparare a convivere con gli altri è un segno di una crescita culturale incredibile», ha spiegato la professoressa Patrizia Resta, ordinaria di Antropologia Culturale all’Università degli Studi di Foggia, con la quale il Festival ha avviato una collaborazione interessante che porterà il tema di questa edizione nelle scuole superiori di Lucera. «L’università si apre prestando enorme attenzione ai segni che vengono impressi sul territorio e che partono dal territorio» – ha sottolineato la professoressa, esortando gli organizzatori del Festival a continuare a fare politica culturale perché «la cultura é l’unica via per promuovere segni di riconoscenza dell’alterità».

A sostenere l’importanza di confrontarsi e parlare, per non far vincere l’odio, è stata anche Carolina Favilla, assessore alla Cultura del Comune di Lucera, che ha ringraziato gli organizzatori del Festival, diventato ormai un appuntamento imperdibile in città.

«Da qualche anno il Festival si è aperto alle diverse forme di arte e quest’anno merita un’attenzione particolare il contest dedicato all’Urban Art, che punta i riflettori sul palazzo di Sant’Anna, una struttura ubicata nel cuore della città, proprio accanto alla Cattedrale» ha affermato l’assessore Favilla.

Il contest, a cui è possibile partecipare entro il 13 settembre (tutte le info nel BANDO), prende spunto dal tema del Dono. Ogni artista metterà a disposizione la propria arte per la città, donando così una piccola espressione di sé. Le opere saranno selezionate da una giuria composta da due degli street artist più interessanti al momento, VladyArt e Massimo Sirelli, e da una tra le maggiori esperte del mondo graffiti e arte urbana in Italia, Ivana De Innocentis, e diventeranno parte di un’installazione pubblica in piazza Duomo a Lucera proprio durante le giornate del Festival. In programma per domenica 23 settembre alle 18.00 anche un focus dedicato proprio all’arte urbana con l’intervento degli artisti giurati.

L’altra grande novità dell’edizione 2018 è il contest di freestyle, in programma sabato 22 settembre a partire dalle 16.00, chiamato “RapSodo”, perché i rapsodi nella Grecia antica erano coloro che recitavano, cantandole a memoria, i versi delle poesie epiche (le info nel BANDO).

L’idea di avvicinarsi al rap per conoscere meglio questo linguaggio parte già dalla precedente edizione, ma quest’anno la scelta degli organizzatori è stata proprio quella di dare un pezzetto del Festival ai protagonisti stessi di questa scena, che avranno un momento tutto loro per sfidarsi a suon di rime e beat freestyle in una vera e propria battle. A coordinare i lavori del contest è stato Jonathan Leone in arte Lee One, intervenuto in conferenza stampa.

Giurato speciale del contest sarà Kiave, rapper di origini cosentine molto stimato dai ragazzi, che oltre alla sua musica si dedica da anni anche a progetti culturali e di formazione e che chiuderà la serata di sabato 22 settembre con il Keep It Party (insieme a DJ Kerò e Vinz).

Quest’anno gli organizzatori del Festival hanno introdotto una “direzione artistica diffusa”, affidando due aree degli incontri a due esperti, che sono già stati ospiti del Festival negli anni scorsi e con i quali è nata una relazione costante e duratura. «Abbiamo capito che per noi era meglio concentrarci sul territorio, così abbiamo deciso di collaborare con persone più esperte e di rilievo nazionale», ha spiegato Maria Del Vecchio.

Paola Caridi – giornalista, scrittrice ed esperta del mondo arabo, ideatrice e coordinatrice (insieme a Lucia Sorbera) della sezione “Anime Arabe” al Salone Internazionale del Libro di Torino – è curatrice dell’incontro in programma domenica 23 settembre alle 19.00 in cui si parlerà delle possibili e più utili narrazioni delle migrazioni, attraverso le chiavi del reportage e dell’azione politica, con il giornalista Vittorio Longhi e l’europarlamentare Elly Schlein.

A cura di Valerio Millefoglie – scrittore e giornalista culturale, performer e musicista, ex rapper, firma d’interessantissimi reportage sul Venerdì della Repubblica e altre testate – sarà invece l’incontro a cavallo tra poesia, rap e traduzione letteraria in programma sabato 22 settembre alle 19.30 e che vedrà protagonisti il rapper Kiave, il poeta Marko Miladinovic e l’arabista Silvia Moresi.

Il XVI Festival della Letteratura Mediterranea si chiuderà domenica 23 settembre alle 21.30 con una lettura inedita dedicata a un intellettuale importantissimo e molto vicino ai temi di questo festival. Un reading teatrale che è soprattutto un tributo, portato in scena da un’attrice che lavora affrontando spesso temi civili e che avrebbero bisogno di più voce nel panorama culturale italiano: Isabella Ragonese darà voce a La frontiera di Alessandro Leogrande.

A caratterizzare le giornate del Festival della Letteratura Mediterranea sarà “Favuríte!”, il suggestivo rito di scambio del dono con gli ospiti di questa edizione. Un momento intimo e magico anche per il pubblico, che vuole far rivivere il ricordo di antiche tradizioni e invitare a riflettere su temi attuali e urgenti.

Al centro di tutti gli incontri ci sarà un tavolo unico e speciale costruito sulla base di un’opera del maestro Salvatore Lovaglio che s’intitola “Dare da bere agli assetati” ed è stata parte di una mostra collettiva del 2016 che raccoglieva rappresentazioni artistiche diverse delle 7 opere di misericordia corporali.

«Diverse volte mi sono chiesto a cosa serva l’arte, me lo chiedeva anche mio padre quando dipingevo. Con questa opera è accaduto qualcosa di diverso, perché con il ricavato è stato costruito un pozzo in Africa», ha raccontato il maestro Lovaglio che sabato 15 e domenica 16 settembre terrà un laboratorio per la costruzione di ciotole di cartapesta al Giardino degli Esempi.

PROGRAMMA

VENERDì 21 SETTEMBRE
Giardino degli Esempi

Ore 20.00 - Poetry slam / LETTERATURA
Una performance poetica tra voci del Sud

Il Convivio con aperitivo Mediterraneo

Ore 22.00 - ll dono della parola (scritta) / LETTERATURA
Laboratorio notturno di reportage, interviste e sopralluoghi fino alla fine del buio
A cura di VALERIO MILLEFOGLIE

Sabato 22 SETTEMBRE
Piazza Duomo, lato Via Carlo D’Angiò

Ore 16.00 - RAPsodo Freestyle Contest / MUSICA
Spazio e voce alla scena rap

Giuria: KIAVE - JOHN DURRELL - SHEKKERO
Dj: Kerò / Host: Mulo 

Ore 19.30 - Il Simposio / LETTERATURA
Un rapper, un poeta e una traduttrice dialogano su Segni di Ri-Conoscenza

A cura di VALERIO MILLEFOGLIE - Scrittore, musicista e performer. Ha pubblicato libri e raccolte di reportage, collabora col Venerdì di Repubblica e altre testate.

Con KIAVE (rapper, Cosenza), MARKO MILADINOVIC (poeta, Vukovar) e SILVIA MORESI (arabista, Bari)

Favuríte! - IL RITO
Cerimonia di scambio del dono, con tutti gli ospiti della serata

Il Convivio con aperitivo Mediterraneo

Ore 22.00 - Keep It Party / MUSICA
con KIAVE - DJ KER0’ - VINZ 
Conclusione del RapSodo Freestyle Contest con premiazione vincitori

Domenica 23 SETTEMBRE
Piazza Duomo, lato Via Carlo D’Angiò

ORE 18.00 - Contest Urban Art / ARTE
Installazione pubblica delle opere selezionate 

Come l’arte cambia una città
Focus con VLADYART e ANTONIO INZALACO di Cufù Festival

Ore 19.00 - Il Simposio / LETTERATURA
Un giornalista e un’europarlamentare dialogano su Segni di Ri-Conoscenza

A cura di PAOLA CARIDI - Giornalista, scrittrice ed esperta del mondo arabo.
Ideatrice della sezione “Anime Arabe” del Salone del Libro di Torino.

Con VITTORIO LONGHI (giornalista e studioso di diritti del lavoro, Catania) e ELLY SCHLEIN (europarlamentare e esperta di politiche migratorie, Lugano)

Favuríte! / IL RITO
Cerimonia di scambio del dono, con tutti gli ospiti della serata

Il Convivio con aperitivo Mediterraneo

Ore 21.30 - La frontiera, un luogo di storie / TEATRO
ISABELLA RAGONESE dà voce a La frontiera
Tributo a ALESSANDRO LEOGRANDE

Orari e luoghi del programma potrebbero subire variazioni.
In caso di pioggia gli eventi avranno luogo presso il Teatro Garibaldi.

  • Conversano, "Artemisia e i pittori del Conte", la collezione di Giangirolamo II Acquaviva d'Aragaona

dal 14 aprile al 30 settembre

Si apre sabato prossimo 14 aprile a Conversano (Castello Normanno e Chiesa di San Giuseppe) la mostra “Artemisia e i pittori del Conte”. Organizzata dalla cooperativa Armida, a cura di Viviana Farina e Giacomo Lanzilotta con la collaborazione di Nicola Cleopazzo, Medaglia del Presidente della Repubblica, la mostra gode del sostegno di Regione Puglia, Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, Teatro Pubblico Pugliese - Consorzio per le Arti e la Cultura e il patrocinio della Città di Conversano, Città Metropolitana di Bari, FAI - Delegazione Puglia Italia Nostra - Delegazione Puglia; in collaborazione con Polo Biblio-Museale Salentino - Museo Sigismondo Castromediano di Lecce e la partecipazione di MIBACT, Direzione Generale Musei, Polo Museale della Puglia, SABAP-BA, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari , MIBACT, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e della Basilicata.

Una mostra molto attesa di sessanta (60) tele che celebra la collezione di Giangirolamo II Acquaviva d'Aragona anche con il ritorno in Puglia di opere provenienti da Musei e collezioni private; tra queste, Il Trionfo di Bacco, di Finoglio, conservato al Museo Nacional del Prado e un inedito dipinto di Artemisia Gentileschi (Caritas Romana), un quadro di stile caravaggesco di grande fascino, di cui si trova traccia nella collezione del conte. Si espone anche, nella prima sala del percorso, Fortitudine Pares, opera che giunge in Italia per la prima volta. E’ stata appositamente sottoposta ad un’attenta pulitura prima di lasciare il Museo della Cattedrale di Malta. Ancora di autore anonimo, è al momento oggetto di ricerca, come già in passato da parte di John Gash e Catherine Puglisi, della restauratrice e studiosa Roberta Lapucci, che ne valuta l’opportunità di attribuzione a Michelangelo Merisi il Caravaggio.

Aperta da sabato 14 sino al 30 settembre prossimo, la mostra è occasione straordinaria per scoprire i fasti della corte di Giangirolamo e di sua moglie Isabella Filomarino e momento di spessore per via di collaborazioni d’eccellenza con grandi Musei internazionali come il Muza di Malta e il Prado di Madrid. I responsabili preposti alla conservazione e tutela delle opere sono parte del comitato scientifico della mostra e hanno dunque partecipato all'ideazione scientifica del progetto. La dispersione storica della raccolta ha obbligato a lunghe ricerche. L'asta del 1978 ha disperso forse in modo irreparabile il nucleo superstite della raccolta Acquaviva-Ramunni, o per lo meno la buona parte del nucleo. Pur a conoscenza dell'ubicazione di almeno un paio di opere afferenti a questo ultimo gruppo, i curatori hanno puntato, piuttosto, al ritrovamento di pezzi non inclusi nel nucleo Acquaviva-Ramunni. Si è riusciti a rintracciare ben 5 opere acquisite in origine dal conte di Conversano. Si tratta di tele mai uscite dalla discendenza di Giangirolamo II e dunque di primaria importanza. ​Lo pensarono già gli eredi del conte tra 600 e 700, visto che i quadri non furono lasciati nella sede originale.

La collezione era in origine costituita da circa 500 oggetti, molti presumibilmente dispersi pochi anni dopo la morte di Giangirolamo II. Sino al 1938 nel Castello risultavano conservate solo 70 opere superstiti. Queste furono vendute a un privato dall'allora proprietario dell'immobile e del suo contenuto, il prof. Domenico Ramunni. Il professore tentò per circa trent’anni di far acquisire allo Stato le opere Acquaviva da lui intanto fatte restaurare oltre che custodite, ma le trattative non andarono mai a buon fine. La vendita fu conclusa con un privato di Roma e lo Stato non esercitò il diritto di prelazione, nonostante la formale, quanto corretta segnalazione agli uffici competenti inviata a firma del medesimo Ramunni. Fu dunque così che, solo successivamente a un'asta Semenzato del 1978, il Comune di Conversano ​ ​ebbe la lungimiranza di acquisire almeno le 10 Storie della Gerusalemme Liberata di Paolo Finoglio, da allora esposte nel Castello.

Il Castello ospiterà la maggiorparte degli oggetti prescelti, utili a riambientare i nomi degli artisti e i temi prescelti dall'originario proprietario. ​La Chiesa di San Giuseppe esporrà invece ​in tutto nove dipinti di grande formato, due dei quali provenienti dalla collezione Acquaviva d'Aragona.  ​Il percorso al Castello si articola in otto sale tematiche: Simboli e Pentimento; Santi patroni: Giovanni Battista e Girolamo; La Fuga in Egitto del cavalier Guido; Maestri caravaggeschi; Massimo Stanzione; Artemisia Gentileschi e Onofrio Palumbo; Sante e nudi; Baccanali e Battaglie. In queste è incluso Fortitudine Pares (Cupido e la Morte), dipinto proveniente dalle collezioni del Museo della Cattedrale di Malta, conservato sotto il nome di Battistello Caracciolo.

La chiesa di San Giuseppe, luogo legato alla contessa Isabella Filomarino, a pochi passi dal Castello, è la sede espositiva complementare al maniero: qui sono stati radunati i dipinti di maggiore dimensione, tra cui il Trionfo di Bacco di Finoglio (Museo del Prado), che ritorna a Conversano, come si scriveva, dopo circa 400 anni, e la copia di Paolo Veronese citata nel documento del 1666, rintracciata in Abruzzo, nei feudi degli Acquaviva d’Atri, testimone d’eccellenza della passione nutrita dal conte per la pittura veneta del ’500.

A coronamento, si potrà in parallelo avvantaggiarsi della visita alla chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano, la ‘Cappella Sistina’ di Paolo Finoglio, anch’essa voluta e decorata a spese di Giangirolamo e Isabella Acquaviva; e di una quarta tappa al Castello di Marchione, la residenza di villeggiatura della famiglia, che ancora custodisce i ritratti dei conti.

Info: www.artemisiaconversano.it

Orari, Prenotazioni e Contatti

CASTELLO DI CONVERSANO (PIAZZA DELLA CONCILIAZIONE) E CHIESA DI SAN GIUSEPPE (VIA SAN GIUSEPPE)

Orari della mostra

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00.

Chiusura: il lunedì non festivo.

Eventuali variazioni, orari prolungati e/o giornate di apertura straordinaria saranno comunicate su questo sito e sui canali social.

INFO E PRENOTAZIONI

Cooperativa ARMIDA – Servizi per la valorizzazione e la fruizione dei beni culturali

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

VISITE GUIDATE PER SCUOLE

Info e prenotazioni:           Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

VISITE GUIDATE PER GRUPPI

Info e prenotazioni:           Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

In foto: Roca Vecchia, Grotta della poesia (Le)