Il SudEst

Sunday
Dec 09th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cultura

Cultura

“Il punto di vista femminile” Scrittrici italiane tra ‘700 e ‘800, contro censure e pregiudizi

“Il punto di vista femminile” Scrittrici italiane tra ‘700 e ‘800, contro censure e  pregiudizi

di MARI PIA METALLO

Fino alla metà del Settecento le donne scrivono prevalentemente per loro stesse, di nascosto, privatamente, e solo alla fine dell'Ottocento escono allo scoperto imponendosi nel mercato editoriale.
Dopo secoli di esclusione, la donna inizia il suo percorso di conquista di un piccolo, ma determinante spazio nella letteratura. Questo tipo di carriera, non ancora normalizzata per una donna, porta la scrittrice che vuole affermarsi a trasgredire alle regole della società ed alla tradizione. Le scrittici, infatti, sono costrette a combattere contro censure e pregiudizi, conseguenze di un passato che discriminava il sesso femminile, escludendolo da ogni forma di partecipazione sociale e collettiva. Questa antica esclusione ha determinato comportamenti sociali, subordinazione all'uomo ed anche abitudini linguistiche e letterarie.

Leggi tutto...
 

Antica Roma, spettacoli & divertimenti (Terza parte)

Antica Roma, spettacoli & divertimenti (Terza parte)

di MARIA PACE

Il Reziario

Era così chiamato per via della sua insidiosa arma, la rete, munita di pesi come quella dei pescatori, con cui avvolgeva l’avversario e che portav...

Leggi tutto...

Umberto Saba. Un’esperienza di vita e di poesia

Umberto Saba. Un’esperienza di vita e di poesia

di DONATELLA FOLLIERI

Le rose che nascondono un abisso

 

Leggi tutto...

Bella Italia ... "Pompei, la città risorta dalle ceneri"

Bella Italia ...

di MARIA PACE

Era l’epoca in cui l’uomo divinizzava il fulmine che colpisce, la fiamma che divora, la nube che si scioglie, il vento che abbatte, la fiera che dilania… una...

Leggi tutto...

Dall’Albania al Mezzogiorno. Arberesche, un patrimonio da condividere

Dall’Albania al Mezzogiorno. Arberesche, un patrimonio da condividere

di SILVIO VIVONE RUBENS*

Museo e Parco Archeologico Nazionale di Sibari

Cassano allo Ionio (Cosenza)

Leggi tutto...

Falstaff

Falstaff

di MARIAPIA METALLO

“Tutto nel mondo è burla. L'uomo è nato burlone”.
( Atto III)


 

Leggi tutto...

Antica Roma, Spettacoli e divertimento (seconda parte)

Antica Roma, Spettacoli e divertimento (seconda parte)

di MARIA PACE

Una figura particolare era il  gregarius, il quale costituiva una categoria di minor costo da alternare, negli spettacoli, ai grandi atleti. E questo significa...

Leggi tutto...
Pagina 5 di 44