Il SudEst

Monday
Jun 18th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

Disastro ferroviario di Pioltello: ennesima strage annunciata

Disastro ferroviario di Pioltello: ennesima strage annunciata

di NICO CATALANO

Un altro disastro ferroviario, stavolta in quella Lombardia considerata da molti la culla dell'efficienza italiana, alle prime ore del mattino di giovedì scorso 25 Gennaio 2018 un convoglio della compagnia ferroviaria Trenord carico di pendolari, dopo avere perso aderenza sulle rotaie ha cominciato a sbandare per oltre due chilometri prima di deragliare nei pressi della località Seggiano di Pioltello, luogo in cui il treno regionale 10452 che collega Milano con Cremona ha iniziato a viaggiare fuori dalla sua sede naturale ad una velocità di circa 140 chilometri orari, gettando così nel panico gli oltre 350 passeggeri a bordo di esso prima di terminare la sua corsa contro un palo della linea elettrica provocando il decesso di tre persone e ben quarantasei feriti, alcuni dei quali in modo gravissimo;
ennesime vittime della mancanza di una pronta manutenzione, di quella scarsa sicurezza in cui versano le reti locali di trasporto pubblico in questo Paese se è vero il fatto che circa due settimane fa erano state riscontrate delle anomalie proprio sui binari in questione, le stesse anomalie che giovedì scorso hanno provocato un cedimento strutturale di 20 centimetri a circa due chilometri più indietro rispetto al luogo del deragliamento e del tragico impatto, così come è stato appunto rilevato dai poliziotti del Noif il nucleo delle forze dell'ordine specializzato in incidenti ferroviari intervenuto in seguito ad un'inchiesta aperta dai Giudici della Procura di Milano con l’ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo.

Leggi tutto...
 

Iscrizioni scolastiche

di VALERIA BRUCCOLA

L'orientamento targato di Confindustria

Leggi tutto...

Acqua in movimento: per il diritto all'acqua, per il diritto al futuro

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Una carovana partirà dai territori e giungerà a Roma in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua

1 febbraio – 25 marzo 2018

Leggi tutto...

Il caso Ustica e la caduta dell’aereo “Argo 16”

di FALCO ACCAME*

La caduta dell’aereo Argo 16 il 23 novembre ’73 credo abbia un retroterra importante ancora non chiarito. Intanto credo che dobbiamo serbare la memoria dell’equipaggio. Il colonnello pilota Anano Borreo, capo equipaggio; il tenente colonnello pilota Mario Grande, secondo pilota; il maresciallo Francesco Bernardini, marconista e il maresciallo di seconda classe Aldo Schiavone, motorista. E ancor oggi non sono state chiarite le cause della caduta. L’Argo 16 veniva usato da Gladio per i trasferimenti “a finestrini oscurati” di "aspiranti" gladiatori alla base di Alghero, Capo Marrargiu.


Leggi tutto...

Lavoratori precari e subalterni: i nuovi schiavi?

di NICO CATALANO

Secondo gli ultimi dati pubblicati dall'Inps sul mercato del lavoro, in Italia nel 2017

Leggi tutto...
Pagina 7 di 16