Il SudEst

Sunday
Dec 15th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

"Delitto Matteotti - Il mandante" a Roma

Email Stampa PDF

 

Ufficio stampa

Casa della Memoria e della Storia

Via San Francesco di Sales,5 Roma

 


Si terrà martedì 18 giugno, alle ore 17,30, presso la Casa della Memoria e della Storia, la presentazione del saggio Delitto Matteotti. Il mandante di Mario Gianfrate e Nicola Colonna.

Interverranno insieme all’autore, Mario Gianfrate, Bianca Cimiotta-Lami, Presidente Fiap Roma e Lazio;

Luca Aniasi, Presidente Associazione “Aniasi”; e Giorgio Benvenuto, Presidente Fondazione “Bruno Buozzi”. Sarà presente Laura Matteorri, nipote di Giacomo Matteotti.

Il volume indaga sugli ultimi giorni del parlamentare e segretario del partito socialista unitario, Giacomo Matteotti, assassinato il 10 giugno 1924, dopo essere stato rapito dagli squadristi della Ceka, la polizia segreta agli ordini del Viminale. Nella seduta parlamentare del 30 maggio, con un coraggioso discorso, aveva denunciato le violenze e i brogli con i quali il fascismo aveva vinto le elezioni.

Matteotti si apprestava a denunciare, nella successiva seduta, l’intreccio tra politica e affarismo legato alla vicenda petrolifera in cui era interessata l’Azienda americana Sinclair e che vedeva coinvolti in un giro di tangenti il Re e il fratello di Mussolini, Arnaldo, direttore del ”Popolo d’Italia”.

Di qui la decisione di sopprimere Matteotti la cui responsabilità, non solo morale ma anche penale, conduce, per gli autori dell’indagine, direttamente a Mussolini.

Mario Gianfrate Storico, scrittore, autore di testi teatrali, già collaboratore dell’Avanti! negli anni ’80, e con la pagina culturale del Corriere del Giorno. E’ direttore del settimanale on-line “IlSudEst”. Ha svolto attività di ricerca presso l’Istituto Pugliese di Storia dell’Antifascismo e con la Fondazione “Giuseppe Di Vagno”.

Ha pubblicato i saggi Nel Regno del Sud, dalla Monarchia alla Repubblica (2002), Neutralisti e interventisti a Locorotondo nella prima Guerra Mondiale (2005), L’altra guerra (2007), Delitto Matteotti /Il mandante (2012) , Le elezioni politiche del 1924 e i riflessi del delitto Matteotti in Puglia (2015), Adolescenti inquieti (2017), I trovatelli di Largo della Rotella (2018), Le verità negate. Repressioni e rappresaglie nella I G.M.(2018), I fatti di sangue del 23 marzo 1914 in Locorotondo (2018); e, dalla collaborazione con gli storici americani Jennifer Guglielmo e Kenyon Zimmer, Elvira Catello e la ‘Lux’ tra utopia e libertà (2011) e Michele Centrone. Dal vecchio al nuovo mondo – Anarchici pugliesi in difesa della libertà spagnola (2012)

Ha, inoltre, pubblicato opere di narrativa: Sogno di un aquilone (1989), L’ elmo di Scipio (2009), Occhi di sabbia (2010),

Ali di vento (2011), Per forza o per amore / Donne di briganti nel profondo Sud (2016), I giorni sospesi (2018).

Nicola Colonna insegna Storia del pensiero politico contemporaneo presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bari.

Allievo del prof. Giuseppe Vacca, è autore di numerosi studi sulla storia e sulle categorie teoriche del socialismo italiano, con particolare attenzione alle vicende meridionali e pugliesi, nonché sulle trasformazioni socio-economiche e culturali dell’Italia meridionale e della Puglia.

Tra le sue pubblicazioni ricordiamo :Marxismo e socialismo nel Novecento(1996), I gironi della Puglia rossa (1985), Alle origini del movimento fascista pugliese (1987), Economia e società a Brindisi tra fascismo e post-fascismo (1980).