Il SudEst

Wednesday
Jan 17th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

Imprenditrici rurali di El Salvador alla Fiera del Levante di Bari

Email Stampa PDF

di NICO CATALANO

Anche se da qualche anno la Fiera del Levante di Bari ha perso il suo antico fascino, la Galleria delle Nazioni da sempre allestita durante l’appuntamento fieristico barese continua ad ospitare le delegazioni dei vari Paesi del mondo in un variopinto e colorato padiglione.


Quest’anno tra le varie rappresentanze presenti spiccava la presenza di Flor Haydee Funes de Escobar  e Monica Alexandra Romero de Hernández due giovani imprenditrici provenienti da El Salvador selezionate tramite il progetto “Ciudad Mujer/Onu Mujeres” per partecipare proprio all’evento fieristico di Bari, la prima produce dal cotone coltivato tessuti, abiti ed accessori attraverso la tintura tradizionale in añil (indigo) mentre la seconda dirige una microimpresa di prodotti derivati del caffè e del cacao tutte colture coltivate con metodi di agricoltura biologica in un’ottica sostenibile.

Il progetto rivolto alle donne provenienti dalle zone rurali del Paese centramericano reduce da una disastrosa guerra civile e terminata solo pochi anni fa è stato finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) nonché dall’Organismo Promotor de Exportaciones e Inversiones de El Salvador (PROESA, Organismo Promotore delle

Esportazioni e degli Investimenti di El Salvador) ed eseguito da UN WOMEN in collaborazione con la Segreteria di Inclusione Sociale della Presidenza dello Stato di El Salvador con la finalità di permettere alle donne, specie quelle più vulnerabili che vivono in situazioni di estrema esclusione sociale e che provengono dalle aree più povere di quel Paese di acquisire esperienza, rafforzando quindi le capacità di commercializzazione tramite l’implementazione di contatti e scambi con eventuali compratori ed  altri produttori.

Alla buona riuscita del progetto ha lavorato anche la dott.ssa Marcella Veneziani, barese di nascita, studi e formazione, da anni residente nel Paese centramericano in quanto impiegata all’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Marcella è una di quelle tante belle risorse della nostra terra di Puglia, costretta per lavoro ad andare lontano ed oggi impegnata all’estero nel farsi e farci onore per la sua riconosciuta cultura, umanità e professionalità.

L’iniziativa di sostegno imprenditoriale ha promosso in El Salvador  la creazione del fondo ” MUJER” destinato  alle  piccole imprese in situazione di vulnerabilità, cioè quelle che non possono accedere al mercato finanziario convenzionale salvadoregno, fornendo loro servizi finanziari a condizioni vantaggiose, formazione e assistenza tecnica, uno strumento finanziario composto sia da un fondo di Microcredito così come da un Fondo di Garanzia, la cui gestione è stata affidata alla Banca di Sviluppo di El Salvador (Bandesal) azione finanziaria che sino al luglio scorso aveva permesso di erogare microcrediti a 88 micro imprenditrici salvadoregne, tra queste le due donne selezionate a partecipare alla fiera barese, scelte per l’elevata capacità di innovazione del loro progetto nonché per il  potenziale di vendita dei prodotti proposti.

Sabato 9 settembre, durante l’inaugurazione della Fiera a cui erano presenti le più alte autorità Italiane tra le quali  il presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, quello della Regione Puglia Michele Emiliano e il Sindaco di Bari Antonio  De Caro che ricopre anche il ruolo di presidente nazionale dell’Anci, la dott.ssa  Antonella Bisceglia  commissario straordinario della Fiera del Levante ha evidenziato l’importanza valoriale del progetto, ricordando anche come la presenza dello Stato di El Salvador alla Fiera del Levante costituisca una novità assoluta.

Inoltre le due imprenditrici presenti a Bari e accompagnate nel loro stand dalla bravissima interprete Anaela sono state ospitate dall’AIAB Puglia  (associazione Italiana per l’agricoltura Bilogica) durante uno degli incontri divulgativi tenuti dalla stessa associazione nel padiglione 18 della fiera a margine delle degustazioni organizzate dalla Regione Puglia e dall’ARESS ed effettuate tramite i prodotti provenienti da agricoltura biologica donati da AIAB.

La delegazione centramericana ha portato la propria testimonianza, suscitando interesse del numeroso pubblico presente e creando quelle occasioni di scambio e di crescita sia per il loro lontano Paese ma anche per il nostro territorio in un processo di globalizzazione dal basso, partecipativo e trasversale.