Il SudEst

Monday
Mar 25th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Attualità Sanremo Festival e come ogni storia ci sarà prima, durante e dopo

Sanremo Festival e come ogni storia ci sarà prima, durante e dopo

Email Stampa PDF

 

di SARA LAURICELLA

Non solo il Festival, non solo il DopoFestival ma anche il PrimaFestival che ritorna, visto il successo della passata edizione.

 

E come in ogni buona storia, in fondo Sanremo è la storia della canzone italiana, ci sarà anche una successione cronologica scandita anche dalle tre trasmissioni componenti il corpo della kermesse. Il PrimaFestival, i cui conduttori non sono stati annunciati in conferenza stampa, ha la forma di un notiziario flash che andrà in onda tutti i giorni dopo il Tg1 a partire dal 25 gennaio. News, curiosità, interviste e gossip che si infittiranno dal 4 febbraio per tutta la settimana del festival, con gli ultimi pettegolezzi e notizie che ci accompagneranno all'inizio dello show. Nel DopoFestival - The Dark Side of Sanremo – che andrà in onda dal Casinò di Sanremo trasformato in un studio tra la terra ed il cielo, ci sarà la comicità giocosa di Rocco Papaleo che condurrà gli artisti, insieme ad una folle band, in stralunate esibizioni. Insieme a lui due figure femminili, ancora non dichiarate, e collegamenti che mostreranno la vita di Sanremo By Night da Forte Santa Tecla. E poi il corpo del Festival della Canzone Italiana che andrà in onda, ovviamente su Rai1, dal 5 al 9 febbraio 2019 in diretta dal Teatro Ariston, con la conduzione di Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele. Un trio formato dal direttore artistico Baglioni che vuol incentrare la kermesse sull’armonia, perché – come dichiara in conferenza stampa – “Se l’anno scorso l’obiettivo era portare l’immaginazione al Festival, quest’anno vogliamo portare l’armonia. Il 69, visto così, richiama molto il simbolo dell’avvicinamento degli opposti. Proprio per il ricongiungimento di opposti ho pensato di chiamare fratello sole e sorella luna, Claudio Bisio e Virginia Raffaele.  Ho cercato di prenderla alla leggera, ci volevano due persone che avessero più ironia di me perché lo scorso anno ho finito il serbatoio». Scherzando con loro afferma che, essendoci già due comici, non è il caso che ci siano ospiti dalla vis comica, anche se Bisio accenna alla presenza di Checco Zalone, mentre sono stati confermati ospiti canori esclusivamente, finora, italiani, quali Andrea Bocelli con il figlio Matteo, Giorgia, Elisa e comunque ci saranno due ospiti canori a serata. Vedremo sul palco anche Pippo Baudo e Fabio Rovazzi ormai coppia televisiva collaudata dalla conduzione di Sanremo Giovani. Oltre alla diretta Rai1 ci sarà anche la presenza di Rai Radio 2 con tre postazioni: diurna nel mitico truck rosso, serale in diretta dal Teatro Ariston e notturna in diretta da Forte Santa Tecla per accogliere tutti gli artisti in ogni momento della giornata. Ed anche la città sarà invasa da musica ed artisti: oltre il noto “Pallone” di Casa Siae in piazza Colombo, ci saranno tanti flashmob, curati da Area Sanremo Team, nelle strade della città. In un festival in odore di eccezionalità, e che si prepara a festeggiare i 70 anni, non poteva mancare una grandiosa scenografia, curata da Francesca Montinaro con un palco ancora più ampio e dalla trovata geniale per le postazioni dell’orchestra che non và a rubare spazio alla platea per il pubblico.  Ed ancora un direttore della fotografia di tutto pregio quale Mario Catapano. Ci si chiede, a questo punto quali siano i costi del Festival ma il nuovo direttore di Rai1, Teresa De Santis, afferma: “I costi si sono contratti senza ridurre la qualità. Negli ultimi tre anni i costi sono stati costanti. I costi vivi sono di circa 12 milioni di Euro, in più ci sono i costi della convenzione. I ricavi potrebbero raggiungere non solo il doppio (24 milioni), ma fare un record”. Ci piace far notare che quest’anno la RAI sottotitolerà l’intero Festival di Sanremo e che, come afferma Baglioni riguardo le star internazionali straniere: “Non voglio una mera apparizione a scopo promozionale. Deve esserci interazione con il cast, con l’orchestra o con il mondo della musica italiana. Sanremo è internazionale già di suo. Non abbiamo bisogno di figurine

Ecco, in ordine alfabetico, i 22 big in gara e i titoli dei loro brani:


Arisa - Mi sento bene
Loredana Bertè - Cosa ti aspetti da me
Boomdabash - Per un milione 
Federica Carta e Shade - Senza farlo apposta 
Simone Cristicchi - Abbi cura di me 
Nino D’Angelo e Livio Cori - Un'altra luce 
Einar - Parole nuove -  vincitore di “Sanremo Giovani”
Ex-Otago - Solo una canzone 
Ghemon - Rose viola 
Il Volo - Musica che resta 
Irama - La ragazza con il cuore di latta 
Achille Lauro - Rolls Royce 
Mahmood - Soldi - vincitore di “Sanremo Giovani”
Motta - Dov'è l'Italia 
Negrita - I ragazzi stanno bene
Nek - Mi farò trovare pronto 
Enrico Nigiotti - Nonno Hollywood 
Patty Pravo con Briga - Un po' come la vita 
Francesco Renga - Aspetto che torni 
Daniele Silvestri - Argento vivo 
Anna Tatangelo - Le nostre anime di notte 
The Zen Circus - L'amore è una dittatura 
Paola Turci - L'ultimo ostacolo 
Ultimo - I tuoi particolari