Il SudEst

Thursday
Jan 17th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Attualità L’ Odessa Philarmonic Orchestra per il “Concerto di Capodanno” al Teatro Petruzzelli per la Stagione

L’ Odessa Philarmonic Orchestra per il “Concerto di Capodanno” al Teatro Petruzzelli per la Stagione

Email Stampa PDF

Redazionale

La Filarmonica Nazionale di Odessa inaugurerà il Nuovo Anno  per la 77ª Stagione della Camerata Musicale Barese con la direzione del M° Hobart Earle e il violoncellista Alexey Stadley. Appuntamento mercoledì 2 gennaio al Teatro Petruzzelli, per gentile concessione del Sovrintendente  M° Massimo Biscardi,  alle ore 21.

 

 

 

L’Assessore alla Cultura del  Comune di Bari, Prof Silvio Maselli ha così espresso il suo benvenuto all’Orchestra russa:  "Rinnovando l'alleanza tra l'impegno organizzativo e artistico della Camerata e la Città di Bari, siamo lieti di accogliere a Bari l'Orchestra Sinfonica di Odessa, importante città ucraina ed Ensemble di grande qualità esecutiva, anche per confermare che il nuovo anno inizi con l'incanto della grande musica nella cornice emozionante del nostro grande Teatro Petruzzelli che si apre alla Camerata e ai suoi sempre più prestigiosi ospiti. Augurare ai baresi e ai turisti il buon anno in tale cornice è un grande onore. Viva la buona musica, buon 2019 con la Camerata Musicale Barese."

Odessa, una delle più belle città sulla costa del Mar Nero, alla fine del XIX secolo,  è stato un importante centro culturale, visitato da molte personalità musicali eccezionali. Da questa tradizione musicale  arriva la Filarmonica di Odessa; l'orchestra è stata fondata nel 1937 e per tutto il periodo sovietico ha eseguito regolarmente stagione sinfoniche sotto direttori quali Nathan Rachlin, Yuri Temirkanov, Kurt Sanderling, Arvid Jansons e  Mariss Jansons. Nonostante il  grande valore artistico dell’orchestra , a differenza di Mosca e San Pietroburgo, a Odessa  non è stato mai permesso di viaggiare fuori dai confini dell'URSS. Con l'indipendenza dell'Ucraina, lo status dell'orchestra è aumentato; nel gennaio del 1993, il governo ucraino ha assegnato formalmente lo stato federale di Odessa Philharmonic Orchestra. Il nuovo status è stato il riconoscimento per permettere all’orchestra un salto di qualità che sotto la guida del suo nuovo direttore musicale Hobart Earle è stata la prima orchestra ucraina  ad attraversare sia l'Oceano Atlantico che l'Equatore.  Nel giugno 2002, il presidente dell'Ucraina, Leonid Kuchma, ha firmato un decreto che concede lo status nazionale di Odessa Philharmonic Orchestra. L'orchestra diventa così la prima organizzazione nelle arti dello spettacolo in Ucraina al di fuori della capitale della nazione, Kiev.

Alexey Stadler, nato in una famiglia di musicisti, ha cominciato a suonare il violoncello a quattro anni. Ha iniziato i suoi studi con Alexey Lazki e continuato la sua formazione al Rimsky-Korsalov College of Music di San Pietroburgo. E’ considerato uno dei migliori giovani violoncellisti della sua generazione e vincitore della edizione 2012 del Gran Premio TONALI di Amburgo. Hanno avuto grande successo di critica e di pubblico i suoi recenti debutti con l’Orchestra Sinfonica di San Francisco e con l’Orchestra della Svizzera Italiana, diretti da Vladimir Ashkenazy.  Ha ricevuto numerosi premi, tra cui Young Talent (2008, 2009 e 2010) e Hope of Russia (2008, 2009): Ha registrato la Sonata per violoncello di Rachmaninov su uno strumento di A. Jacout, un tempo appartenuto allo zar Nicola II. Nel 2012 ha preso parte al festival organizzato dall’Accademia di Kronberg “La Musica da Camera connette il mondo”, dove si è esibito con Gidon Kremer, Yuri Bashmet e Christian Tetzlaf. Suona un violoncello di David Tecchler del 1715.

Informazioni e prenotazioni  in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Botteghino del Teatro Petruzzelli,  Box Office c/o La Feltrinelli  e sul sito www.cameratamusicalebarese.it .