Il SudEst

Saturday
Aug 24th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Consumatori L' appetito vien leggendo: alla (ri)scoperta dell'antico mangiare

L' appetito vien leggendo: alla (ri)scoperta dell'antico mangiare

Email Stampa PDF

di ANGELO GIANFRATE

La Puglia conquista con i sapori genuini

La cucina pugliese si caratterizza soprattutto per il rilievo dato alla materia prima, sia di terra che di mare, e per il fatto che tutti gli ingredienti sono appunto finalizzati ad esaltare e a non alterare i sapori base dei prodotti usati. Pertanto si troveranno tutte le verdure di stagione, dalla cima di rapa al cavolo verde, al cardo, ai peperoni, alle melanzane, ai carciofi, tutti i legumi, dai fagioli alle lenticchie alle cicerchie e alle fave, e tutti i prodotti del mare, in particolare dell'Adriatico; questi ultimi hanno una particolare caratteristica che li distingue, in conseguenza della particolare pastura che si rinviene lungo le sue coste, e dalle bolle di acqua dolce che si scaricano in mare, e che servono ad attutire il salmastro, ma non ad alterarne il profumo. Inoltre, anche se vi sono dei piatti comuni, le ricette variano da provincia a provincia, e talvolta, da città a città, così per esempio, le ricette tipiche delle province di Taranto, Brindisi e Bari, adagiate sul mare, non sono uguali a quelle praticate nella provincia di Foggia, più collinosa, e di Lecce, più terragna.

 

Trippa della nonna

 

 


Ingredienti:       600 gr. di trippa; 200 gr di prosciutto crudo; 150 gr. di pecorino; 100 gr. di pangrattato; 200 gr. di pane raffermo; 3 uova; 1 cipolla; 1 carota; olio di oliva extravergine, latte, sedano, sale e pepe.

Procedimento:   Mettete due litri di acqua in una larga casseruola e aggiungete la carota, il sedano, la cipolla e la trippa a pezzi; quando sarà diventata tenera sgocciolatela, tritatela e mettetela in una scodella. Unire il prosciutto tritato, il pane bagnato nel latte e strizzato, il pecorino ed amalgamate il tutto con le uova, sale e pepe fino ad ottenere un impasto compatto. Formate delle polpettine, passatele nel pangrattato e friggetele in abbondante olio. Filtrate infine il brodo di cottura della trippa efatelo bollire. Sistemate le polpettine in una ciotola e coprtele con il brodo caldo, spolverate con il pecorino e… servite!