Il SudEst

Saturday
Apr 20th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Consumatori “Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

Email Stampa PDF

di ANGELICA LABIANCA

In giro per la Puglia, diversi e interessanti appuntamenti per arricchire il nostro bagaglio culturale e deliziare i nostri sensi.


  • Bari, Van Gogh Alive, the experience

Dal 6 dicembre al 10 febbraio

Arriva finalmente anche a Bari - dal 6 dicembre al 10 febbraio 2019 - per inaugurare la riapertura del Teatro Margherita, la mostra multimediale Van Gogh Alive – The Experience, prodotta da Grande Exhibition.

Van Gogh Alive – The experience è considerato il più grande successo al mondo di una mostra del genere. A Roma ha avuto quasi 140 mila visitatori e ha girato in tutto il mondo. 
Un incontro ravvicinato con le opere del pittore olandese: non ci saranno i quadri originali ma il visitatore potrà vederli utilizzando la tecnologia. Avrà a disposizione più di tremila immagini di Van Gogh su vasta scala su display che riempiranno schermi giganti, pareti, pavimento, colonne, soffitti.

Van Gogh sarà ovunque.

APERTO TUTTI I GIORNI
Dal Lunedì al Giovedì 09:00 – 19:00
Venerdì, Sabato e Domenica 09:00 – 22:00

​L’ingresso è consentito fino a un’ora prima della chiusura.
Giorni e orari possono essere soggetti a variazioni.

PREZZI
Intero: 14,00€
Ridotto: (6/12 anni) 8,00€
(Studenti, over 65, disabili*) 12,00 €
Bambini sotto i sei anni: ingresso gratuito (accompagnati da un familiare)
Famiglia: (2 adulti + 2 bambini/ 1 adulto + 3 bambini) 44,00€
Maxi Famiglia: (2 adulti + 3 bambini / 1 adulto + 4 bambini) 50,00 €

Prenotazione Gruppi, Scuole e Attività Didattiche
Ridotto Gruppi: 10,00€ + prevendita 1,00€
Ridotto Scuole: 6,00€ + prevendita 1,00€

Per gruppi e scuole la prenotazione è obbligatoria al numero 0808490257.

*Per gli aventi diritto all'accompagnamento secondo la Legge 104/92 l'accompagnatore ha diritto all'ingresso gratuito. Per l'accesso allo spazio per un diversamente abile è necessario contattare il personale addetto a   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

  • Gravina in Puglia, Duo Variandi in concerto

Sabato 26 gennaio, ore 19.30

Serata con musiche originali e trascrizioni per duo di chitarre dal periodo barocco al Novecento.
Il Duo Variandi, formatosi nel maggio del 2018, è composto dai giovani talentuosi chitarristi Antonio Simone Palmisano e Davide Minerva.
- Evento ad ingresso gratuito. Si consiglia la prenotazione causa posti limitati.
Info e prenotazioni a mezzo posta elettronica all'indirizzo:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Biblioteca Capitolare Finia

Piazza Notar Domenico, Gravina

  • Bitonto, Programma settimanale della Libreria del Teatro

DAL 25 AL 27 GENNAIO

Festival del cioccolato artigianale - ChocoFun

Chocofun, il programma del festival del cioccolato artigianale. Non solo cioccolato ma anche divertimento con spettacoli di artisti di strada, balli popolari, totem e spettacoli

Dal 25 al 27 gennaio avrà luogo a Bitonto, in piazza Aldo Moro, la prima edizione di ChocoFun, la festa del cioccolato artigianale, patrocinata dal Comune di Bitonto.

Nelle tre giornate (venerdì, sabato e domenica), il programma predisposto dagli organizzatori della manifestazione è molto ricco e variegato. Dalle 9 alle 22, con orario continuato, sarà possibile visitare gli stand dedicati al cioccolato artigianale. L’area dedicata ai bambini (Babyfun) prevedrà spettacoli di burattini (alle 11.30, alle 17 e alle 19) e selfie con totem a tema. Ci sarà poi l’area destinata agli spettacoli (Folkfun) con convegni a tema, esibizione di un gruppo folkloristico con balli popolari ed esibizione di artisti di strada. Infine ci sarà la Solidarityfun con un’associazione di volontariato sociale che distribuirà dei palloncini a bambini a scopo benefico.

SABATO 26 e DOMENICA 27 GENNAIO

La scrittore afgano ALI ESHANI presenterà il suo ultimo libro:

"I ragazzi hanno grandi sogni" Edizioni Feltrinelli

Rispettivamente

SABATO 26 alle 17.30 presso la Galleria nazionale della Puglia "Girolamo e Rosaria DeVanna" ubicata nel palazzo Sylos-Calò a Bitonto (Via Giandonato Rogadeo,già dei Mercanti, 14)

DOMENICA 27 alle 17.30 presso il Laboratorio Urbano "Rigenera" - Viale della Resistenza - Palo del Colle

IL LIBRO:

Fuggendo dall'Afghanistan, Alì e suo fratello avevano un sogno: arrivare in Italia. Ma quando finalmente il tredicenne Alì lo corona, scopre che le sfide non sono affatto finite.

Alì è un ragazzino di tredici anni quando vede Roma per la prima volta. La sua epopea è durata cinque anni. Insieme al suo paese, l'Afghanistan, ha dovuto dire addio ai genitori, finiti sotto le bombe di una guerra civile senza vincitori né vinti, e al fratello, annegato nel Mediterraneo nel tentativo di raggiungere clandestinamente la Grecia dalla Turchia e aprirgli la strada. Apparentemente adesso Alì ce l'ha fatta: è finalmente in Europa, il suo grande sogno. Ma, capirà, non c'è tempo per riposarsi, nessun momento di tregua: adesso bisogna integrarsi e sconfiggere i pregiudizi. Dove trovare le forze? A quali risorse attingere? Gli addii si susseguono: alcuni ragazzi arrivati dalla Grecia con Alì prendono la strada della criminalità o proseguono verso altre destinazioni come Germania, Svezia e Inghilterra, giudicate da "radio migranti" mete preferibili all'Italia. Alì è di nuovo solo, ma sa che non deve perdere l'occasione che la vita (e suo fratello, con il suo sacrificio) gli hanno in qualche modo regalato. Perciò studia, riga dritto, scioglie interrogativi durissimi: perché prendere buoni voti se non si ha una madre a cui dirlo? Perché fare tanti sforzi se si ha sempre la sensazione di dover ripartire dal fondo della fila? Pur nelle sue drammatiche premesse, la storia di Alì ci parla anche di noi, del nostro mondo riflesso negli occhi di chi arriva in Italia in cerca di un futuro. E si fa storia universale, quella di un ragazzino, poi ragazzo, poi uomo, che cerca quello a cui tutti aspiriamo: l'amicizia, l'amore, l'accettazione. Insomma, un posto nel mondo.

L'AUTORE:

Alì Ehsani è nato nel 1989 a Kabul. Persi i genitori all’età di otto anni, è fuggito dall’Afghanistan insieme a suo fratello, in cerca di un futuro migliore in Europa. Dopo un drammatico viaggio durato cinque anni, dal 2003 vive a Roma, dove studia e lavora. Nel novembre del 2015 ha conseguito la laurea triennale in Giurisprudenza. Per Feltrinelli ha pubblicato Stanotte guardiamo le stelle (con Francesco Casolo; 2016).

Ingresso libero

  • Molfetta, “Processo a Dio”

Sabato 26 gennaio, ore 19.30

Si terrà sabato 26 gennaio, (porta ore 19.30, sipario ore 20) nel teatro Regina Pacis (viale XXV Aprile) di Molfetta lo spettacolo gratuito “Processo a Dio”.
L’appuntamento rientra nel programma delle iniziative dedicate alla Giornata della Memoria patrocinate dall’assessorato alla Cultura e turismo del Comune di Molfetta, organizzato dall’associazione Artemia, sul palco si esibirà i la Compagnia Theatrum con l’accompagnamento musicale del gruppo Luna, Croce e Stella di Francesco Attolini, Stefano Attolini e Lillo Gabriele.

Lo spettacolo in due atti è scritto da Stefani Massini, fiorentino una delle voci più importanti fra i nuovi autori del teatro italiano vincitore di numerosi premi e riconoscimenti tra cui: Premio Nazionale della Critica, Piccolo Teatro di Milano, 2007; Premio Campiello; Premio letterario internazionale Mondello; Premio Vittorio De Sica per la letteratura; vuole porsi l’obiettivo di far rivivere una virgola di quel Processo a Dio, testo di Stefano Massini, ambientato alla fine della seconda guerra mondiale.
“Processo a Dio” narra di alcuni prigionieri ebrei del lager di Majdanek scampati all'odio razzista. Elga Firsch, famosa attrice di teatro, con tutto il suo dolore, la sua sofferenza, il suo svuotamento, senza aver mai perso la propria dignità di donna e di persona, convince alcuni sopravvissuti a seguirla in una travolgente impresa al solo scopo di avere un colpevole.
Riconoscere l’esistenza di un’entità superiore che decide del destino degli uomini e chiedergli ragione di quanto è accaduto, postulando che l’assurda tragedia abbia un senso imponderabile, è “Processo a Dio”. D’altra parte, negare l’esistenza di quell’entità vorrebbe dire mettere in discussione l’esistenza stessa di Dio, o meglio credere alla possibilità che una tragedia di tale portata possa essere generata da un mero concorso di casualità. Elga vorrebbe risposte a domande quasi impossibili da porsi. "Un processo corretto presuppone l’assunzione di non colpevolezza fino
a prova contraria". Ma Elga Firsch reclama la propria necessità di individuare un colpevole; ci sarà?
La compagnia Theatrum vedrà l’accompagnamento musicale del gruppo Luna, Croce e Stella con Francesco Attolini, Stefano Attolini e Lillo Gabriele che eseguiranno musiche dai campi di concentramento per condurre lo spettatore in un viaggio storico sulla Shoa.
Lo spettacolo è gratuito, con prenotazione obbligatoria attraverso il portale Eventribe oppure tramite email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. tel. 349.5283664

  • Bari, Evento Speciale - Visita alla Pinacoteca

Domenica 27 gennaio, ore 10.30

Domenica 27 ore 10.30 EVENTO SPECIALE. Visita guidata alla Pinacoteca Metropolitana di Bari. Il materiale esposto comprende: una sezione medievale (sculture dei secc. XI-XV, icone pugliesi dei secc. XII-XIV); dipinti veneti provenienti da chiese della regione (sono presenti opere di Antonio e Bartolomeo Vivarini, Giovanni Bellini, Paris Bordon, Paolo Veronese, Jacopo Tintoretto); dipinti pugliesi dei secc. XV-XVI (Tuccio d’Andria, Costantino da Monopoli, Andrea Bordone); dipinti napoletani o di scuola napoletana dei secc. XVI-XVIII (con opere di Marco Pino, Paolo Finoglio, Maestro degli annunci ai pastori, Andrea Vaccaro, Luca Giordano, Giuseppe Bonito, Lorenzo De Caro, Francesco De Mura, Fedele Fischetti, Domenico Mondo); un prezioso nucleo di dipinti del Giaquinto; una raccolta di pittura dell’Ottocento (con le prestigiose presenze di Giuseppe De Nittis, Francesco Netti, Domenico Morelli, Giovanni Boldini, Teofilo Patini e altri).

Punto d’incontro: Palazzo della Provincia (Via Spalato n.19 – Lungomare Nazario Sauro n. 27)

Costo: 11 euro (comprensivo di biglietto di ingresso) - Prenotazioni a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o mandando un sms o un whatsapp al 3403394708. Nella prenotazione va indicato il numero di partecipanti, un cognome e un contatto telefonico.

Il Palazzo della Provincia di Bari

Lungomare Nazario Sauro

  • Bari, Paoli canta Paoli - Teatro Petruzzelli

Martedì 29 gennaio, ore 21

Il 29 gennaio, al Teatro Petruzzelli,  Gino Paoli, una delle leggende della musica italiana, presenterà a Bari il suo ultimo progetto live “Paoli canta Paoli”, in cui sarà affiancato da tre giganti del jazz italiano come Rita Marcotulli al pianoforte, Alfredo Golino alla batteria ed Ares Tavolazzi al basso.  Paoli ripercorrerà la sua prolifica produzione a cominciare dai suoi più grandi successi come Il cielo in una stanza, La Gatta, Una lunga storia d’amore e tanto altro.

Teatro Petruzzelli

Corso Cavour, 12

Per info: https://www.fondazionepetruzzelli.com/

  • Bari, Il Neorealismo di Guttuso, Guerricchio e Bibbò

Fino al 31 gennaio, dalle 9.30 alle 13

I GRANDI MAESTRI IN MOSTRA A BARI

Renato GUTTUSO, Luigi GUERRICCHIO, grandi esponenti del neorealismo del Mezzogiorno e lo scultore Antonio BIBBO' arrivano a Bari, accolti dall'incantevole CHIESA della VALLISA ( Strada Vallisa, 11).

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 16,30 alle 20,00.

(APERTURE STRAORDINARIE 30 dicembre, ore 9.30/13.00 e 16.00/20.00 - 31 dicembre, ore 9.30/13.00, 1 gennaio, ore 17.00/20.00)
Ingresso: € 5,00 intero; € 3,00 ridotto per scuole, università e over65

Una mostra antologica, un viaggio tra tele e sculture alla scoperta di mondi.

Le loro tele e sculture appaiono come tessuti impregnati, dalle tinte accese, variopinte, in grado di suggellare nel perimetro dell'opera lo spirito di quel preciso tempo e di quel preciso spazio, lo stesso che ne ha ispirato la genesi.

Tre poeti che hanno saputo compiere una profonda indagine psicologica, restituendo al pubblico opere sincere, fortemente espressive. - Siria Bottazzo, curatrice della mostra

Sei sedi di suggestiva bellezza per le mostre di Bibart.

Oltre alla VALLISA (unico ingresso a pagamento), la CHIESA di SANTA MARIA DEI MASCHI, la sede dell’Arciconfraternita del CARMINE, il SUCCORPO della Cattedrale di San Sabino, l'Anche Cinema e l'Ex-Palazzo delle Poste ospiteranno invece tutti gli artisti in concorso (ingresso libero). Calendario completo e orari delle mostre su www.bibartbiennale.com.

LA MAPPA DELLA BIENNALE > http://bit.ly/LaMAPPAdellaBiennale

In foto: Bari, Teatro Margherita