Il SudEst

Friday
Dec 14th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

Monitoraggio di diossine all’ILVA di Taranto

Email Stampa PDF

 

L’Assessorato alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia e ARPA Puglia comunicano che, a partire da oggi, è stata avviata la prima campagna per la rilevazione di diossine e furani nei fumi delle emissioni del camino E312, afferente all’impianto di agglomerazione dello stabilimento ILVA S.p.A. di Taranto, campagna realizzata senza preavvisarel’azienda.



Alle 6 di questa mattina il dirigente dell’Unità Operativa Aria di ARPA Puglia, dopo essere entrato nello stabilimento ILVA di Taranto, ha contattato l’azienda chiedendo di predisporre in tempi rapidi - entro 90 minuti - tutti i dispositivi necessari per poter effettuare i controlli al camino E312, a partire dalla gru necessaria per portare in quota (50 metri di altezza) la strumentazione. Tale attività viene realizzata per verificare il rispetto dei limiti della legge regionale 44/2008 “Norme a tutela della salute, dell'ambiente e del territorio: limiti alle emissioni in atmosfera di policlorodibenzodiossina e policlorodibenzofurani”. La rilevazione avrà la durata di 8 ore al giorno.

Ufficio stampa ARPA Puglia