Il SudEst

Thursday
Dec 12th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

Cronaca di un convegno privo di contraddittorio e di un senatore codardo

Email Stampa PDF

 

Associazione Steps

Il senatore leghista Simone Pillon prosegue a supportare eventi organizzati da associazioni legati alla mediazione come A.i.M.e.F.

È successo il 17 maggio presso la sala Valente di Via Freguglia a ridosso del Tribunale civile di Milano.


Dopo un susseguirsi di relatori che sul programma erano dati per certi, ma che in realtà non erano presenti, alle ore 11.30 subito dopo l'intervento di Simone Pillon, chiedo di potergli fare una domanda. Gli animi si agitano. L'organizzatrice del Convegno, tale Federica Anzini, che Pillon chiamava amichevolmente “Federica”, dopo un veloce sguardo di intesa tra loro, qualche chiacchera e risatina, comunica alla platea (“Federica” era tesa, era molto tesa) queste parole:

“non c'è tempo”.

“magari dopo”.

“non abbiamo detto che non può parlare, ma bisogna rispettare l'ordine degli interventi”.

Peccato che gli interventi della mattina erano terminati. Mancava quello dell'assessore regionale Giulio Gallera, ma non era ancora arrivato, quindi perché proseguire a dire “Signora Cusmai, parlerà dopo..”?

Simone Pillon, nel frattempo, guardava qui e là. Sorrideva. C'erano il mondo della “mediazione” in sala, ossia quel mondo a cui lui potrebbe dare da mangiare. Riesumano un intervento riparatore pur di non farmi parlare e io mi dirigo verso il tavolo dei relatori in attesa della conclusione. La conclusione dell'intervento arriva e Pillon anziché darmi parola, si alza dalla sedia/relatori e raggiunge la poltrona in prima fila della platea. Il braccio destro dell'organizzatrice Federica Anzini, suggerisce al Senatore Pillon, come vedremo nel video, di tornare al tavolo dei relatori. Gli interventi, improvvisamente, non erano più finiti, se ne aggiunge un altro e poi un altro ancora. Con il programma che avevo in mano, diventava facile capire che stavano boicottando il mio intervento, e così con l'arrivo dell'assessore regionale Giulio Gallera prendo parola e mi presento: “Sono Imma Cusmai, associazione Steps, vorrei capire come mai non posso fare una domanda al Senatore Pillon, ha qualcosa da nascondere? Forse è in imbarazzo perché in sala c'è l'ex avvocato del mio ex marito, Thomas Del Monte che ha mosso mari e monti per tenermi lontano da mia figlia e poco più in là c'è la compagna del mio ex marito, Adriana Tisselli, con la quale ha organizzato convegni pro-PAS contro le mamme e i figli insieme al fratricida Marco Casonato?” E mentre pronunciavo queste parole la claque di Pillon, insieme a Federica Anzini, a oscurare la mia voce.

Lascio la sala perchè dovevo raggiungere la Procura del Tribunale di Milano, e noto che gli assistenti di Federica Anzini mi seguono per vedere se uscivo. Federica Anzini mi hanno riferito persone rimaste al convegno che alle 13.10 ha detto quanto segue: Ora si apre il dibattito, potete fare domande, dov'è andata la Signora Cusmai?

Ecco il video. Mi affido a voi. Che diventi virale.

Imma Cusmai

 

Cronaca di un convegno privo di contraddittorio e di un senatore codardo. Dopo un susseguirsi di relatori che sul programma erano dati…

https://m.facebook.com