Il SudEst

Thursday
Jul 19th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

La Domenica sportiva

Email Stampa PDF

di NICOLO' AMORUSO

PARTENZA LANCIATA! Vincono tutte le cinque pretendenti al titolo
Successi per Juve, Napoli, Roma e le due milanesi


La Serie A è tornata subito in campo. La pausa estiva è durata veramente poco, solo 85 giorni.
Si è deciso di iniziare a metà agosto, per favorire la Nazionale. Il commissario tecnico dell’Italia, Ventura, ha chiesto di poter avere a disposizione, per la decisiva sfida di inizio settembre contro la Spagna, giocatori rodati, con una discreta forma fisica. Infatti, prima della sfida Italia – Spagna, i giocatori italiani avranno già disputato 2 giornate, pari a 180’ minuti.

La Serie A 2017/18 è iniziata nel migliore dei modi e ha già dato le prime indicazioni. Sarà un campionato più equilibrato rispetto a quello degli ultimi anni. Infatti, in questa prima giornata, tutte le cinque pretendenti al titolo hanno conquistato i tre punti. La Juventus, campione in carica, ha battuto il Cagliari per 3 a 0 e per la prima volta nel campionato italiano è stata usata la VAR (Video Assistant Referee). Il Napoli in scioltezza ha avuto la meglio sul neopromosso Verona. Una Roma, poco spettacolare ma efficace, ha vinto sul difficile campo di Bergamo. L’Inter, trascinata dal suo uomo squadra Icardi, ha battuto la Fiorentina. Il Milan, rivoluzionato dalla campagna acquisti dei nuovi proprietari cinesi, ha stracciato il Crotone con un netto 3 a 0. In testa alla classifica, ci sono anche Chievo e Sampdoria. Il Chievo ha espugnato il Friuli di Udine, mentre la Sampdoria in casa ha rimontato il Benevento. Le altre partite sono finite in parità. 1 a 1 tra Bologna e Torino. Sono finite senza reti le partite della Lazio contro la Spal e del Sassuolo contro il Genoa. 

JUVENTUS 3 – CAGLIARI 0 La stagione 2017/2018 per la Juventus inizia con una vittoria. La squadra di Allegri batte il Cagliari e conquista i primi tre punti della stagione, allontanando le polemiche per la sconfitta della Supercoppa Italiana a Roma contro la Lazio. Allegri preferisce affidarsi alla vecchia guardia e non schiera i nuovi acquisti. Nei primi minuti, il Cagliari si difende bene ma al primo vero affondo la Juventus passa in vantaggio. Cross dalla sinistra, Mandzukic in area di rigore, supera il difensore e al volo insacca. Il Cagliari non demorde, da pochi passi Faragò sbaglia l’1 a 1. I rossoblù continuano ad attaccare, al minuto 37’, Cop viene steso in area da Alex Sandro. L’arbitro ha dei dubbi e, per la prima volta nel campionato italiano, utilizza la Var. Il direttore di gara rivede l’episodio su di un monitor a bordo campo e assegna il calcio di rigore. Giusta la chiamata. Dal dischetto, Buffon ipnotizza Farias. Dal possibile 1 a 1, si passa al 2 a 0 per la Juventus. Dybala viene servito in campo aperto, il numero 10 della Juventus si invola verso l’area avversaria e trafigge il portiere. Sul 2 a 0, i bianconeri controllano la partita. Nel secondo tempo, Hiugain mette il suo nome sul tabellino dei marcatori con un preciso diagonale. All’Allianz Stadium finisce 3 a 0.

ATALANTA 0 – ROMA 1 Alla Roma basta la punizione di Kolarov per aggiudicarsi i primi tre punti della stagione e guardare con serenità al futuro. La squadra di Di Francesco è cinica: concede poco agli avversari e colpisce al momento giusto. Nulla da fare per la squadra sorpresa della scorsa stagione, l’Atalanta è ancora in rodaggio, i nuovi giocatori si devono integrare negli schemi di Gasperini. La partita è molto equilibrata ma al 30’ minuto, Kolarov con una punizione magistrale, rompe la parità e porta in vantaggio la Roma. Nel secondo tempo, l’Atalanta cerca il pareggio ma la Roma si difende in maniera ordinata e riesce a portare a casa un prezioso successo. Da segnalare il palo colpito da Ilicic a pochi passi dalla porta.

VERONA 1 – NAPOLI 3 Il Napoli espugna il Bentegodi e vola al primo posto in classifica con le altre 4 pretendenti al titolo. La squadra di Sarri ha già mostrato di avere delle ottime qualità per far bene in questo campionato. I partenopei hanno mantenuto gli stessi giocatori della scorsa stagione, puntellando la rosa, soprattutto per quanto riguarda le riserve. Il Napoli gioca bene e crea tantissime palle gol. La rete che sblocca la partita arriva al 32’ minuto. Calcio d’angolo. Il portiere esce a vuoto, Souprayen non riesce a liberare e insacca nella propria porta. Il raddoppio del Napoli arriva al 40’. Azione di ripartenza, Milik insacca su assist di Insigne. Nel secondo tempo, Ghoulam segna il 3 a 0 su assist di Mertens. Il Verona accorcia le distanze su calcio di rigore con Pazzini. Il Napoli ha chiuso la partita in 10’ per l’espulsione di Hysaj.

INTER 3 – FIORENTINA 0 L’Inter di Spalletti inizia con il piede giusto. Un netto 3 a 0 contro la Fiorentina dell’ex Pioli. Tutto facile per i neroazzurri, trascinati dal capitano Icardi. Il cannoniere dell’Inter ha iniziato alla grande la nuova stagione: ha sbloccato il risultato su calcio di rigore e ha raddoppiato con un perfetto colpo di testa. E’ stato il migliore in campo in questa partita. Perisic nel secondo tempo di testa ha chiuso la sfida sul 3 a 0. Buon inizio per l’Inter, la Fiorentina è da rivedere.

CROTONE 0 – MILAN 3 Bastano 25’ minuti al Milan per sbarazzarsi del Crotone e portarsi in testa alla classifica. La squadra di Montella, rivoluzionata dal mercato della nuova proprietà cinese, trova la prima rete della stagione con il nuovo acquisto Kessie su calcio di rigore. Fallo di Ceccherini su Cutrone. L’arbitro decide per la massima sanzione. Rigore e rosso per il difensore, decisi dalla VAR. Con l’uomo in più, il Milan dilaga. Cutrone, attaccante della primavera, segna il 2 a 0 con un preciso colpo di testa. Suso firma il 3 a 0 su assist di Cutrone.

SAMPDORIA 2 – BENEVENTO 1 La Sampdoria vola in testa alla classifica, battendo in rimonta il neopromosso Benevento. Alla prima in Serie A, il Benevento si arrende a Quagliarella, autore di una doppietta. La squadra campana, al suo esordio nella massima serie, incute timore alla Sampdoria e si porta in vantaggio con Ciciretti. L’esterno beneventano trova il palo più lontano con il sinistro. Poco prima della fine del primo tempo, da azione di calcio d’angolo, Quagliarella manda in rete una respinta del portiere. Nel secondo tempo, sempre l’attaccante campano ribalta il risultato.

UDINESE 1 – CHIEVO 2 Come ogni anno, nelle prime giornate, il Chievo si ritrova nelle posizioni alte della classifica. La squadra di Maran espugna il Friuli di Udinese ed è in testa alla classifica. Inglese con un colpo di testa sigla la rete dell’1 a 0. Thereaux con un tiro dalla distanza segna il più classico dei gol dell’ex. Nei minuti finali, Birsa con una conclusione da fuori area beffa il portiere dell’Udinese e lancia il Chievo in vetta.

LAZIO 0 – SPAL 0 Dopo il successo in Supercoppa, la Lazio non riesce a superare la neopromossa Spal e si deve accontentare di un punto. All’Olimpico, la squadra di Semplici ha giocato come deve fare una neopromossa, ovvero difendere con solidità e attaccare in contropiede. Infatti, la squadra emiliana ha avuto ghiotte occasioni sia nel primo che nel secondo tempo, ma gli attaccanti sono stati poco precisi, anche il palo ha aiutato la Lazio. Invece, la Lazio ha fatto troppo poco, solo un’occasione con Milinkovic-SAvic nel primo tempo. Ci si aspettava di più da questa Lazio.

BOLOGNA 1 – TORINO 1 Pareggio per 1 a 1 tra Bologna e Torino. Ljajic pareggia la rete di Di Francesco. Il Bologna, davanti al proprio pubblico, gioca bene. Di Francesco colpisce un palo. Al secondo tentativo, l’attaccante felsineo non sbaglia e segna la prima rete per il Bologna in questo campionato. Dopo pochi minuti, il Torino pareggia con un gol strepitoso del numero 10 del Torino, Ljajic. Il centrocampista granata, recupera palla, salta un uomo con un tunnel, arriva al limite dell’area e fa partire un destro, Mirante si tuffa, ma sbaglia la parata e la palla entra in rete. Nel secondo tempo, il Torino fa la partita ma non riesce a superare il muro difensivo del Bologna. All’82’ minuto, il Torino segna, l’arbitro consulta la Var ed annulla il gol per fuorigioco di Belotti.
Al Dall’Ara, il pareggio è il risultato più giusto.

SASSUOLO 0 – GENOA 0 E’ il secondo 0 a 0 giornata. Partita con poche emozioni al Mapei Stadium. Alla fine dei 90’mimuti, per quello che si è visto in campo, meritava il Genoa. Infatti gli ospiti hanno colpito una traversa con Biraschi. Il Sassuolo è stato più attento in fase difensiva che offensiva.

Nella prossima giornata, c’è già il primo big match della stagione: la Roma ospita l’Inter. Alla seconda giornata, la classifica si inizierà a delineare.