Il SudEst

Wednesday
Jan 17th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

La Domenica sportiva

Email Stampa PDF

di NICOLO' AMORUSO

LA LAZIO ALZA AL CIELO LA PRIMA COPPA DELLA STAGIONE BATTENDO LA JUVENTUS!
Al 93’ minuto Murgia castiga i bianconeri


Con la partita di  Supercoppa tra Juventus e Lazio è ufficialmente iniziata la stagione calcistica 2017/18 che avrà il suo epilogo il 15 Luglio con la finale della Coppa del Mondo in Russia. Ovviamente per la maggior parte delle partite ci sarà un resoconto dettagliato sul www.ilsudest.it.

Juventus – Lazio. La Lazio riesce nell’impresa di battere la Juventus e conquistare il primo trofeo stagionale. Finisce la maledizione per la Lazio che non riusciva a battere i bianconeri da 10 partite. Inotlre, i biancocelesti avevano sempre perso anche tutte le finali di Coppa Italia disputate contro la Juventus. Primo trofeo conquistato tra i professionisti per Simone Inzaghi.

In un Olimpico tutto esaurito, la Lazio scende in campo, senza Keita, non convocato e vicino alla cessione. Inzaghi si affida ad Immobile in avanti. Invece, Allegri è prudente, si affida alla vecchia guardia, non manda in campo i nuovi acquisti. Schiera Higuain al centro dell’attacco.

Nei primi minuti, la partita è equilibrata, la Juventus parte meglio. Ghiotta occasione per Cuadrado, il portiere della Lazio salva con una parata miracolosa. Alla prima azione offensiva, la Lazio passa in vantaggio. Immobile viene lanciato in profondità, si ritrova a tu per tu con Buffon. L’estremo difensore della Juventus lo atterra, l’arbitro non ha dubbi e concede il calcio di rigore. Dagli undici metri, Immobile mette alla sinistra di Buffon. Lazio 1 – Juventus 0. La Lazio continua ad attaccare ma non riesce a segnare la rete del raddoppio. Si chiude il primo tempo con la Lazio in vantaggio.
Secondo tempo più vivace rispetto al primo. Al 54’ minuto, Immobile raddoppia. Irriconoscibile la difesa della Juventus. Cross di Parolo, Immobile salta più in alto di tutti e di testa insacca per la rete del 2 a 0. Con questo punteggio, la partita sembra chiusa, invece no. La Juventus ha uno scatto d’orgoglio e riesce a riportarsi sotto con la punizione perfetta di Dybala. 2 a 1. L’argentino per la prima volta con la maglia numero 10 sulle spalle, pennella una traiettoria imprendibile per il portiere della Lazio. Nel secondo tempo, la Juventus anche con l’ingresso del nuovo acquisto Douglas Costa, ha aumentato la vivacità in attacco. Al 91’ minuto, la partita si accende. Alex Sandro entra in area, Marusic lo atterra. Il tocco c’è, l’arbitro assegna il rigore. Dal dischetto, Dybala non sbaglia e porta il punteggio sul 2 a 2. La partita sembra destinata ai supplementari, invece no. Nell’ultima azione della partita, Lukaku si invola sulla fascia sinistra del campo, supera De Sciglio in velocità che non riesce a fermarlo. Il Centrocampista della Lazio entra in area, crossa rasoterra al centro dell’area e pesca Murgia. Il numero 96, talento della primavera dei biancocelesti, con il piatto trafigge Buffon e regala alla Lazio un fantastico trofeo.

Ad una settimana dall’avvio del campionato, la Lazio, anche senza i giocatori di prestigio come Biglia, ceduto al Milan e Keita in procinto di trasferirsi, è riuscita a vincere il trofeo, soprattutto grazie alla squadra e all’impronta tattica data dal suo allenatore. Discorso diverso in casa Juventus. Scricchiola la difesa della Juventus, pesa l’assenza di Bonucci, ceduto al Milan. Allegri deve trovare subito delle nuove soluzioni. Dopo anni di vittorie, il primato della Juventus è messo in discussione.

La Lazio aggiunge al suo albo d’oro la quarta Supercoppa Italiana. I biancocelesti avevano vinto il trofeo già nel 1998, nel 2000 e nel 2009.


Immagine presa dal sito www.ansa.it