Il SudEst

Saturday
Apr 21st
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

La Turchia ha appena arrestato Özlem, un’attivista del team di Avaaz. Dobbiamo liberarla

Email Stampa PDF

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

In questo momento è in carcere senza neppure un’accusa precisa, solo per aver partecipato a un incontro sui diritti umani.

Per il governo turco, è solo l’ennesima persona arrestata nell’ennesima retata contro la società civile.

Ma se facciamo conoscere il suo nome e la sua storia con una petizione e sui media internazionali, Özlem diventerà un problema difficile da gestire per il presidente turco Erdoğan, già sotto pressione.

La nostra campagna sarà consegnata direttamente a Federica Mogherini, la Commissaria agli Affari Esteri dell’UE alla vigilia di un incontro cruciale con la Turchia della prossima settimana -- firma subito, liberiamo Özlem:

Clicca per la liberazione di Özlem!

Il governo turco sta arrestando e licenziando migliaia di persone che non lo sostengono. Ora anche Özlem è finita nella rete assieme ad altri 9 attivisti per i diritti umani. L’incontro della Turchia con l’Europa della prossima settimana è cruciale per gli accordi commerciali del paese e l’ultima cosa che Erdoğan vuole è una crisi internazionale per una prigioniera di cui probabilmente non ha mai neppure sentito parlare.

Ma per noi lei significa tantissimo. Lavora con Avaaz perché condivide i nostri valori. E da anni con tutte le sue forze si batte per un mondo in cui le persone siano libere di riunirsi e manifestare per la pace, la giustizia e i diritti umani senza finire in prigione. Ha permesso ai membri di Avaaz in Turchia di partecipare a centinaia delle nostre campagne.

Ora la stanno trattenendo con la minaccia di metterla sotto processo per terrorismo armato. Ma le uniche armi a cui Özlem si è mai avvicinata sono il gas lacrimogeno e i manganelli usati CONTRO di lei innumerevoli volte in cui era in strada a manifestare per la giustizia.

Dobbiamo farci sentire, per Özlem e gli altri arrestati con lei, facendo sapere a tuttidi questa storia. Quando raggiungeremo un milione di firme le consegneremo al Commissario agli Affari esteri dell’UE Mogherini, per tenere alta la pressione -- firma ora:

Clicca per la liberazione di Özlem!

La nostra comunità è stata dalla parte di chi difende i diritti umani in tutto il mondo, dall’Arabia Saudita al Marocco, dal Canada all’Indonesia. Questa battaglia è il cuore stesso del nostro movimento. Ora una di noi è in pericolo e ha bisogno del nostro aiuto.


Come mai prima dobbiamo essere uniti, per Özlem e i suoi amici.

Con speranza,

Danny, Alex, Marigona, Luca, Emma e tutto il team di Avaaz

Maggiori informazioni:

Turchia, arresti attivisti convalidati (RSI News)
http://www.rsi.ch/news/mondo/Turchia-arresti-attivisti-convalidati-9347398.html

Restano in carcere la direttrice di Amnesty Turchia e altri cinque difensori dei diritti umani (Corriere della Sera)
http://lepersoneeladignita.corriere.it/2017/07/18/restano-in-carcere-direttrice-di-amnesty-turchia-e...

Turchia, un milione in piazza contro Erdogan (RaiNews)
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Turchia-un-milione-in-piazza-contro-Erdogan-4d125941-90a5-44fd-8c9a-9e3ab74636b2.html

Turchia, Strasburgo chiede di congelare i negoziati di adesione all’Ue (EUnews)
http://www.eunews.it/2017/07/06/turchia-strasburgo-chiede-congelare-negoziati-entrare-nellue/89625

Turchia: 1.400 arresti per terrorismo negli ultimi 10 giorni (ANSA)
http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/rubriche/cronaca/2017/06/28/turchia-1.400-arresti-per-terrorismo-negli-ultimi-10-giorni_af40c682-2244-4250-adf4-f65ca71449a5.html

Turchia, altra ondata di purghe: oltre settemila licenziamenti (LaPresse)
http://www.lapresse.it/turchia-altra-ondata-di-purghe-settemila-licenziamenti.html