Il SudEst

Thursday
Sep 20th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

Fazio e il compenso “milionario”

Email Stampa PDF

 


di ROSA MANNETTA

Giorni fa, il CDA della Rai, ha approvato la proposta di contratto per Fabio Fazio che dovrà condurre delle serate su Rai 1.

La proposta è di circa 11,2 milioni di euro per 4 anni. Lo stesso Fazio ha dichiarato: “Mi dispiace che un passaggio così importante per me debba essere seguito da un discorso non televisivo, ma con polemiche inusuali, con una violenza verbale, venute anche da alcune istituzioni, che mi sono state sollevate addosso, secondo me c’è qualcosa che non va”. Queste le dichiarazioni di Fazio. Chiedo a Grazia, davanti ad una bibita, di cosa ne pensa su questo argomento. Grazia afferma: “Il compenso per il conduttore Fabio Fazio, è enorme. Comprendo che è bravo. Comprendo che la sua trasmissione, è molto interessante. E voglio ricordare che in Italia sono oltre 7,2 milioni le persone che vivono in gravi difficoltà economiche. Ecco cosa può essere difficoltà economica: non poter affrontare spese impreviste di 800 euro, una settimana di vacanze, un pasto proteico ogni due giorni, un riscaldamento adeguato o poter pagare le bollette. Io faccio dei lavoretti e con quelli mi pago le tasse all’Università. Non posso gravare sui miei genitori. Mio padre non lavora da tre mesi. Mamma fa la badante e guadagna 600 euro al mese. Abbiamo problemi seri. Perché compensi favolosi a Fazio? E non solo a lui, ma anche ad altri personaggi famosi? “. Le domande di Grazia sono giuste. Perché contratti milionari quando tutti noi in Italia, facciamo fatica ad andare avanti? In una famiglia tipo, dove i genitori lavorano e i figli vanno a scuola, la situazione è prospera. Il problema si pone, quando entrambi i genitori perdono il lavoro. Tre giorni fa, a Torino, una donna, disoccupata da 5 mesi, si è data fuoco davanti agli sportelli INPS, di Corso Giulio Cesare. Questo è lo scenario di chi non sa come vivere senza lavoro. Questo è lo scenario drammatico che loro ci fanno vivere. Loro chi? Loro che reggono “il barcone Italia”, a Palazzo Chigi. Vitaliano Brancati scriveva: “La ricchezza guasta l’intelligenza...”. E noi, stringeremo la cinghia...