Il SudEst

Monday
Dec 10th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

La Domenica sportiva

Email Stampa PDF

di NICOLO' AMORUSO

EUROPEO UNDER 21: L’ITALIA è IN SEMIFINALE!
Ennesima impresa di Valentino Rossi. Ricciardo vince il Gp di Baku. Scintille tra Vettel ed Hamilton



L’ultimo weekend appena trascorso è stato ricco di eventi sportivi. L’Italia Under 21 di Di Biagio si è qualificata per la semifinale di categoria. Gli azzurrini giocheranno martedì sera contro la Spagna per provare ad accedere alla finale.
Fine settimana elettrizzante per i motori. Valentino Rossi ha aggiunto un’ennesima perla alla sua carriera: ha trionfato nel Gp di Assen, dopo una serie spettacolare di sorpassi.
E’ stato scoppiettante anche il Gp di Formula di Baku, ricco di colpi di scena. Incidenti al via, safety car, liti tra Vettel ed Hamilton, alla fine sul gradino più alto del podio si è ritrovato Ricciardo.

***

Nella terza ed ultima partita del girone, l’Italia aveva un solo obiettivo: battere la Germania per poter continuare l’avventura in questo Europeo. Alla fine, così è stato. Spazzati via tutte le polemiche e, soprattutto tutti i calcoli con le varie probabilità di qualificazione. E’ bastata la rete di Bernardeschi al 31’ minuto per blindare il passaggio alle semifinali e guadagnarsi l’atteso match contro la Spagna di martedì sera. L’Italia è stata aiutata dalla Danimarca. Infatti, nell’altra partita del girone, i danesi, già eliminati, hanno avuto una reazione d’orgoglio ed hanno vinto contro i padroni di casa della Repubblica Ceca per 4 a 2. Con questi risultati, l’Italia si è qualificata, seconda dietro la Germania, prima nel girone.
La prossima partita degli Azzurrini, come già detto in precedenza, sarà contro i pari età della Spagna. Le Furie Rosse hanno giocatori già rodati e non sarà una partita facile. Le stelle della nazionale iberica sono: Asensio, castigatore della Juventus nella finale di Champions League. Altra stella e conoscenza del calcio italiano è il milanista: Deulofeu. L’Italia deve stare attenta anche a Saul Niguez, centrocampista dell’Atletico Madrid di Simeone.
Nella prossima partita, Di Biagio dovrà fare a meno di Berardi e Conti, squalificati. Nonostante questo, l’Italia ha tutte le carte per poter far male alla Spagna. Petagna, Chiesa, Gagliardini possono far sognare i tifosi italiani.

***
Valentino Rossi compie la sua solita impresa. Il Dottore rende tutto facile e alla fine non ci meravigliamo neanche più. Nel Gp di Assen, Valentino Rossi trionfa davanti a Petrucci. Sul gradino più basso del podio, Marquez. Con questa classifica, si accende anche il Mondiale. Dovizioso è in testa con 115 punti, segue Vinales con 111, ieri caduto. Rossi si riporta sotto con 108 punti. Maquez a soli 104 punti. 4 piloti raccolti in pochi punti. Mondiale emozionante.
Il Gp di Assen è stato caratterizzato dai sorpassi al limite. Proprio Valentino Rossi dopo pochi giri ha superato Marquez e si porta in testa e ha mantenuto la posizione fino all’ultimo giro. Colpo di scena, pioggia su Assen, i primi non si fermano e disegnano traiettorie da brividi sotto l’acqua ma la classifica non cambia, alla fine trionfa Valentino Rossi.


***

Nel Gp di Baku, a sopresa si ritrova sul gradino più alto del podio, Ricciardo. Il pilota della Red Bull sfrutta i vari episodi del Gran Premio e vince. Dietro di lui, Bottas che al fotofinish ha battuto uno scatenato Stroll. Quarto posto per il ferrarista, Sebastian Vettel, dietro di lui Lewis Hamilton. I due hanno acceso il Gran Premio e infuocando ancora di più la lotta per il titolo mondiale.
Prima fila tutta Mercedes, dietro le Ferrari. Avvio subito incandescente. Hamilton scappa via, Bottas compie una manovra azzardata e tampona Raikkonen, macchina distrutta ma il finlandese della Ferrari decide di continuare, gara tutta in salita, costretto al ritiro. Dopo i vari incidenti, ci sono vari detriti in pista, entra la Safety Car, intorno al 20° giro, Hamilton rallenta e frena all’improvviso, Vettel dietro non può far nulla e lo tocca. Dopo il tamponamento, Vettel ha un gesto di reazione e spinge il rivale, toccandolo con la ruota. Per questo gesto, Vettel viene penalizzato di 10’’ secondi. Dopo lo stop si riparte con Hamilton in testa però il pilota della Mercedes si deve fermare perché al pit stop i meccanici hanno montato male il poggia testa. Quindi, Ricciardo si ritrova in prima posizione. Il pilota austrialiano fa gara a sé e vince il Gran Premio. Secondo arriva Bottas. Il finladese beffa al fotofinish il rookie Stroll. Prossimo appuntamento per la Formula 1 è il Gran Premio d’Austria tra due settimane.