Il SudEst

Thursday
Jul 18th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Ambiente Otranto, Ostuni, Trani, “Notte dei poeti - piccolo festival della parola”

Otranto, Ostuni, Trani, “Notte dei poeti - piccolo festival della parola”

Email Stampa PDF

 


di ANGELICA LABIANCA

 

“Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall'alto, non avere macigni sul cuore”.

 

Italo Calvino

Oltre centocinquanta incontri con poeti, scrittori, registi e musicisti. Dai poetry slam ai reading, dalle presentazioni di libri agli omaggi ai grandi poeti pugliesi del Novecento, dai concerti agli eventi cinematografici.

E tanti ospiti, come il filosofo Ermanno Bencivenga, il poeta Gianni D'Elia, l'attore e regista Sergio Rubini. Queste le anticipazioni della prima edizione della Notte dei poeti - piccolo festival della parola in programma il 3 e 4 giugnoOtranto (Lecce), il 10 e 11Ostuni (Brindisi) e il 17 18 giugno a Trani (Bat).

I borghi antichi della Puglia sanno offrire sensazioni particolari dove il tempo sembra essersi fermato. Romantici paesi dalle case bianche di calce, ricchi di architetture storiche, viuzze dalle quali s’intravede lo sfondo azzurro del mare o distese di grano, dove si respira la quiete delle antiche atmosfere paesane. È in questo contesto che sarà realizzato un teatro diffuso che interesserà piazze, strade, vicoli, palazzi, corti, balconi, scalinate, chiese sconsacrate, chiostri, ma anche luoghi insoliti per la cultura come bar, pub, parchi, mercati, porti, autobus. “I poeti lavorano di notte” scriveva Ada Merini. La notte è il buio che suscita da timore ma è anche il momento migliore per ricerca e conoscenza. Per questo motivo l’evento, almeno la parte spettacolare, inizierà al tramonto per finire all’alba, regalando a tutti una meravigliosa notte di parole, suoni, poesia, emozioni.

Le città si apriranno al pubblico trasformandosi in palcoscenico ideale per poeti, scrittori, artisti, attori e musicisti che si alternano tra letture di poesie, reading, incontri, performance, mostre, spettacoli, concerti, che hanno come matrice testi letterati di autori pugliesi o che hanno raccontato la Puglia (del passato e del presente) ma anche di autori del mediterraneo, per contribuire a fare della Puglia il crocevia del dialogo interculturale, di comunicazione e di pace. Sono previsti 150 incontri con autori, poeti, presentazioni di libri, 3  Poetry Slam con la partecipazione di 30 poeti, 18 reading con attori, 60 interventi di guerrillia poetica, 60 eventi urbani con letture di poesie e di libri, 3 concerti, uno spettacolo inedito, 3 omaggi ai grandi poeti del ‘900, 4 grandi ospiti nazionali, 19 editori ed ancora incontri con registi, attori, proiezioni di film, istallazioni d’arte urbane dislocate nei borghi per un totale di circa 300 partecipanti. Per il pubblico tutto a zero centesimi.

Nei giorni dei festival per le strade nelle piazze, nei vicoli di Otranto, Ostuni e Trani.

Azioni di poesia urbana Ma Rea, il poeta errante.

Una fusione tra installazioni visive, arte concettuale, poesia e quotidianità, una commistione tra parola e ambiente. Parola che trasforma. Ambiente che la accoglie e la esalta. Per Ma Rea il luogo non è uno spazio/contenitore dove collocare la sua poesia, ma uno spazio con cui interagire, comunicare, adattando la sua arte ogni volta all’architettura, alla cultura, all’ambiente, per essere ogni volta nuova in ogni luogo. Scopriremo la sua Ars Poetica, scanzonata e provocatoria perdendoci tra le strade e i vicoli dei borghi antichi di Otranto, Ostuni e Trani, che regaleranno nuove e inaspettate emozioni.

Il festival è promosso dal Consiglio regionale della Puglia e dalla Teca del Mediterraneo, la Biblioteca multimediale del Consiglio, e organizzato da FARM, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Otranto, Ostuni, Trani, il Teatro Pubblico Pugliese, le Università di Bari e del Salento, la rivista Incroci, e la partecipazione dell'Associazione culturale Fondo Verri e di Inchiostro di Puglia

Anteprima

Mercoledì 1 giugno, ore 19, Bari, Libreria Laterza, via Dante 49/53

Dialoghi, “Che cos’è la poesia?

Ermanno Bencivenga, filosofo presenta/dialoga con Silvana Kühtz.


Una conversazione pubblica e coinvolgente con uno dei più grandi pensatori contemporanei. È rivolto a un pubblico eterogeneo e curioso per trasformare queste stanze dell’arte in dibattito e partecipazione ai processi culturali, cose apparentemente scontate che nascondono nuove possibilità.
Il mutato scenario nazionale e internazionale ha imposto un ripensamento di tutto quello che ritenevamo familiare e immutabile. La domanda alla quale vogliamo dare una risposta è: come cambia il concetto di Poesia oggi alla luce della modernità e dell’incertezza?

Leggi il programma completo http://www.nottedeipoeti.it/