Il SudEst

Saturday
Dec 15th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Consumatori “Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

“Vivere la Puglia”… Sagre, mostre, fiere e tanti appuntamenti da non perdere

Email Stampa PDF

di ANGELICA LABIANCA

In giro per la Puglia, diversi e interessanti appuntamenti per arricchire il nostro bagaglio culturale e deliziare i nostri sensi.


  • Molfetta, Andrea Buscemi porta in scena il Mercante di Venezia per Molfetta in Prosa, Anfiteatro Ponente

sabato 1 settembre, ore21

Si terràsabato, 1 settembre, alle ore 21 (Anfiteatro di Ponente, Molfetta) lo spettacolo teatrale Il Mercante di Venezia con Andrea Buscemi e la compagnia de Il Carro dei Comici.

Si tratta del secondo appuntamento per Molfetta in Prosa rassegna voluta dalla compagnia di Francesco Tammacco che porterà in scena   una delle opere più controverse di Shakespeare, rappresentata nei teatri di tutto il mondo.  "Una libbra di carne" è la penale , nel caso non si pagasse il debito concretizzato da un prestito di danaro fatto dal cinico ebreo Shaylock al generoso e melanconico Antonio ( Mercante cristiano in carriera) che intende aiutare il suo dissolto amico Bassanio. Un espediente drammatico di cui si serve il Bardo per evidenziare gli stereotipi religiosi, gl'infingimenti a volte deliranti che derivano da un dialogo delle parti religiose anchilosate già nel '600. Si mettano poi tutti i meravigliosi spunti favolistici e poetici ai quali Shakespeare mai rinuncia, come la scelta degli scrigni ai quali si sottopongono i bislacchi e improbabili pretendenti della bella e decisiva Porzia; l' uso di personaggi grotteschi e onirici come Lancillotto, e soprattutto la definizione già psicologica di un animo complesso, riottoso, vendicativo SHYLOCK ( ebreo) magistralmente interpretato da ANDREA BUSCEMI... vedere per credere...
Accanto ad Andrea Buscemi, Francesco Tammacco, Livia Castellana, Nicola Fanucchi, Martina Benedetti, Pantaleo Annese, Roberta Grenci, Stefano Doroni  una produzione de Il Carro dei Comici e Buscemi Teatro.  Sponsor della rassegna, Dai Optical e Azienda Agricola Ciccolella.

“Molfetta in Prosa” rientra nel cartellone di Eventi Molfetta dell’assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Molfetta e vuole portare i grandi nomi del panorama teatrale nazionale in città.

Ingresso ore 20.45, Sipario ore 21.15, ticket posto unico 5 euro in prevendita al all’Ufficio Iat di Molfetta in Via Piazza 27/29- Per info e prenotazioni: 3397758173 - 3336259112.  Email:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

  • Monopoli, Il borgo dei pescatori

Giovedì 6 settembre, ore 16.30

Passeggiata storico naturalistica dal borgo all'abbazia di Santo Stefano a Monopoli

Monopoli, letteralmente dal greco "città unica", attraverso il racconto delle guide locali della cooperativa Serapia, svelerà tutti i suoi segreti e il suo rapporto forte e millenario col mare. Il tour partirà da Piazza Garibaldi, un tempo luogo ideale per il commercio e gli scambi proprio per la sua immediata vicinanza al porto, e proseguirà lungo la strada del porto vecchio dove, indirizzati dalla Madonna che indica la giusta via, detta Odegitria ma in loco famosa come Madonna della Madia, si raggiungerà il Castello Carlo V. Esso verrà visitato anche al suo interno, raggingendone i tetti da cui la vista sulla città è a dir poco mozzafiato. da qui, percorrendo il lungomare, comincerà il nostro viaggio ricordando il legame storico tra Monopoli e i Cavalieri di Malta, passando per la chiesa dei Gerosolimitani e arrivando poi alla Abbazia di Santo Stefano, dove i Cavalieri avevano un vero e proprio quartier generale del Feudo di santo Stefano.

Il mare sarà il nostro compagno durante tutta l’esperienza e, se saremo fortunati, non mancherà una visita alla bottega dell’unico maestro d’ascia di Monopoli, che con le sue mani costruisce ancora i tipici gozzi, fatti con legname di quercia: saranno le stesse barche che ritroveremo nei porticcioli colorate di blu e rosso. Vivere Monopoli durante questa passeggiata vorrà dire anche non esitare a fare domande ai pescatori intenti a sbrogliare e cucire i fori delle loro reti, curiosare tra le botteghe del centro storico e respirare a pieni polmoni durante la passeggiata sulla costa.

INFO E DETTAGLI

Quota di partecipazione: 10 euro (5 euro i bambini da 6 a 10 anni).

Durata: dalle ore 16.30 alle ore 20.00.

Note: percorso di 8 km, di difficoltà bassa. si consiglia di vestirsi "a cipolla", e di munirsi di fotocamera

Raduno: ore 16.15 presso Piazza Garibaldi a Monopoli

Coordinate GPS: 40°57'11.82"N 17°18'12.58"E

Prenotazione: entro le ore 13.00 del giorno prima l'evento sul tasto PRENOTA o telefonando al numero 328 6474719

  • Bitonto, Programma settimanale della Libreria del Teatro

Dal 13 luglio al 28 settembre ogni venerdì

- Alle ore 20.00 e ore 21.30 Porta Baresana (partenza tour di 90 minuti)

“Bitonto Open Days”, visite guidate alla scoperta della bellezza della città.

A cura delle Coop Ulixes, Re Artù e Argo Puglia. Info ai numeri 080 3743487 e 333 4927688

  • Putignano e Gioia del Colle, Admoveo. Rassegna di Teatro, Danza, Arte e Cultura

Fino al 2 settembre

I CHING

Esagramma n°9 La Forza domatrice del piccolo – Dense nuvole ma nessuna pioggia, dalle nostre contrade occidentali. La dolcezza prevale sulla forza.

La nostra è una società di consumatori in cui la cultura si presenta come un magazzino di beni concepiti per il consumo, tutti in competizione per accaparrarsi l’attenzione fugace e distratta dei potenziali clienti, e tutti in cerca di mantenere quell’attenzione per più di un battito di ciglia. (Z. Bauman)

L’apparenza comunica che le forme di arte e cultura non siano interessi sociali e per questo si parla sempre più spesso di “prodotti” artistici e “industria” culturale.

Sembra così che quello che per millenni ha spinto l’umanità verso una crescita sociale e civile, verso un percorso di “passione per la gentilezza e la luce”, di colpo, nel giro di pochi decenni (o pochi anni) sia diventato niente di più che un passatempo peraltro obbligatoriamente piacevole.

Il pensiero è diventato un bene estremamente raro, proibito e proibitivo, che deve essere coltivato in luoghi segreti, secondo regole esoteriche. Tutto deve avvenire clandestinamente. (J. Baudrillard).

ADMOVEO (muovere verso, avvicinare, portare a contatto) si pone l’obiettivo di tornare a dialogare con lo spettatore, sollecitandone il senso critico. A dividere con forza il reale dal virtuale.

Del pari solo nella stretta separazione del palcoscenico dalla platea lo spettatore è un attore a parte intera, ma oggi tutto concorre all’abolizione di questa separazione: immersione dello spettatore nello spettacolo... Lo spettacolo diventa conviviale, interattivo. Apogeo o fine dello spettacolo? Quando tutti diventano attori, non c’è più azione, non c’è più scena. È la morte dello spettatore. (J.B.)

11 serate al netto dell’intrattenimento. Anzi. Ogni serata sarà scambio. Attore – spettatore. Lo spettatore diverrà l’attore della platea. Sarà osservato dall’artista e in quanto tale tornerà ad esistere.

Il titolo della serata è centrale, ma i cancelli si apriranno ben prima. Per fruire della biblioteca, per ascoltare, gustare arte e incontrarsi. La conoscenza sarà il tema comune, il fine dominante. Tornare alla visione reale e individuale del momento collettivo.

Inversione di rotta. Non “evento” (di per sé unico e saltuario), bensì momento di incontro, di crescita collettiva, parte del quotidiano.

Gli Artisti di ADMOVEO e le loro creazioni hanno in comune la lontananza da qualsiasi tentativo di accattivarsi i circuiti o la “grande distribuzione”. Il loro lavoro scaturisce da loro stessi e non dal tentativo di essere appetibili per il mercato dell’intrattenimento. In fondo la dignità dell’artista dovrebbe abitare proprio in questo: se gli artisti non hanno grandi e importanti compiti da realizzare, se le loro creazioni non hanno altro scopo che portare fama e fortuna a pochi eletti e divertimento e piacere personale ai loro beneficiari, come possiamo giudicarli se non attraverso la montatura pubblica che di solito li accompagna in un determinato momento” (Z.B.)

D'altronde i curriculum di livello nazionale e internazionale degli Artisti di ADMOVEO sottolineano la genuinità oltre che la qualità di ogni rappresentazione.

Questo fa di ADMOVEO una rassegna d’arte e non di botteghino (due eventi non richiedono denaro: uno gratuito e uno a baratto). A loro vanno i nostri ringraziamenti.

Così come ringraziamo le aziende che hanno deciso di sostenere un calendario squisitamente culturale, tralasciando l’aspetto mediatico dei grandi numeri e firmando con il loro percorso imprenditoriale, un’idea che ha origini nel Rinascimento italiano.

Inizio spettacoli: ore 21:00 / Apertura cancelli (visita alla biblioteca e degustazione): ore 19:30

Biglietti: intero 8€ / ridotto 5€ (under 25 / gruppi 10 persone) / abbonamento 4 spettacoli: 20€

Per info e prenotazioniQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

GLI APPUNTAMENTI

** 2 SETTEMBRE Galleria Nartist, Gioia del Colle

LA CONQUISTA DEL SUD // TEATRO Formediterre

Quattro voci accompagnano lo spettatore fra testi autentici, canti e confessioni dei protagonisti dell’Unità. Le parole dei personaggi si avvicendano in scena fra storie cantate e recitate.

Quadri della seconda metà dell’Ottocento accompagnano lo spettatore in una storia a tratti crudele, a tratti poetica che cerca di generare un reale sentimento unitario, reso possibile unicamente dalla conoscenza della storia del nostro popolo.

  • Conversano, "Artemisia e i pittori del Conte", la collezione di Giangirolamo II Acquaviva d'Aragaona

dal 14 aprile al 30 settembre

Si apre sabato prossimo 14 aprile a Conversano (Castello Normanno e Chiesa di San Giuseppe) la mostra “Artemisia e i pittori del Conte”. Organizzata dalla cooperativa Armida, a cura di Viviana Farina e Giacomo Lanzilotta con la collaborazione di Nicola Cleopazzo, Medaglia del Presidente della Repubblica, la mostra gode del sostegno di Regione Puglia, Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, Teatro Pubblico Pugliese - Consorzio per le Arti e la Cultura e il patrocinio della Città di Conversano, Città Metropolitana di Bari, FAI - Delegazione Puglia Italia Nostra - Delegazione Puglia; in collaborazione con Polo Biblio-Museale Salentino - Museo Sigismondo Castromediano di Lecce e la partecipazione di MIBACT, Direzione Generale Musei, Polo Museale della Puglia, SABAP-BA, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari , MIBACT, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e della Basilicata.

Una mostra molto attesa di sessanta (60) tele che celebra la collezione di Giangirolamo II Acquaviva d'Aragona anche con il ritorno in Puglia di opere provenienti da Musei e collezioni private; tra queste, Il Trionfo di Bacco, di Finoglio, conservato al Museo Nacional del Prado e un inedito dipinto di Artemisia Gentileschi (Caritas Romana), un quadro di stile caravaggesco di grande fascino, di cui si trova traccia nella collezione del conte. Si espone anche, nella prima sala del percorso, Fortitudine Pares, opera che giunge in Italia per la prima volta. E’ stata appositamente sottoposta ad un’attenta pulitura prima di lasciare il Museo della Cattedrale di Malta. Ancora di autore anonimo, è al momento oggetto di ricerca, come già in passato da parte di John Gash e Catherine Puglisi, della restauratrice e studiosa Roberta Lapucci, che ne valuta l’opportunità di attribuzione a Michelangelo Merisi il Caravaggio.

Aperta da sabato 14 sino al 30 settembre prossimo, la mostra è occasione straordinaria per scoprire i fasti della corte di Giangirolamo e di sua moglie Isabella Filomarino e momento di spessore per via di collaborazioni d’eccellenza con grandi Musei internazionali come il Muza di Malta e il Prado di Madrid. I responsabili preposti alla conservazione e tutela delle opere sono parte del comitato scientifico della mostra e hanno dunque partecipato all'ideazione scientifica del progetto. La dispersione storica della raccolta ha obbligato a lunghe ricerche. L'asta del 1978 ha disperso forse in modo irreparabile il nucleo superstite della raccolta Acquaviva-Ramunni, o per lo meno la buona parte del nucleo. Pur a conoscenza dell'ubicazione di almeno un paio di opere afferenti a questo ultimo gruppo, i curatori hanno puntato, piuttosto, al ritrovamento di pezzi non inclusi nel nucleo Acquaviva-Ramunni. Si è riusciti a rintracciare ben 5 opere acquisite in origine dal conte di Conversano. Si tratta di tele mai uscite dalla discendenza di Giangirolamo II e dunque di primaria importanza. ​Lo pensarono già gli eredi del conte tra 600 e 700, visto che i quadri non furono lasciati nella sede originale.

La collezione era in origine costituita da circa 500 oggetti, molti presumibilmente dispersi pochi anni dopo la morte di Giangirolamo II. Sino al 1938 nel Castello risultavano conservate solo 70 opere superstiti. Queste furono vendute a un privato dall'allora proprietario dell'immobile e del suo contenuto, il prof. Domenico Ramunni. Il professore tentò per circa trent’anni di far acquisire allo Stato le opere Acquaviva da lui intanto fatte restaurare oltre che custodite, ma le trattative non andarono mai a buon fine. La vendita fu conclusa con un privato di Roma e lo Stato non esercitò il diritto di prelazione, nonostante la formale, quanto corretta segnalazione agli uffici competenti inviata a firma del medesimo Ramunni. Fu dunque così che, solo successivamente a un'asta Semenzato del 1978, il Comune di Conversano ​ ​ebbe la lungimiranza di acquisire almeno le 10 Storie della Gerusalemme Liberata di Paolo Finoglio, da allora esposte nel Castello.

Il Castello ospiterà la maggiorparte degli oggetti prescelti, utili a riambientare i nomi degli artisti e i temi prescelti dall'originario proprietario. ​La Chiesa di San Giuseppe esporrà invece ​in tutto nove dipinti di grande formato, due dei quali provenienti dalla collezione Acquaviva d'Aragona.  ​Il percorso al Castello si articola in otto sale tematiche: Simboli e Pentimento; Santi patroni: Giovanni Battista e Girolamo; La Fuga in Egitto del cavalier Guido; Maestri caravaggeschi; Massimo Stanzione; Artemisia Gentileschi e Onofrio Palumbo; Sante e nudi; Baccanali e Battaglie. In queste è incluso Fortitudine Pares (Cupido e la Morte), dipinto proveniente dalle collezioni del Museo della Cattedrale di Malta, conservato sotto il nome di Battistello Caracciolo.

La chiesa di San Giuseppe, luogo legato alla contessa Isabella Filomarino, a pochi passi dal Castello, è la sede espositiva complementare al maniero: qui sono stati radunati i dipinti di maggiore dimensione, tra cui il Trionfo di Bacco di Finoglio (Museo del Prado), che ritorna a Conversano, come si scriveva, dopo circa 400 anni, e la copia di Paolo Veronese citata nel documento del 1666, rintracciata in Abruzzo, nei feudi degli Acquaviva d’Atri, testimone d’eccellenza della passione nutrita dal conte per la pittura veneta del ’500.

A coronamento, si potrà in parallelo avvantaggiarsi della visita alla chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano, la ‘Cappella Sistina’ di Paolo Finoglio, anch’essa voluta e decorata a spese di Giangirolamo e Isabella Acquaviva; e di una quarta tappa al Castello di Marchione, la residenza di villeggiatura della famiglia, che ancora custodisce i ritratti dei conti.

Info: www.artemisiaconversano.it

Orari, Prenotazioni e Contatti

CASTELLO DI CONVERSANO (PIAZZA DELLA CONCILIAZIONE) E CHIESA DI SAN GIUSEPPE (VIA SAN GIUSEPPE)

Orari della mostra

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00.

Chiusura: il lunedì non festivo.

Eventuali variazioni, orari prolungati e/o giornate di apertura straordinaria saranno comunicate su questo sito e sui canali social.

INFO E PRENOTAZIONI

Cooperativa ARMIDA – Servizi per la valorizzazione e la fruizione dei beni culturali

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

VISITE GUIDATE PER SCUOLE

Info e prenotazioni:          Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

VISITE GUIDATE PER GRUPPI

Info e prenotazioni:          Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | tel. 0804959510

Tutti i giorni: 9:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00

In foto:  Gravina in Puglia